"Niente in confronto alla guerra". Il Papa sminuisce i morti di jihad

Il Pontefice da Assisi: "Atti che non c'entrano con quanto accade in quei Paesi"

Spero di non essere l'ultimo giapponese nella giungla, tuttavia voglio ancora credere che Papa Francesco sia divinamente ispirato. «Non esiste un Dio della guerra, ma solo della pace», ha detto il Santo Padre nella chiesa di Santa Marta, prima di partire per Assisi: e chi sono io per obiettare? Leggo la Bibbia da decenni e ricordo dozzine di versetti relativi al Signore degli eserciti, ma non sono un teologo e avrò travisato. Da lungo tempo ascolto ogni domenica la parola di Dio pronunciata dal pulpito, ma sono un po' sordo (in gioventù, prima di convertirmi al canto gregoriano, ho frequentato discoteche e concerti che mi hanno danneggiato l'udito) e tutti i riferimenti a un Dio bellicoso e geloso saranno da considerare allucinazioni acustiche. Da qualche tempo consulto addirittura il Corano e nelle sue pagine ho incontrato un Allah feroce e sanguinario, ma forse sono prevenuto e ho capito male (non oso incolpare la traduzione perché è del sommo islamista Alessandro Bausani).

Insomma, tutti i testi sacri che ho approfondito mi sembrava dichiarassero e ripetutamente confermassero che il Dio della guerra esiste eccome e adesso il Papa dice il contrario: «Dio è Dio di pace. Non esiste un dio di guerra: quello che fa la guerra è il maligno» (secondo la trascrizione indubitabile di Radio Vaticana). Così mi sento come l'asino in mezzo ai suoni, frastornato e incapace di scegliere una direzione. Andare verso Francesco o verso San Francesco che partecipò alla quinta crociata? Verso Santa Marta, la chiesa, o verso San Bernardo, il santo che scrisse l'elogio dei Templari, monaci guerrieri? Verso i libri agiografici di Andrea Tornielli o verso il Libro dei Salmi? Che confusione. Lo sbandamento peggiora leggendo altre frasi dell'omelia pronunciata nella piccola chiesa vaticana: «Ci spaventiamo per qualche atto di terrorismo, ma questo non ha niente a che fare con quello che succede in quei Paesi». Qui il riferimento sarà alla Siria, alla Libia e ad altri disgraziati territori asiatici e africani, guarda caso tutti a grande o stragrande maggioranza musulmana e dunque devastati da conflitti che possiamo tranquillamente definire guerre civili, ossia guerre tra diverse fazioni islamiche. Non metto in dubbio che oggi sia meglio vivere nella peggiore banlieue di Parigi piuttosto che nel miglior quartiere di Aleppo o di Sirte. Ma l'omelia può far credere che per la Chiesa i 32 morti di Bruxelles, gli 82 morti del lungomare di Nizza, i 93 morti del teatro Bataclan, e tutti gli altri morti degli innumerevoli attentati coranisti che in questi ultimi anni hanno insanguinato l'Europa, siano quisquilie, bruscolini (per non parlare dei redattori vittime dell'attacco a Charlie Hebdo, che tanto quelli, lo ha detto esplicitamente il maramaldesco segretario della Cei monsignor Galantino, se la sono cercata).

Siccome voglio ancora credere che il Papa sia divinamente ispirato, devo anche pensare che non sempre le sue parole riportino precisamente quanto voluto più in alto: Bergoglio ha scelto lo stile del vecchio parroco che parla a braccio e gli strafalcioni sono il prezzo da pagare alla simpatia. Mi si permetta però di rimpiangere l'epoca in cui i Papi parlavano poco e di rado sollevavano gli occhi da testi scritti lungamente cesellati: l'epoca dei Papi noiosi e precisi.

Commenti
Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 21/09/2016 - 08:34

Certo che in quanto a statura , come sommo pontefice siamo ai minimi storici con questo pavido terzomondista che ha paura di affrontare la realtà e cioè che è in atto una guerra di religione . Questo è quando si uccide il prossismo unicamente a causa della sua fede religiosa. Far finta di non vederlo è un peccato mortale.

Trinky

Mer, 21/09/2016 - 08:54

Quindi tutti i suoi connazionali fatti sparire dal suo amichetto Presidente non hanno alcun valore? E ti credo, per lui è più comodo far finta di niente!

vittoriomazzucato

Mer, 21/09/2016 - 08:59

Sono Luca. Lui è un "povero Cristo" che ha vissuto fino a ieri in Argentina, ma la cosa preoccupante è che i discorsi che fa vengono letti riletti e corretti dal suo seguito per dire Galanti-Bagnasco ecc....che sono dell'idea che terrorismo e conflitti sono cose diverse. Ed è vero se noi guardiamo al terrorismo dei Rossi del '68 o del terrorismo del Tirolo e anche della Mafia, ma del terrorismo dei Jihadisti è un'altra cosa. E non mettere in evidenza questo non è cosa da CHIESA CATTOLICA ROMANA. Papa Francesco deve darti una mossa. GRAZIE.

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Mer, 21/09/2016 - 09:14

Pare che si stiano avverando le peggiori profezie indicanti Benedetto come ultimo papa. Questi sono gli effetti postumi del '68 e del 6 politico dato in tutte le materie, anche lo Spirito santo può essere approssimativo e sempliciotto, tanto da volare basso.

Ritratto di elio2

elio2

Mer, 21/09/2016 - 09:16

Questo papa è sempre più avverso al mondo cristiano che dovrebbe difendere e sempre più a favore dei musulmani. Non è, e non sarà mai il mio papa e secondo le statistiche che lo vedono inviso da molti che non partecipano più alle udienze del mercoledì, precipitate ai minimi storici, insime al 5x1000 non più donato alla sua chiesa dimostrano che non sono il solo a pensarla così.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 21/09/2016 - 09:27

Ci pensasse solo alle anime invece di predicare accoglienze di clandestini deleterie per l'Italia e gli italiani.Lei mi fa ricordare Librandi colle sue favole di un paese che non esiste.Stavamo meglio quando stavamo peggio.

giovanni951

Mer, 21/09/2016 - 09:54

se non me lo diceva lui......

Vigar

Mer, 21/09/2016 - 10:09

Se quest'uomo parlasse di meno e pensasse di più a quel che dice, sarebbe meglio per tutti. Nella sua frenetica smania di fare il piacione a tutti costi, troppo spesso cade nell'irrazionale, nel paradosso e nella banalità. Francamente non so più che pensare: o è in malafede ed allora è un pericolo per la cristianità, o, se non lo è, è altrettanto pericoloso perchè non in grado di intendere e di volere. Torno a ripetere fino alla noia, chi può intervenga, nell'interesse di tutti.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 21/09/2016 - 10:23

Andiamo Langone... lo Spirito Santo è in ferie da tempo, e si sa che quando il gatto manca i topi ballano!

INGVDI

Mer, 21/09/2016 - 10:46

Questo Papa o non conosce il corano o non conosce Dio.

Prinzepo

Mer, 21/09/2016 - 10:57

Egregio sig. Langone, forse ha ancora nella testa il frastuono dei concerti e delle discoteche. Prego per lei affinché sia divinamente ispirato. Per lei e per tanti altri personaggi di rilievo che in questo periodo non fanno altro che dare contro Francesco. Così facendo (non avete ancora compreso forse a causa della vostra lontananza da Dio?) che in tale maniera state andando contro l'Altissimo. Buona giornata.

PEPPA44

Mer, 21/09/2016 - 11:03

E' proprio vero che gli atei sono quelli che hanno letto e approfondito la Bibbia; ancor più sentendo le parole di Papa Francesco che farebbe bene a stare più in silenzio e riflettere prima di aprire bocca.

anna.53

Mer, 21/09/2016 - 11:20

Frase scandalosa e scarsamente rispettosa degli uomini e anche bimbi ingiustamente tolti di mezzo. La violenza è nel terrorismi cosi come nelle guerre che mietono milioni di vittime ;questa frase è sconcertante , davvero non mi aspettavo che arrivasse a tanto.... tenga più a freno la lingua come nella Bibbia (Proverbi) si ammonisce.....

Tobi

Mer, 21/09/2016 - 11:24

Camillone, mi sa che sei restato fermo al vecchio testamento. Fai uno sforzo, leggi il nuovo testamento e vedrai che esiste un Dio, incarnato in Gesù, che ha portato a compimento la legge, spazzando via odio, violenza e guerre. E' lì che devi guardare!

Carboni oreste

Mer, 21/09/2016 - 11:30

Prinzepo. Mi semra di sentire aria di parroco di campagna,che cita cio' che ha imparato in seminario e non va oltre,negando la realta'. Il fatto che il tizio indossi l'abito bianco,non significa affatto che non sproloqui a favore degli islamici. Si chieda perche',non ha ricevuto il Dalhai Lama,capo supremo di una religione piu'buonista della nostra,mentre e' andato in moschea a pregare con un despota levantino.

Tobi

Mer, 21/09/2016 - 11:33

Camillone, ma per caso hai fatto caso che, dopo le campagne di guerra al terrorismo lanciate dagli U.S.A. in seguito all'attentato dell'11 Settembre 2001, il terrorismo ha incancrenito il mondo? Ti sembra normale che un pugno di selvaggi sauditi (aiutati da chi?) sia riuscito a compiere l'attentato delle torri gemelle, e da lì in poi gli U.S.A. abbiano attaccato buona parte del medioriente lasciando in pace proprio l'Arabia Saudita da dove i terroristi provenivano? Non ti rendi conto che delle attuali guerre in medioriente sono responsabili non solo alcuni farabutti del mondo arabo in combutta con altrettanti farabutti potenti dell'occidente? E che senza tali farabutti si starebbe meglio sia in occidente che in medioriente? Se non lo capisci, forse devi ancora essere frastornato dai troppi decibel assorbiti in gioventù.

Pierluigi64

Mer, 21/09/2016 - 11:40

Io spero sinceramente che non avvengano mai attacchi terroristici con armi chimiche e non convenzionali (come paventato da molti ministri occidentali, che peraltro sembra ormai non mettano più in dubbio il "SE" avverranno bensì solo il "DOVE" e il "QUANDO"). Forse per papa Francesco la guerra si ha solo secondo parametri quantitativi. Per me, invece, la guerra si ha quando gli omicidi avvengono per questioni ideologiche e non personali. Ad esempio, l'omicidio del sacerdote francese è un atto di guerra perché non è stato effettuato per questioni personali ma in quanto sacerdote della Chiesa cattolica nell'esercizio delle sue funzioni. In guerra si "spara nel mucchio" e così fanno i terroristi. Medita papa Francesco!

giumaz

Mer, 21/09/2016 - 11:50

Uno dei grandi registi italiani (credo Monicelli, ma non sono sicuro), poco o punto credente, disse una volta "il Papa va visto da lontano". Frase magnifica e sintetica. Non ci serve un prete a metà strada tra il pavido don Abbondio ed il buffone alla Dario Fo.

il corsaro nero

Mer, 21/09/2016 - 12:10

@Prinzepo: Ah, dimenticavo! Credo in Dio, ma non nella Chiesa, specialmente in questa Chiesa che vive nel lusso e ha le mani i pasta nelle peggiori lobbies, fregandosene dei problemi reali della gente!

nopolcorrect

Mer, 21/09/2016 - 12:15

Caro Langone, il Nostro è un teologo casereccio, molto casereccio...

Ritratto di apasque

apasque

Mer, 21/09/2016 - 12:31

@Prinzepo: Io la penso proprio come Langone, e mi vergogno (lo dico brutalmente) di questo papa del quale sì auspicherei le dimissioni asap. Quale religioso mai mise a prova la mia fede, quanto questo Bergoglio? I suoi silenzi, le sue omissioni, il suo pressapochismo, il suo farisaico comportamento, la sua mancanza del senso delle cose, la sua incapacità di prendere e comunicare posizioni chiare sui fatti che veramente interessano l’uomo: queste sono le situazioni di cui Bergoglio dovrà rendere conto, situazioni che fanno soffrire tanta gente! Gente che crede e vuol credere, e che non accetta lezioni farisaiche come la sua “Così facendo (non avete ancora compreso forse a causa della vostra lontananza da Dio?) che in tale maniera state andando contro l'Altissimo.”

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Mer, 21/09/2016 - 12:34

Oddiooooo! un Papa Allahico! I Gesuiti argentini sono completamente diversi da quelli italiani.

il nazionalista

Mer, 21/09/2016 - 12:35

Insomma le centinaia di morti, nei massacri del terrorismo ISLAMICO di: Madrid, Londra, Parigi(più volte), Bruxelles e Nizza - per citare solo le stragi più efferate e micidiali che hanno insanguinato l’ Europa - sono una bazzecola o poco più!! L' ineffabile papa bergoglio evidentemente giudica quasi insignificanti questi eccidi ed anzi invita ad ' accogliere ' tranquillamente la marea di maomettani che arrivano come clandestini in Italia!! Nel frattempo tutta la sua sollecitudine è profusa nel dialogo con i " cari frateli musulmani "!!!

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 21/09/2016 - 12:46

Mi sembra una bella contraddizione in termini. Cos'é il terrorismo se non una forma di guerra ? Ma mentre quest'ultima ha schiere definite, luoghi ben certi, il terrorismo è messo in atto dal buon vicino, nel posto che è frequentato per la vita giornaliera. Dalla guerra, che è e rimane la più stupida delle attività umane, si può fuggire, ma dal terrorismo è praticamente impossibile. Ed inoltre il terrorismo compie atti di guerra non solo cruenti, spesso le parole sono più ferali delle pallottole.

Tobi

Mer, 21/09/2016 - 13:11

ma se questi attentati in Europa (ed anche in U.S.A.) non fossero stati organizzati dagli stessi servizi segreti occidentali, come avrebbe mai potuto, per esempio, Hollande all'indomani di uno di questi mandare la più grande portaerei francese nel mediterraneo (per sudditanza verso gli U.S.A. oltre che per tornaconti nazionali geopolitici/energetici) a far le guerre per il petrolio/gas ai danni della Siria di Assad o altrove in medioriente? Senza questi attentati in casa l'opinione pubblica occidentale si rivolterebbe contro i loro governi. Fin quando i cittadini occidentali non capiranno i giochi ed interessi di alcuni potenti farabutti dell'occidente in combutta con altri farabutti del mondo arabo, questa grande farsa della guerra al terrorismo così come il fatto che gli attentati terroristici in Europa ed altrove sono organizzati in accordo tra terroristi e governi occidentali, le guerre non cesseranno. Gli attentati sono solo pretesti per continuare guerre pianificate anzitempo.

paolonardi

Mer, 21/09/2016 - 13:37

Sempre peggio; e' di fuori piu' di un balcone. Qualcuno gli consigli, per il bene della Chiesa Cattilica, da fatsi da parte.

Ritratto di massacrato

massacrato

Mer, 21/09/2016 - 13:48

Quando qualcuno parla tanto per convincerti sempre della stessa cosa, non ti viene il dubbio che non sia in buona fede?

Koch

Mer, 21/09/2016 - 13:59

Sanguinosi attentati terroristici? Gente bruciata viva, torturata e sgozzata? Cristiani sterminati nei paesi musulmani? «Dio è Dio di pace. Non esiste un dio di guerra: quello che fa la guerra è il maligno». Se Dio non c'entra con la guerra,chi è questo misterioso maligno? E la Divina Provvidenza ha a che fare con tutto ciò?

antipifferaio

Mer, 21/09/2016 - 14:01

Come dicono bene i romani...ARIDATECE BENEDETTO!!!....

Tobi

Mer, 21/09/2016 - 14:46

io sono il primo diu tutti a sostenere che l'Islam è una falsa religione ed i suoi precetti contengono tutto ed il contrario di tutto. Fatta questa premessa, vorrei dire a Langone che, quelle che lui definisce "guerre civili, ossia guerre tra diverse fazioni islamiche" avvengono fin troppo spesso grazie allo zampino di grossi interessi dell'occidente. Sa langone non ci arriva a capirlo, gli faccio notare che i territori da lui citati, in cui queste guerre "civili" avvengono, guarda caso sono ricchissimi di risorse energetiche e minerarie largamente consumate dall'occidente. Quindi, se ancora si vuol credere alla favola che tutti i buoni sono da una parte e tutti i cattivi dall'altra, fatevi un esame di coscienza. E soprattutto, evitate di fare i giornalisti o sostituti del Papa.

Rodolfo89

Mer, 21/09/2016 - 14:55

PAPA BENEDETTO . . . BEI MI TEMPI !

orso bruno

Mer, 21/09/2016 - 15:05

Carboni Oreste# Completamente d'accordo.Adesso speriamo che le solite beghine ed i varii Prinzepo riescano a ragionare.

david71

Mer, 21/09/2016 - 15:12

"Io essendo uno scrittore non posso fare altrimenti, e me ne frego della volgarità del candidato repubblicano: non sarà mai volgare quanto un censore" ... e meno male che non ti piacciono i censori!

venco

Mer, 21/09/2016 - 15:25

I vecchi parroci di campagna sono ben più saggi e tradizionalisti di Bergoglio che sembra un prete moderno di città, e pure tanto ignorante in tutto.