La nuova Lineabold Selfie

Fatti un selfie e mettilo in borsa: questo il passaparola più cool tra le fashionistas internazionali che apprezzano le idee più innovative del made in Italy. E in particolare quelle firmate Piero Guidi che ha recentemente presentato con successo la sua ultima sfida. «Massima personalizzazione e alta tecnologia sono stati i punti di partenza della nuova Lineabold Selfie nata per celebrare il proprietario» spiega Giacomo Guidi, 40 anni, direttore artistico dell'azienda che produce all'anno circa 400mila borse, oltre all'abbigliamento. L'ultima sfida, la più audace, la lancia Lineabold, una collezione nata negli anni Ottanta. «Sono stati anni contradditori e difficili per certi versi, ma di fortissimo impatto sulla nostra creatività: sempre più persone chiedono oggetti belli, raffinati e griffati. Le città diventano metropoli: si viaggia, si cerca il successo, ci s'incontra nei locali di tendenza e si stringono amicizie, la società diventa freneticamente cosmopolita» racconta Guidi spiegando come la sua azienda avesse trovato e interpretato prima di molti altri l'essenza di questa epoca, raccogliendone gli aspetti positivi e creando una collezione per i nuovi cittadini del mondo con prodotti fuori dagli schemi, originali e funzionali al tempo stesso. Tratti distintivi: il nero e la celebre targhetta in metallo in cui, fino a poco tempo fa, era possibile incidere il proprio nome e indirizzo. D'ora in poi, invece, la si può personalizzare con il proprio selfie, l'autoritratto, ma anche la foto del proprio amico a quattro zampe, l'immagine dei propri bambini, un disegno o qualsiasi altra figura sia espressione della persona. Il tutto condivisibile sui propri social network. «Non si tratta di uno stupido gadget ma di un gesto con un forte impatto psicologico. Tutti i nostri clienti hanno manifestato entusiasmo, dai tedeschi agli orientali, dagli americani ai nordici, agli italiani, i mercati hanno apprezzato un'idea intelligente per comunicare la propria personalità» dice l'art director dell'azienda di Urbino. «La nuova Lineabold Selfie rappresenta in modo eloquente la nostra filosofia che oltre ai valori di un prodotto fatto con la cura artigianale che ci contraddistingue, esprime anche lo spirito di un'epoca» sottolinea Giacomo che confida sul gradimento di questa proposta realizzata in sedici modelli, in pelle ma anche in nylon, un materiale esclusivo, resistente a ogni stress, anti graffio e anti strappo, impermeabile e quindi nato per viaggiare. E pensando proprio ai viaggiatori, Guidi ha predisposto varie possibili targhette su una sola sacca, per poter ospitare anche foto dei luoghi del cuore, quello che una volta facevano le cartoline. I rivenditori, oltre 400 in Italia, sono allertati: alle clienti che acquisteranno una borsa Lineabold Selfie - dai 250 ai 320 euro - verrà offerta gratuitamente la possibilità di inviare in azienda l'immagine da riprodurre. «Su questa borsa, ci mettiamo la faccia», conclude Guidi e c'è da scommettere che saranno in tanti, nel mondo, a farlo.