Nordafricano la adesca su Fb: ​17enne violentata a Bergamo

Conosciuta su Facebook, lo straniero le ha strappato un appuntamento. E, quando la ragazzina si è presentata, le è saltato addosso e l'ha violentata

Ancora violenze sessuali perpetrate ai danni di ragazzine. Una 17enne è stata stuprata da un giovane nordafricano che la aveva adescata su Facebook. È bastato qualche messaggio scambiato in una chat anonima per permettere allo straniero di strappare un appuntamento alla ragazza. ma, quando questa si è presentata, il 18enne le è saltato addosso e l'ha violentata.

I due hanno cominciato a chattare, poi si sono scambiati i numeri di telefono e sono passati a conversazioni su WhatsApp. Lui ha cominciato a chiedere un incontro ma lei preferiva di no. Finché una settimana fa il ragazzo, un diciottenne nordafricano che vive nella Bassa Bergamasca, è riuscito a strapparle un incontro. "Sono di passaggio nella cittadina in cui vivi tu - le avrebbe detto - possiamo vederci". Dopo numerose insistenze la 17enne ha accettato ma è stato proprio nel corso dell'incontro che lo straniero l'ha brutalmente stuprata.

Per qualche giorno la ragazza non ha avuto il coraggio di diro a nessuno quello che le era capitato, finché ha deciso di confidarsi con un'amica. È stata questa a convincere la 17enne a parlarne con una insegnante che, a sua volta, l'ha spinta a parlarne con i genitori. Sporta la denuncia, gli agenti stanno cercando di rintracciare lo stupratore.

Commenti

maurizio50

Ven, 20/11/2015 - 11:14

Io mi domando come sia possibile che ragazze di diciassette anni possano incontrare beatamente nordafricani o arabi o comunque soggetti di tal genere, pensando di aver a che fare con gente normale: Per questi trogloditi, se una donna ti incontra, vuol significare che è disponibile a tutto. E secondo il costume di costoro, il tutto include pure la violenza sessuale!!!

giovauriem

Ven, 20/11/2015 - 12:16

la "ragazzina" non ha visto che era di altra razza ?

mariod6

Ven, 20/11/2015 - 12:29

Ma benedetti ragazzi, volete capirlo che I social networks sono la riserva di caccia di questi e di altri selvaggi che se ne servono per I loro sporchi traffic, coperti dall'anonimato e dal falso senso di sicurezza che viene creato dalla convinzione che tanto sono solo "chat"?? Sveglia bambini!!! A 17 anni una donna deve essere cosciente che é una preda per questi assatanati che non hanno nessuna remora a comportarsi come é loro abitudine, cioé da bestie. Che poi siano bianchi o neri o gialli o a pallini non fa nessuna differenza.

Boogieman

Ven, 20/11/2015 - 12:57

In queso caso la razza non ha importanza, non è concepibile che ad una 17enne passi per la mente di incontrare qualcuno mai visto e ne conosciuto da sola ed a quanto sembra in un posto isolato... Che poi tizi così vadano acchiappati e, diciamo, "resi inoffensivi", a prescidere da razza colore e cittadinanza, è un sogno che non oso sperare si avveri

emigrante48

Ven, 20/11/2015 - 13:49

Per queste ragazze o donne che accettano di incontrare sconosciuti, dopo alcuni contatti in FB o oltri blog chiamati "social", specialmente in posti isolati o poco frequentati, non ho alcuna pena!Se la sono cercata! Che poi tipi che approfittano dell´ingenuitá di queste donne per usare loro violenza (forse), debbano essere presi e puniti (castrarli sarebbe il certo)é altro assunto. Attenzione, non discrimino, perché questi bastardi sono di tutte le razze!

Rossana Rossi

Ven, 20/11/2015 - 15:26

Tranquilli....è solo una risorsa che, poverina, aveva bisogno di divertirsi....per i nostri pseudo-giudici sarà colpevole solo la ragazza che imprudentemente si è fidata...........e lo schifo continua...........

Giampaolo Ferrari

Ven, 20/11/2015 - 16:14

Le signorine sono avvisate.

elena34

Ven, 20/11/2015 - 17:17

E poi si sostiene che i giovani sono piu' svegli di quelli delle generazioni passate! Incredibile

Palladino

Ven, 20/11/2015 - 18:20

Ma perché ci è andata all'appuntamento? Ragazzine occhio,i social web molte volte sono trappole micidiali.Attente.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 20/11/2015 - 18:26

Poverina,molto probabile anche lei si è fatta influenzare dalle sirene cattoprogressistecompagncomuniste che oltre ad essere un VELENO per la società ti annebiano o annullano la percezione del pericolo ne trattare con queste bestie, siamo tutti uguali, sono risorse, ci pagheranno le pensioni, saranno il nostro bastone della vecchiaia, vanno integrate, vanno aiutate , vanno capite.....!!!!si si si te lo ha dato lui tutto il comprendonio.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Sab, 11/06/2016 - 21:15

Dopo il fiume di balle buoniste su accoglienza integrazione pacibuonismo e bla bla bla bergoglionate e teorie sinistre, quante ragazzine si trovano bendisposte verso le merde Afrorisorse? Ora magari, capirà le ragioni di un sano spirito identitario e voterà estrema destra...