Il nonno di Loris: "Non l'ho ucciso io"

Andrea Stival, nonno di Loris: "Non ho ucciso Loris, lui era una parte di me. Sono pronto a confrontarmi con Veronica in carcere"

"Non ho ucciso Loris, lui era una parte di me. Sono pronto a confrontarmi con Veronica in carcere". Lo afferma Andrea Stival, nonno di Loris, il bambino ucciso a Santa Croce Camerina il 29 novembre 2014, in un'intervista che sarà trasmessa stasera a Porta a Porta di cui è stato anticipato il contenuto.

Per il delitto è stata arrestata la madre Veronica Panarello che recentemente davanti ai periti ha accusato l'uomo di essere stato il suo amante e di avere ucciso il bimbo per tenere nascosta la relazione. Andrea Stival si è detto pronto a presentare denuncia per calunnia.

Commenti

Giorgio Rubiu

Mer, 17/02/2016 - 06:47

Veronica ha dato troppe versioni;questo induce a pensare che esse (tutte o alcune) siano bugie.Ma,anche se quest'ultima versione fosse la verità,il confronto tra i due non servirebbe a niente a meno che uno dei due non potesse fornire prove irrefutabili.Chi potrebbe confermare o ricusare la versione della madre (o del nonno!) sarebbe Loris.Io ho sempre pensato (prima che la sorella di Veronica lo dicesse) che Loris sia stato ammazzato per avere visto qualcosa di compromettente che non avrebbe dovuto vedere.E,se l'ultima versione fosse la verità,il bambino avrebbe visto qualcosa che più compromettente di così non potrebbe essere.

Oraculus

Mer, 17/02/2016 - 10:03

Se Andrea Stival e' stato veramente l'amante di Veronica allora il cerchio si puo' chiudere con una certa credibilita'...a Veronica svelare almeno un "segreto" dell'anatomia del...nonno Andrea...coraggio Veronica!!...almeno un particolare...che lo possa inchiodare per quello che lui...nega!!.