Nigeriano si ribella ai controlli e colpisce poliziotto: arrestato

A Gallarate la Polfer scopre quattro nigeriani intenti a nascondere la droga. Uno di loro innesca una colluttazione.

Movimenti sospetti, qualcosa da occultare. E poi la scoperta: quattro nigeriani stavano nascondendo sostanze stupefacenti nel parcheggio vicino alla stazione di Gallarate, in provincia di Varese, riservato al personale ferroviario.

Ad accorgersi di quanto stava accadendo sono stati gli agenti del Comparto della Polizia Ferroviaria Lombardia della Questura di Varese che hanno visto e individuato gli africani mentre erano all’opera tra i posti auto.

Immediato l’intervento. Il quartetto è stato fermato e portato negli Uffici della Polfer per i controlli di rito. Uno dei nigeriani è stato trovato in possesso di 6,219 grammi di marijuana suddivisa in tre involucri di cellophane.

Ma le verifiche hanno suscitato anche la dura reazione da parte di un componente del gruppo che si è scagliato contro un poliziotto colpendolo: da qui è nata una colluttazione. L’uomo è stato arrestato per lesioni e violenza a Pubblico Ufficiale: processato il giorno successivo, è stato condannato a otto mesi di reclusione.

L’operazione rientra tra i servizi di controllo del territorio che svolge la Polfer le cui attività sono all’apice proprio in concomitanza con l’esodo estivo quando aumentano i viaggiatori che affollano le stazioni. Durante tale periodo, i poliziotti del Comparto hanno identificato 1704 persone, di cui 702 stranieri (irregolari 10 di questi ), hanno scortato 321 treni sul territorio e hanno arrestato tre individui. Ammontano a 60 le denunce a piede libero e a 25 le contravvenzioni elevate.

Altro servizio intensificato dalla Polizia ha riguardato lo smaltimento illecito di rifiuti. La scorsa settimana sono state sanzionate quattro ditte per inosservanza della normativa sui reati ambientali.