Nello zaino cinque smartphone e un pc: preso 29enne della Guinea

Finisce nei guai a Napoli un 29enne della Guinea, nella borsa è stata ritrovata anche una carta d'identità intestata a un cittadino italiano

Nello zaino aveva cinque telefoni cellulari, una carta d’identità rubata e un pc portatile: finisce nei guai un 29enne extracomunitario a Napoli.

L’uomo, 29 anni, originario della Guinea, è stato fermato nel pomeriggio di mercoledì nell'area di Porta Nolana, dopo aver tentato di seminare gli agenti. Aveva evidentemente qualcosa da nascondere e i controlli dei poliziotti hanno fatto emergere che in quello zaino c’era materiale “scottante”. Gli hanno trovato, infatti, cinque cellulari, un pc portatile e una carta d’identità che è risultata rubata. Anche uno dei telefonini è risultato essere stato rubato a una turista tedesca che era diretta a Sorrento.

Dalle perquisizioni nell’appartamento, sono emersi ancora altri tre cellulari e un orologio che erano stati nascosti in un armadietto.

Tutti gli oggetti hitech sono finiti sotto sequestro e per il 29enne è scattato il fermo con l’ipotesi di reato di ricettazione. È inoltre indagato inoltre, in stato d’arresto, anche per il presunto furto della carta d’identità che risultava intestata a un cittadino italiano.

Commenti
Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Ven, 17/08/2018 - 12:46

AAAaaarghhh (sono imbestialito)

mariod6

Ven, 17/08/2018 - 16:02

Tanto per cambiare un'altro parassita ladro e diversamente bianco. Tanto lo mettono fuori in giornata e dopo il sindaco gli farà avere anche un indennizzo per recuperare il tempo perso. La mediazione la farà il consigliere che non parla italiano. Tanto per rubare non serve conoscere la lingua ma basta la legge della giungla di questi delinquenti ignobili scesi ieri dall'albero.