Nonno pusher a 83 anni arrestato per spaccio di cocaina a Sanremo

Gli agenti della squadra mobile di Imperia sono intervenuti, dopo aver notato uno strano via vai di tossicodipendenti nei pressi della sua abitazione. Tra questi pure il settantenne, anch’egli pregiudicato

C’è chi, in pensione, trascorre ore davanti ai cantieri oppure passa il tempo con i nipotini alle giostre e chi, invece, spaccia cocaina. E’ il caso di un ottantatreenne originario della provincia di Palermo, ma abitante a Sanremo, che è stato arrestato dalla polizia, poco dopo aver ceduto un grammo e mezzo di polvere bianca, pensate un po’, a un settantenne della città dei Fiori.

Come si dice: “il lupo perde il pelo, ma non il vizio”, visto che l’anziano pusher è pregiudicato per reati specifici e neppure l’età della saggezza è valsa a riportarlo sulla retta via. Gli agenti della squadra mobile di Imperia sono intervenuti, dopo aver notato uno strano via vai di tossicodipendenti nei pressi della sua abitazione. Tra questi pure il settantenne, anch’egli pregiudicato.

Gli investigatori si sono appostati davanti casa del pensionato, in zona San Martino, quando hanno visto il cliente salire a casa. Hanno così atteso che scendesse per entrare in azione. Il risultato è stato garantito. Con sé aveva la droga appena acquistata.

Scatta una perquisizione a casa dell'ottantatreenne e gli agenti scoprono che deteneva altri due grammi e mezzo di cocaina, oltre al materiale per il confezionamento della droga, una bilancia di precisione elettronica da cucina e diverse centinaia di euro in contanti, in banconote di vario taglio.

Come se non bastasse, c'erano pure 20 orologi di varie marche, contenuti all'interno di espositori da negozio con cartellino di vendita, di probabile provenienza illecita. Tutta la merce è stata sequestrata.