Noemi: "Diritti uguali per tutti, basta attese"

"Oggi nella mia borsa metto i diritti uguali per tutti". Noemi, prima di salire sul palco del Festival di Sanremo dove è in gara con il brano 'La borsa di una donna' dice la sua sul ddl Cirinnà

"Oggi nella mia borsa metto i diritti uguali per tutti". Noemi, prima di salire sul palco del Festival di Sanremo dove è in gara con il brano 'La borsa di una donna' dice la sua sul ddl Cirinnà. "L'amore è già di tutti, anche se alcuni, politici e pubbliche istituzioni, preferiscono fare finta di niente. Il momento per noi, per la mia generazione, per tutti noi, è ora".

"Dobbiamo dare la possibilità di esistere a tutti costituzionalmente, a tutti i figli di essere amati, indifferentemente dal sesso dei genitori. Tutte le coppie devono avere gli stessi diritti e doveri, non si può più aspettare, non si può più negare che esistano tante famiglie", aggiunge la cantautrice romana. Noemi non è d'accordo con chi non ritiene di dira la sua: "Esprimere una propria opinione è giusto oltre che segno in qualche modo di partecipazione e di dibattito per favorire il cambiamento. Si spera però che questo avvenga sempre nel rispetto degli altri, soprattutto da chi ci governa", conclude.

Commenti

Ilcamerata

Mar, 09/02/2016 - 23:03

Nella tua borsa mettici tutte le stronzate che dici così poi scoppia

Silvio B Parodi

Mer, 10/02/2016 - 03:21

noemi I diritti per tutti siii ma anche dei bambini che non credo siano contenti di avere due culattoni per papa;\'o due lesbiche per mamma. ma questi bambini nascono gia' orfani di uno dei due genitori. criminale.

Silvio B Parodi

Mer, 10/02/2016 - 03:22

diritti per tutti, ma anche doveri. e il dovere di voi e' di dare ad un bimbo PAPA' E MAMMA.NON DUE INVERTITI.

swiller

Mer, 10/02/2016 - 06:50

Secondo questa oca giuliva i bambini non hanno alcun diritto queste persone fanno letteralmente schifo sono dei depravati.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mer, 10/02/2016 - 09:00

Noemi......nel Sua borsa è LIBERA di mettere tutto quello che vuole. Pensi a regalare qualcosa di buono a chi ascolta la Sua musica, a chi acquista i Suoi CD ma se vuoLe parlare di Politica lo faccia senza sfruttare la Sua figura. Visto che parla di diritti, NULLA CONTRO al riconoscimento delle coppie di fatto, anzi, CONTRARIO quando si parla di figli......inserisca pure che una Donna affetta da Distrofia Muscolare, regolarmente coniugata, per lo STATO ITALIANO NON PUO' adottare alcun bambino. Si ricordi di inserire anche questo ma, ripeto, lo faccia al di fuori di una manifestazione canora. MI SONO SPIEGATO??

i-taglianibravagente

Mer, 10/02/2016 - 11:33

Questi pupazzi tossicodipendenti hanno gia' capito cosa devono dire e fare per portare al caso la pagnotta in questo mondo dove la PROSTITUZIONE INTELLETTUALE e' una conditio sine qua non ASSOLUTA.

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Mer, 10/02/2016 - 11:40

Cara Noemi, se per diritti intendi il riconoscimento legale e civile che sancisce l'unione di fatto fra due persone ADULTE E CONSENZIENTI, dello stesso sesso,allora siamo tutti d'accordo. Se per "diritti" intendi adozioni di bimbi innocenti o peggio ancora bimbi nati e comprati da donne rese gravide per procura , allora ti dico che stai difendendo non un diritto civile ,bensì un EFFERATO ABOMINIO, reso ancor più ODIOSO dal fatto che gente facoltosa sfrutterà gente bisognosa.

korovev

Mer, 10/02/2016 - 14:45

estiquaatsi.