Nei ministeri 734 dipendenti sono indagati per reati penali

I tre ministeri in cui si registrano i numeri più alti di procedimenti penali sono quelli dell'Interno, della Giustizia e della Difesa

Nei giorni scorsi sono arrivate all'Anac (Autorità nazionale anticorruzione) le relazioni dei responsabili anticorruzione della presidenza del Consiglio e di tutti i ministeri, in cui si dà conto di ogni procedimento avviato nei confronti di dipendenti accusati di condotte associabili a reato penale.

Come riporta l'Huffington Post, il quadro che ne esce non è certo dei più edificanti: nel 2016 i procedimenti aperti nei confronti dei dipendenti sono stati 734, trentadue in più rispetto al 2015. Se da una parte sono aumentati i procedimenti penali, dall'altra si è verificato anche un incremento delle "punizioni". Non solo i licenziamenti, che sono stati 89 contro i 76 del 2015, ma anche sospensioni non retribuite o destituzione per i militari.

I ministeri peggiori: Interno, Giustistia e Difesa

I tre ministeri che vantano più indagati sono anche quelli con il maggior numero di dipendenti: Interno, Giustizia e Difesa. I procedimenti avviati nei confronti di dipendenti dal Viminale sono stati 278, equamente divisi tra personale di polizia e personale civile, con una prevalenza del peculato tra i reati contestati. Tra gli indagati anche 153 vigili del fuoco volontari per reati assortiti tra peculato, concussione e corruzione.

Tra i dipendenti del ministero della Giustizia ci sono 167 procedimenti, la maggior parte nei confronti di dipendenti dell'amministrazione penitenziaria. Il ministero della Difesa chiude il podio con 113 procedimenti, dei quali 79 avviati contro civili e 34 contro militari.

Gli altri ministeri

A seguire il ministero delle Infrastrutture, con 86 procedimenti per reati in stragrande maggioranza connessi agli appalti, a sua volta seguito dal ministero degli Affari Esteri con 21 procedimenti e il tasso più alto di licenziamenti (otto, equivalenti quasi al 40 per cento). In doppia cifra anche il ministero dell'Economia, che ha avviato 19 procedimenti, e il Mibact, che ne ha avviati 18. Il Lavoro conta 17 casi, ma vanta l'incremento percentuale più forte se confrontato coi nove procedimenti del 2015, mentre è stazionario il ministero dello Sviluppo economico con dieci.

Per ciò che riguarda i ministeri restanti, i numeri sono esigui, con qualche perplessità di natura statistica circa il fatto che per il secondo anno consecutivo il responsabile del ministero delle Politiche agricole non abbia segnalato alcun caso, a dispetto del considerevole numero di dipendenti, tra i quali vanno inclusi anche gli effettivi corpo Forestale (circa 8.500) nel 2016 ancora in capo al Mipaaf prima dell'accorpamento al Carabinieri e quindi alla Difesa. Senza procedimenti anche il ministero della Salute, a differenza della presidenza del Consiglio, che registra un solo caso.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Lun, 23/01/2017 - 11:47

Che repubblica!! Fondata sulla resistenza.......

VittorioMar

Lun, 23/01/2017 - 12:21

..COSI' POCHI..??

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 23/01/2017 - 12:35

Poi qualcuno critica il "giustizialismo". Ma come si fa ad avere fiducia in una Amministrazione o nelle Istituzioni se sono piene di indagati, corrotti e condannati.

Duka

Lun, 23/01/2017 - 12:37

Bene Ma che cosa aspettate a mettere in galera Parlamentari, Ministri e tutto il resto della macchina dello stato. MA NON VEDETE QUANTO RUBANO???

Silvio B Parodi

Lun, 23/01/2017 - 14:36

Duka ma credi che tra di loro si mettono in galera????mettono te se non esci dal bar con lo scontrino del caffe' in mano, o se ti difendi da in migrante che sta' per derubarti, w l'italia di sinistra, dove ***I LADRI FANNO CARRIERA E GLI ONESTI VANNO IN GALERA***

mareblu

Lun, 23/01/2017 - 14:51

X DUKA qualcuno le avra' gia' risposto hhhaaaa! uuhhhaaaaa! ma LEI forse ancora non lo SA'! NOI PARLAMENTARI abbiamo carta BIANCA. e se non le bastasse ci siamo invrntati la privacy e pensa tu' piu' intelligenti di qualunque MAFIA l'IMMUNITA' parlamentare. Morale della favola! mafiosi e intoccabili!

agosvac

Lun, 23/01/2017 - 14:53

Egregio VittorioMar, sono "così pochi" perché i più furbi, la maggioranza, non si sono fatti scoprire!!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 23/01/2017 - 14:56

Quanti parassiti da mantenere.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 23/01/2017 - 16:42

CHE NAZIONE DI STOLTI VI RUBATE TRA VOI I SOLDI CHE NON STAMPATE MA COMPRATE, CHE IDIOTI !!

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 23/01/2017 - 17:07

Ecco spiegato perchè "LORO" continuano a chiamarlo il BELPAESE!!!!!AMEN.

cianciano

Lun, 23/01/2017 - 17:48

Mi sa tanto che tutto sia "fatto" di proposito....più ladri, più corrotti, piu truffatori, vuol solo dire più processi più giudici più personale, più stipendi, più tutto, di tutto e di più solo per gli addetti ai lavori, poi alla fine risultati ZERO ....di nuovo tutti al loro posto di lavoro. Alla faccia

unosolo

Lun, 23/01/2017 - 18:34

la mancanza di pene certe e dei controlli ha di fatto dato a chi vuole delinquere mille possibilità , lo si evidenzia con la facilità che un governo possa cestinare una sentenza senza applicarla come quella sulla legge Fornero , esempio viene dall'alto signori e i furti sulle pensioni oltre l'acquisto dell'aereo dimostrano la leggerezza con il quale si possono rubare soldi al popolo ,

Ernestinho

Lun, 23/01/2017 - 19:06

E quanti ne andranno in galera? NESSUNO!

Martinico

Mar, 24/01/2017 - 06:55

Fatte le debite proporzioni in rapporto agli abitanti, Superiamo di gran lunga la delinquenza del Bronx. Siamo proprio sicuri che non sia proprio questo quello che ci meritiamo? Continuiamo a lamentarci con mille bla bla bla ma abbassiamo la testa e cerchiamo di proteggere l'orticello che ci è rimasto che però presto ci porteranno via.... anche quello...