Netflix finisce sotto accusa: "Troppe scene di fumo nelle serie"

La più importante piattaforma di streaming al mondo mostra troppe volte personaggi che fumano, aumentando il rischio di dipendenza nei giovani

Nelle serie televisive prodotte da Netflix si fuma troppo. È questo il risultato di una ricerca condotta da Truth Initiative, un'organizzazione americana per la salute pubblica.

La più importante piattaforma di streaming al mondo è di nuovo sotto accusa. E questa volta non per la dipendenza che creano le serie tv, ma per il loro contenuto. L'associazione statunitense ha infattti condotto una ricerca su centinaia di scene e il risultato è che il 79 per cento dei prodotti più visti dai giovani tra i 15 e i 24 anni ricorrono spesso a scene in cui si fuma. E questo aumenta il rischio di iniziare a fumare, soprattutto nei ragazzi.

La triste classifica è guidata Stranger Things con 182 scene in cui i protagonisti si accendono una sigaretta. Seguono poi Orange is the new Black con 45 scene e House of Cards con 41. Fuori dal podio Fuller House e Making a Murderer. È necessario specificare che non solo Netflix è nel mirino dell'associazione. Tra Stranger Things e Orange is the new Black si inserisce The Walking Dad, serie tv prodotta nel 2010 da Amc che vanta ben 94 casi di fumo.

Commenti

Miranda1937

Mer, 21/03/2018 - 14:50

miranda37 non solo si fuma si beve in eccesso tutti i personaggi sono degli ubriaconi e dato che molte serie sono inglesi norvegesi non solo il personaggio chiave beve scotch naturalmente ma anche attori secondari. mettiamo un freno a tutto questo bere, fumare.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 21/03/2018 - 15:07

Che palle!