Non è l'Arena, giornalista investito da posteggiatore abusivo

L'inchiesta di Non è L'Arena sul fenomeno dei parcheggiatori abusivi di Napoli, tra insulti e minacce

L'annosa piaga dei parcheggiatori abusivi è stata al centro dell’ultima puntata di Non è l'Arena, il programma condotto da Massimo Giletti su La7. Nella serata di domenica, la trasmissione ha dedicato ampio spazio al fenomeno, indagando sul malaffare in quel di Napoli (ma il fenomeno non è circoscritto alla sola città partenopea), dove i posteggiatori illegali sono numerosissimi.

L'approfondimento si è avvalso delle testimonianze di Francesco Emilio Borrelli, giornalista e consigliere regionale in Campania per "Davvero Verdi".

Borrelli è noto per il suo impegno contro la disonestà e nel servizio andato in onda sono stati trasmessi anche i filmati che lui stesso ha ripreso con il telefonino, in occasione dei suoi faccia a faccia – quasi "corpo a corpo" – con i parcheggiatori abusivi, che gliene dicono di tutti i colori. Dunque, il servizio dell'inviato Carlo Marsilli, che nel capoluogo campano ha rischiato di essere investito di proposito da un posteggiatore, innervosito dalla sua presenza sulla piazza.

Un servizio nel quale il cronista, così come Borelli, si becca gli insulti e gli improperi dei "furbetti".