Nigeriana attacca bambino in un centro d'accoglienza, solo denuncia

Dopo una discussione nata per "futili motivi", la straniera ha afferrato una sedia per poi scagliarla contro il piccolo, ospite della medesima struttura di accoglienza

Tensioni in una struttura d'accoglienza di Canicattì (Agrigento), dove una giovane nigeriana in preda alla furia ha aggredito un bambino, ospite del medesimo centro, mandandolo in ospedale.

Il fatto, avvenuto nella giornata di ieri, ha portato le forze dell'ordine a spiccare una denuncia a piede libero nei confronti della straniera, che è stata segnalata alla procura della Repubblica. Secondo quanto riferito dalla stampa locale non si tratterebbe del primo episodio violento di cui si è resa protagonista la ragazza, appena 18enne, all'interno del centro di accoglienza.

Non sono state rese note le cause che hanno portato la nigeriana a perdere le staffe col bambino, gli inquirenti hanno riferito genericamente dei "futili motivi" alla base del gesto. Furiosa, la 18enne ha afferrato una sedia per poi scagliarla con violenza contro il piccolo. In difesa della vittima è prontamente intervenuta una delle educatrici presenti, presa a male parole ed addirittura minacciata dalla straniera, ancora fuori controllo.

Il bambino è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale "Barone Lombardo" (Canicattì) per effettuare degli accertamenti e per curare le lievi lesioni riportate. Per lui i medici hanno disposto una prognosi di 4 giorni.

La nigeriana, fermata dai poliziotti, se l'è cavata con una semplice denuncia a piede libero.

Commenti

Aegnor

Dom, 26/05/2019 - 18:58

Così si fa, bisogna fargli capire in tutti i modi che possono fare tutto quello che gli pare

kennedy99

Dom, 26/05/2019 - 20:00

aveva visto giusto il caro presidente della repubblica nigeriana che in occasione del delitto della povera pamela aveva detto che chi lascia la nigeria per venire in europa sono i piu criminali e delinquenti. a perfettamente ragione caro presidente questo glielo posso assicurare.!!!