Nuovo codice della strada: maxi multa per chi usa telefonino alla guida

Norme più stringenti sull'uso dello smartphone alla guida: fino a 1.700 euro di multa e sospensione della patente in caso di recidiva. Ecco tutte le novità

In arrivo nuove regole (ancora più stringenti) per tutti gli automobilisti: sta per cambiare il codice della strada. In particolare, alla Camera dei Deputati è all'ordine del giorno la votazione per le norme di sicurezza che andranno a interessare soprattutto l'utilizzo del telefono cellulare alla guida e l'eccesso di velocità.

Tra le nuove norme per la sicurezza infatti c'è un inasprimento delle multe per chi viene sorpreso con lo smartphone in mano mentre si trova alla guida: si parla di un aumento da 422 a 1697 euro e di sospensione della patente fino a tre mesi in caso di recidiva. L'uso del cellulare alla guida è, con l'alta velocità, la principale causa di incidenti sulle strade italiane. Il telefono in auto può essere utilizzato solo con l'auricolare, in vivavoce oppure attraverso i comandi vocali dell'auto. Quando si è alla guida è infatti vietato tenere il cellulare con una sola delle due mani, anche se si è fermi nel traffico oppure al semaforo.

Oltre alle multe più salate per gli automobilisti che usano il telefono al volante, a breve dovrebbero diventare legge anche altre modifiche, ecco quali.

A partire dal 2024, saranno obbligatorie le cinture di sicurezza anche a bordo degli scuolabus. Non solo su automobili e mezzi privati quindi ma anche su i bus che trasportano i più piccoli a scuola dovranno essere allacciate le cinture. Per tutelare gli studenti, i Comuni dovranno istituire inoltre le Zone scolastiche. Nelle vie limitrofe agli istituti scolastici, la velocità dovrà essere limitata a 30 chilometri orari almeno durante l'entrata e l'uscita degli alunni. Le norme in fase di votazione prevedono anche la possibilità di realizzare nei Comuni attraversamenti pedonali rialzati ad altezza marciapiede. In questo modo le auto saranno costrette a prestare attenzione e rallentare. Un'altra novità riguarda la possibilità per i Comuni di fare uso delle bande sonore sulle strade per far diminuire agli automobilisti la velocità.

Le modifiche al Codice della Strada riguarderanno, come riporta Leggo, pure il sorpasso delle biciclette: quando si supera un ciclista, sarà obbligatorio mantenere una distanza laterale di sicurezza di almeno un metro e mezzo.

Respinta invece la proposta firmata dall'intero gruppo della Lega di elevare da 130 a 150 il limite di velocità nelle autostrade a tre corsie. L'idea è stata bocciata e non risulta alcuna modifica ai limiti di velocità su alcun tipo di strada.