"Non voglio andare a scuola": riceveva minacce su WhatsApp

Il 12enne vittima di bullismo, i genitori denunciano la vicenda al Provveditorato

Un'altra vicenda di bullismo anche via WhatsApp è stata scoperta a Padova, dove un ragazzino aveva deciso di non andare a scuola. Quando i genitori hanno indagato sul motivo del diniego hanno denunciato subito la cosa al Provveditorato.

Il 12enne era infatti vittima di continue vessazioni da parte de compagni di classe che lo insultavano e lo prendevano in giro, gli rubavano la merenda e sul telefono scrivevano quotidianamente frasi come "Non sei un umano", "Chi vuole aderire alla sua impiccagione?", "Vengo e ti do fuoco alla casa", con tanto di riferimenti religiosi e sessuali.

Commenti

buri

Dom, 24/05/2015 - 19:31

risultato dell'educazione attuale, permissivismo e guai a toccare il proprio figlio, su rischia la denuncia per maltrattamento in famiglia o l'eccesso di mezzi di punuzione, così cresciami una massa di piccoli delinquenti

Gianluca_Pozzoli

Gio, 01/09/2016 - 15:45

alcuni ragazzini sono espressione del male...dovrebbero imparare che al mondo non ci sono solo loro e che occorre rispettare tutti...purtroppo questi mocciosi vessatori vogliono fare nel piccolo i "piccoli renzi"