Nella baraccopoli dei migranti trovati kg di droga già in dosi

La scoperta della squadra mobile di Foggia durante un controllo: nel ghetto abusivo di Borgo Mezzanone trovati più di 2 kg di marijuana già divisa in dosi

Droga pronta per lo spaccio nel ghetto abusivo dei migranti di Borgo Mezzanone, poco distante da Foggia. La scoperta della squadra mobile di Foggia è avvenuta durante un controllo. Gli agenti, infatti, stavano svolgendo un servizio mirato al contrasto della detenzione di spaccio di sostanze stupefacenti proprio nella baraccopoli che si trova a fianco dell'ex Cara. L'area era stata sgomberata nel febbraio scorso (leggi qui), ma l'insediamento è stato poi rioccupato nel giro di poco tempo. Il ghetto finisce ancora una volta alla ribalta delle cronache, dopo essere al centro dell'attenione mediatica per liti, criminalità, caporalato e spaccio. A comandare in zona, infatti, sono le mafie locali e quella nigeriana.

Droga già divisa in dosi

La scoperta di queste ore è avvenuta con l’ausilio di quattro equipaggi a disposizione del Reparto Prevenzione Crimine "Puglia Settentrionale" e due unità cinofile della questura di Bari. La squadra mobile di Foggia stava eseguendo un controllo mirato al contrasto della detenzione di spaccio di sostanze stupefacenti nell’area comunemente denominata "ex pista" adiacente il Cara di Borgo Mezzanone. Durante l’attività, grazie al fiuto delle unità cinofile e all’intuito investigativo degli agenti, è stato possibile rinvenire all’interno di una intercapedine in un’unità abitativa, più precisamente all’interno di un controsoffitto, due buste contenenti 2,5 kg di marijuana, suddivise in dosi da 100 grammi circa ciascuna, nonché una somma di denaro pari a 196,70 euro. Tutto è finito sotto sequestro.

Un ghetto tra violenza e spaccio

La baraccopoli abusiva di Borgo Mezzanone è nota per gli episodi di violenza e criminalità, nonché per la rete di spaccio. Ad aprile scorso, un migrante gambiano di 26 anni ha addirittura perso la vita in seguito a un incendio che si era verificato nel campo. Qui, infatti, gli immigrati vivono in case di fortuna, realizzate con materiali altamente infiammabili, allacciate all'energia elettrica con cavi volanti e pericolosi. Inoltre, l'intero campo è riscaldato con bombole a gas, abbandonate a se stesse e senza alcuna manutenzione. Proprio per questo, probabilmente, era scoppiato l'incendio. L'ex ministro dell'Interno, Matteo Salvini, aveva promesso di chiudere questo fortino d'illegalità. "La tragedia conferma che i grandi insediamenti di stranieri, legali e abusivi, che abbiamo ereditato dalla sinistra erano e sono un problema. Abbiamo il dovere di riportare sicurezza, ordine e legalità continuando con i controlli, gli sgomberi e i progressivi svuotamenti", aveva detto il leader del Carroccio.

Commenti

laval

Ven, 08/11/2019 - 16:35

Signora Luciana Lamorgese lei ha due figli, le viene mai di pensare a come e cosa lascerà loro la sua eredità politica dalle conseguenze inevitabili. Lo stesso Macron imita Salvini nel problema immigratorio e lei?

ziobeppe1951

Ven, 08/11/2019 - 17:04

Tutta “gente” che fugge dalla guerra ...eeeehhhhh

jaguar

Ven, 08/11/2019 - 17:31

Sarà stato un caso, questa è tutta "brava gente".

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 08/11/2019 - 18:27

Grazie comunisti.

baronemanfredri...

Ven, 08/11/2019 - 18:53

PECCATO CHE IL PALERMITANO CHE VIVA A ROMA E L'IMPIEGATO DI CORSO MONFORTE ON SONO INFORMATI

Libero 38

Ven, 08/11/2019 - 18:54

Hanno scoperto l'acqua calda.Questi sono quelli che il kompagno ciccio definisce i poveretti che bisogna accoglierli perche' fuggono dalle guerre.Io direi rilasciati dalle galere.

Giorgio5819

Ven, 08/11/2019 - 19:13

La triste importazione di subumani da parte dei comunisti...con accessori vari...

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 08/11/2019 - 19:21

E poi le "prefiche" fanno i pellegrinaggi di "consolazione" quando queste tendopoli vanno in cenere ... te credo tra spinelli e "cariche di eroina" incendiare il tutto è solo questione di secondi.

Italianocattolico2

Ven, 08/11/2019 - 19:26

La regione è comandata dalla sinistra da anni, adesso è ridotta ad un covo di delinquenti, spacciatori, ladri, caporali, sfruttatori di esseri umani ed il governo regionale assieme al governo abusivo cosa fà ?? Distrugge i Decreti Sicurezza, fa chiudere l'ILVA, blocca il TAP, si dimentica della xilella e manda in rovina gli agricoltori, ingrassa le mafie locali ed importate ma ottiene i voti di scambio per il reddito di cittadinanza. Bel risultato....!!!!

timoty martin

Ven, 08/11/2019 - 22:36

Nessuna sorpresa, questi sono delinquenti. SOS Lega e benvengano tante ruspe.

uberalles

Ven, 08/11/2019 - 23:50

Ecco il frutto dell'accoglienza. Capisco che voi di sx lucrate tantissimo sui clandestini: fate la tara sulle rette, non pagate i fornitori e rivendete gli schiavi ai caporali per raccogliere ortaggi, questa sì che si chiama umanità! Ipocriti e bugiardi, ma non c'è da stupirsene, lo siete sempre stati...

Ritratto di Joker2

Joker2

Sab, 09/11/2019 - 06:41

Mi pare di ricordare, di uno di quelli incriminati e responsabile della morte di Desirè a Roma era fuggito e si era rifugiato proprio in quel campo a Foggia. Scoperto, fù perquisita la sua tenda e rinvennero alcuni kili di sostanze stupefacenti e dichiarò che non erano sue! Da allora, a quest'ultimo rinvenimento vuol dire che il traffico di stupefacenti non è stato terminato e l'attività di questi parassiti nell'avvelenare i giovani, prosegue a gonfie vele! Pene più severe e fuori tutti i clandestini a casa loro!

Ritratto di Barry2017white

Barry2017white

Sab, 09/11/2019 - 07:09

2 ghetti così ci sono a Pioltello,fuori controllo completante. In mano completamente ai talebans Sono 40 anni che la sx fa' finta di cercare di sistemarli. Risultato zero assoluto. Direi che è il caso di cambiare? O NO? Dopo 40 anni con risultati 0,forse è il minimo