Non solo meningococco: le altre cause della meningite

Il meningococco non è l’unico responsabile dei casi di meningite: tutte le cause che provocano l'infiammazione delle meningi

Il meningococco non è l’unico responsabile dei casi di meningite, anche se è tra i più temuti. Le principali cause di questa infiammazione delle meningi, ovvero delle membrane che rivestono il cervello ed il midollo spinale, sono le infezioni virali, batteriche e fungine. La meningite può anche essere provocata da particolari farmaci o malattie. In generale, la meningite batterica non è molto comune. E nella maggior parte dei casi è molto grave e può mettere in pericolo la vita del paziente se non viene curata immediatamente.

Oggi, i principali batteri che possono causarla sono tre. Il primo è Neisseria meningitidis (o meningococco): si tratta dell’agente batterico responsabile della forma di meningite più temuta. Esistono numerosi sottotipi di meningococco, ma solo alcuni sono pericolosi per le conseguenze che possono comportare. In particolare, i sottotipi che possono produrre un’infiammazione a livello delle meningi, con esiti anche letali, sono: il meningococco A, il meningococco B, il meningococco C, il meningococco W135 e il meningococco Y. L’altro principale batterio responsabile della meningite è lo Streptococcus pneumoniae (o pneumococco). In genere, questo agente batterico causa infezioni a livello delle prime vie respiratorie, otiti e polmoniti. Può provocare meningite nei bambini e nei soggetti immunodepressi.

Infine, c’è il batterio Haemophilus influenzae di tipo B, che provoca generalmente otite, sinusite, polmonite e bronchite. Può determinare la comparsa di meningite solo in presenza di determinate condizioni immunitarie. La meningite virale, anche nota come meningite asettica, è invece molto meno rara e grave. Spesso non viene neanche diagnosticata perchè i suoi sintomi possono essere simili a quelli di una normale influenza. I virus che possono causare meningite includono: herpes simplex virus, herpes genitale ed herpes labiale, Enterovirus-virus di influenza dello stomaco, virus della parotite, Echovirus Coxsackie virus, herpes zoster virus, virus del morbillo, arbovirus virus dell’influenza HIV, virus del Nilo occidentale. Altre cause possono essere i funghi. La meningite criptococcica, ad esempio, è una forma fungina comune della malattia che colpisce le persone con deficit immunitari, come l’AIDS. Infine, la meningite può anche derivare da cause non infettive, come le reazioni chimiche, le allergie ai farmaci, alcuni tipi di cancro o di malattie infiammatorie come la sarcoidosi.

Commenti
Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 28/12/2016 - 13:35

Può infine derivare da contatto con portatori sani, la " meningitis belt" non suggerisce niente?

Raoul Pontalti

Gio, 29/12/2016 - 13:44

(oggi pubblichiamolo...) @centocinque non citare castronerie internettiane: la cintura della meningite sita in zona subsahariana non c'entra un fico secco con la meningite nostrana per ragioni cliniche, epidemiologiche e di agente eziologico assolutamente diverse. Innanzitutto il sierotipo in causa nella meningococcosi subsahariana è l'A (in Europa il B e il C), in secondo luogo la malattia in questa zona dell'Africa è a carattere epidemico (in Europa è sporadica) con forte caratterizzazione stagionale (stagione secca, mentre cessa improvvisamente con le piogge) e pluriennale (cicli decennali) e infine clinicamente è meno severa di quella europea. Da ultimo: nessun sierotipo africano è stato rinvenuto nei casi italiani.

FREEDOMACT

Gio, 29/12/2016 - 19:34

http://freedomact.altervista.org/spremersi-le-meningi-non-serve/