"Non troviamo casa perché siamo gay", la denuncia di una coppia

Due fidanzati di Torino non riescono a trovare un appartamento in cui andare ad abitare a causa della loro omosessualità

"La proprietà non vuole. Vuole una famiglia. Vuole qualcuno che stia a lungo. Io provo a ribattere...ma nella casa in cui sto sono quasi 8 anni... 'lo so Simone ma vuole una famiglia'. Questa la denuncia fatta su Facebook da una coppia di ragazzi gay.

È Simone Schinocca a scrivere un lungo post sul social per raccontare la propria difficoltà e quella del suo compagno nel trovare un appartamento in affitto dove andare ad abitare insieme. Si potrebbe pensare che la coppia non abbia i requisiti richiesti. E invece no. "Due tempi indeterminati (uno in una solida azienda con ottimo stipendio, uno per una compagnia teatrale, stipendio un bel po' più bassetto, ma pur sempre Tempo Indeterminato) - scrive Simone - e ottima referenza (Io: 'Stiamo iniziando a cercare una casa un po' più grande'. Padrona di casa attuale: 'Noooo, avete sempre pagato, mi lasciate una casa più bella di come l'avete trovata, mai nessun problema in quasi 8 anni'). Insomma nessun problema. Solo il fatto di essere gay. E a detta del ragazzo non è la prima volta che succede. "Ci era capitato già qualche mese fa, casa bella bella in via Cibrario - si legge ancora nel post - la vediamo alle 19.30 ultimo appuntamento. Chiamo agenzia alle 9 del mattino per fare la proposta dopo una notte a parlarne, sognar, far conti e prender misure dei nostri mobili. L'agenzia ci dice 'L'abbiamo affittata, abbiamo ricevuto una proposta (e io penso saranno stati aperti stanotte?!?) e voi non avete garanzie che invece l'altra coppia può garantire!' Non me l'aspettavo... penso può capitare... infondo ognuno è libero di dar casa propria a chi vuole".

Forse si tratta di un caso, o forse no ma le conclusioni di Simone nascondo indignazione e amarezza: "E pensare che volevamo cercare una casa più grande proprio per essere ancora di più famiglia, per ospitare quando volessero soprattutto pezzi di famiglia e se fosse capitato amici e amiche a cui vogliamo bene come fratelli e sorelle. Che tristezza... la discriminazione non è un concetto astratto. È qui... è ora... è ovunque dietro l'angolo".

Commenti

venco

Gio, 23/03/2017 - 14:11

Per questi c'è posto sotto i ponti.

Ritratto di Auramaga

Auramaga

Gio, 23/03/2017 - 14:21

Ma lasciate perdere buffoni. Io sola con 2 figli non posso ne comprare la casa ne affittarla perche' le mie garanzie non sono sufficienti! voi con due stipendi ve la danno tutti una casa. tanto chi viene a guardare cosa fate nella camera da letto ? e soprattutto ma chi se ne frega di quello che fate nella camera da letto !

STEFANOZOPPI

Gio, 23/03/2017 - 14:32

Sicuramente una storiella montata ad arte per sostenere la favola dell'omofobia montante , anche il Giornale si adegua . Comunque se fosse vero tanto di cappello ai proprietari della casa che hanno ancora un codice morale e dei valori che tanti hanno smarrito.

Libertà75

Gio, 23/03/2017 - 15:26

"infondo ognuno è libero di dar casa propria a chi vuole" - e lo dice lui stesso... non ci vedo discriminazione, ognuno può far quel che crede dei propri beni

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 23/03/2017 - 15:42

Non siete gli unici. Compratela, come fanno gli altri.

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 23/03/2017 - 16:04

A Torino, anch'io avevo un impiego a tempo indetrminato ma non mi fittavano la casa perché ero diverso, ero un meridionale. Cambiano i tempi ma non le teste piene di escrementi!

Ritratto di Trasibulo

Trasibulo

Gio, 23/03/2017 - 16:15

Questi sono i veri drammi di oggi, altro che Isis, crisi economica, disoccupazione giovanile e delinquenza!

Totonno58

Gio, 23/03/2017 - 16:28

Auguro di cuore alla "signora" di ritrovarsi con la casa sfitta...

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 23/03/2017 - 16:31

quello della compagnia teatrale si fa mantenere dall'altro. è il classico clichè delle coppie gay. polemica montata ad arte per passare da perseguitati (e anche questo è un clichè), i gay mi han rotto gli zebedei (licenza poetica)

gneo58

Gio, 23/03/2017 - 16:44

provate da papa francesco o da qualcuno alla camera o al senato!

frabelli1

Gio, 23/03/2017 - 16:47

Non mischiamo le cose. Il fatto di essere omosessuali (basta con gay) non c'entra nulla. Vogliono affittare l'appartamento per un lungo periodo, per questo scelgono una famiglia. Verissimo che gli omosessuali, curano moltissimo la loro abitazione, testimone del fatto che mia figlia col suo compagno hanno acquistato un appartamento a Milano da loro perché... si sono lasciati. L'appartamento è tutto ristrutturato con molta cura, quindi non è per questo che non affittano la casa a loro. Anche se fosse andato un ragazzo o una ragazza in coppia, non l'avrebbero affittato, proprio perché chi l'affitta, vuole farlo per lungo tempo. Una coppia non da questa certezza.

Popi46

Gio, 23/03/2017 - 16:51

Non capisco perché si possa essere liberi di dichiararsi gay e non si possa essere liberi di dichiararsi scettici nei loro confronti

emigratoinfelix

Gio, 23/03/2017 - 17:39

chiunque ha diritto di disporre del suo immobile come meglio crede o no?

cir

Gio, 23/03/2017 - 18:10

piuttosto che affittare la mia casa a due che si in...ano metto le capre dentro.

laura bianchi

Gio, 23/03/2017 - 18:22

Premesso,che non ho nulla contro i gay,ma contro le varie lobby edi conseguenza con chi pretende di adottare,dei bimbi,che a mio modesto parere,hanno e continuano ad aver bisogno,(come natura vuole) di un padre e di una madre,mi fa specie che il signor @totonno,con tutti i gravi problemi che affliggono questo Paese,non commenti altri articoli,davvero importanti degni di nota, ma si soffermi su cose, futili,che riguardano il pampero e i gay.ps non abbia timore,essere gay,in fondo non è una colpa.TRANQUILLO.

Anonimo (non verificato)

rossini

Gio, 23/03/2017 - 19:44

Certo, volevano una casa più grande per ospitare amici e amiche della loro stessa risma e fare così una FAMIGLIA ALLARGATA.

africano

Gio, 23/03/2017 - 19:54

Francamente non ci trovo nulla di strano. Anche io non affitterei a due gay. Basta leggersi dati e statistiche per capire quali e quante malattie pericolose possono portare con la loro vita sessuale sfrenata e sudicia.

africano

Gio, 23/03/2017 - 19:57

Francamente non ci trovo nulla di strano. Anche io non affitterei a due gay. Basta leggersi dati e statistiche per capire quali e quante malattie pericolose possono portare con la loro vita sessuale sfrenata e sudicia.

rudyger

Gio, 23/03/2017 - 20:03

Non è il problema di due gay ma quello che si porteranno dentro tanti loro amici per certe baldorie....

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Gio, 23/03/2017 - 20:58

Compratevela.

ziobeppe1951

Gio, 23/03/2017 - 23:00

Totonno 58...sapessi a quanti italiani eterosessuali le istituzioni a regime sinistrato, non danno la casa "pubblica" solo perché???...sono ITALIANI!!!..se i gay si sentono discriminati..la casa "pubblica" la chiedano al tuo regime rosso

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Ven, 24/03/2017 - 07:10

Letto su una vignetta tempo fa:"pronto, pasticceria islamica di Vattelappesca.Si buongiorno, vorrei una torta con l'immagine della vignetta di Charlie Hebdo su Maometto...e sì, me la DOVETE fare..." Chi vuol intendere intenda...

Martinico

Ven, 24/03/2017 - 07:58

Non ostinatevi, passate otre e trovatevi un altra collocazione. A chi non vi ha affittato casa, probabilmente preferisce essere occupata da qualche famiglia Rom.

elalca

Ven, 24/03/2017 - 08:07

essere gay non è un vantaggio ma essere "totonno58" è certemente un danno

il sorpasso

Ven, 24/03/2017 - 08:13

Credo che ogni proprietario sia libero di affittare a chi vuole.

ruggerobarretti

Ven, 24/03/2017 - 08:24

Due stipendi sicuri!!!! Perché invece di pagare un affitto non vi fate un bel mutuo e ve la comprate la casa???

giovanni951

Ven, 24/03/2017 - 08:57

non é che devono piacere a tutti per forza....e per fortuna uno affitta a chi vuole

Ritratto di Auramaga

Auramaga

Ven, 24/03/2017 - 10:00

non e' perche' siete gay, ma perche' siete italiani!

Cheyenne

Ven, 24/03/2017 - 10:21

FANNO BENISSIMO LA FAMIGLIA E' UN'ALTRA COSA

cgf

Ven, 24/03/2017 - 10:33

beh... io in passato (altrove) mi sono visto rifiutare appartamenti benché per periodi brevi, ma pur sempre ben pagati, perché cristiano e non mussulmano, mica l'ho fatto sapere a tutti.

Totonno58

Ven, 24/03/2017 - 12:36

Ai simpatici buontemponi che mi citano dico che non merito tanto e che, leggendo la smentita della signora e l'impegno dell'agenzia a proporre alla coppia gay un altro tipo di appartamento (dato che quello in questione era più adatto per una coppia con bambini), si capisce che non c'è stata discriminazione omofoba...peace&love!:)

pioneer

Ven, 24/03/2017 - 13:08

Gli omosessuali sono tanto di destra quanto di sinistra, ci sono puliti e meno puliti, bravi e meno bravi: sono semplicemente esseri umani, come tutti, a prescindere dalle tendenze sessuali. L'articolo non fa altro che evidenziare una discriminazione basata su pregiudizio, ignoranza, fanatismo, isteria e provincialismo. Tutto qua.

pioneer

Ven, 24/03/2017 - 13:32

Gli omosessuali sono giudicati come gli immigrati: tutti martiri per i comunisti, tutti criminali per i fascisti! Cosa vi fa credere che una coppia etero non vi distrugga l'appartamento, non faccia festini o vi paghi sempre l'affitto meglio di una regolare coppia omosessuale, che ha tutto l' interesse a farsi apprezzare? Ma la usate la testa?

pioneer

Sab, 25/03/2017 - 13:07

comunque non credo che il rifiuto sia dovuto al razzismo, ma solo alla vergogna di affittare ad omosessuali. allora se un paese manifesta una simile livello di grettezza e provincialismo nel ventunesimo secolo, non puo' avere futuro. infatti sembra destinato al declino morale ed economico.

Libertà75

Lun, 27/03/2017 - 11:50

@pioneer, va bene essere omosessuali, ma non è che esserlo vi renda più intelligenti degli altri. Secondo lei c'è più moralità nell'affittare casa ad una coppia gay anziché ad una famiglia (coppia etero con figli)?. Vede dove sta il nostro declino? che voi dovete pensare di essere la crema morale e intellettuale di questo paese, invece siete persone come gli altri, uguali a tutti... e tutti hanno i loro problemi, chi di lavoro, chi di peso, chi di bellezza, ecc... non siete vittime più degli altri, ma siete vittime come tutti gli altri!