"Per offendere non si può dire niente di peggio che Alfano. Alfano è la nuova capra"

Il critico d'arte Vittorio Sgarbi non le manda di certo a dire e in un'intervista a Radio Cusano Campus si è scagliato contro Angelino Alfano: "Quando vorrò mandare a quel paese qualcuno, dirò Alfano, Alfano"

Vittorio Sgarbi prosegue a distanza il suo duello con Angelino Alfano: "Questo è un governo incommentabile, è un governo Renzi senza Renzi".

Intervenuto su Radio Cusano Campus, la radio dell'Università degli Studi Niccolò Cusano, il critico d'arte non le manda di certo a dire. Le sue parole sono tutte per il nuovo ministro degli Esteri: "Alfano agli esteri? Ottimo, così è fuori dai coglioni. Non è un pericolo per l'Italia perché non avendo alcuna idea in zucca non può essere neanche dannoso. Ho pensato che siccome non si può dire niente di peggio rispetto ad Alfano, da oggi in poi invece di dire capra dirò 'Alfano'. Quando vorrò mandare a fare in culo qualcuno, dirò Alfano. Alfano! Una indicazione di assoluta nullità".

Dopo qualche minuto Sgarbi parla anche di Maria Elena Boschi, il nuovo sottosegretario alla Presidenza del consiglio: "Ho parlato con Renzi. Mi ha detto che siccome non hanno deciso quello che lui avrebbe voluto, come io gli suggerivo, e cioè un governo tutto nuovo, non capiva perché avrebbe dovuto togliere solo i suoi, visto che tutti hanno confermato i loro. Comunque ogni cosa che fa la Boschi per me va guardata con ammirazione e particolare attenzione".

E per concludere il suo discorso Vittorio Sgarbi fa anche qualche considerazione sul Natale. Il critico d'arte confessa di non aver mai una fatto una cena di Natale e lancia qualche battuta ironica. "Io sono nato l'otto maggio, non capisco perché fanno gli auguri a me per il Natale di un altro. Anche se Gesù è mio fratello, che cazzo c'entro io con il Natale? Le tombolate mi fanno cagare, fanno schifo, non vanno bene neanche per Angelino. Io evito due feste, il Natale e il Capodanno. A Capodanno è bellissima l'autostrada vuota, non c'è nessuno. Non ho mai fatto il trenino a Capodanno e non mai fatto neanche il conto alla rovescia, lo odio, che cagata pazzesca".

Commenti

buri

Mer, 14/12/2016 - 14:57

l'idea di sostituire la parola "capra" con "Alfano" mi piace, bravo Sgarbi, è sempre tagliente