Obbligo di firma, si presenta in questura con lo scooter rubato

In attesa di un processo per ricettazione doveva firmare in questura tre volte a settimana. L'ultima volta ci è andato guidando contromano a bordo di uno scooter risultato (anche questo) rubato. Nuova denuncia per ricettazione

Diciamo che non è stata proprio una buona idea quella del tunisino di 44 anni che, sottoposto all'obbligo di firma, si è presentato in questura a bordo di uno scooter rubato, per giunta guidando contromano. Il fatto è accaduto a Firenze. Paradossalmente l'uomo era sottoposto al provvedimento restrittivo (l'obbligo di firma) proprio per la ricettazione di un motociclo. Nel marzo 2015, infatti, era stato sorpreso dalla polizia a bordo di un motociclo provento di furto. Sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per il reato di ricettazione, in attesa degli esiti del processo il tribunale di Firenze, ne aveva disposto l'obbligo di firma presso gli uffici della questura per tre giorni a settimana.

Ieri sera il 44enne si è presentato puntuale in sella ad un Honda Sh percorrendo un tratto di strada contromano. Pensando di non essere stato notato, ha parcheggiato il mezzo a circa 200 metri dagli agenti ai quali però non è affatto sfuggita la scena.
Così in pochi attimi i poliziotti hanno accertato che il ciclomotore era stato rubato a Firenze lo scorso gennaio. Lo scooter è stato restituito al legittimo proprietario, mentre per lo straniero è scattata una nuova denuncia per ricettazione.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 13/02/2016 - 19:21

Quante denunce dovranno "scattare" per riuscire a RISPEDIRLO al suo PAESE??? Half-ANO prego rispondi!!! Se vedemuu.

menteaperta

Sab, 13/02/2016 - 21:23

Mamma mia che paura che avrà avuto..., la prossima volta verrà con un SUV rubato statene tranquilli,se era italiano lo avrebbero rinchiuso.Non bastavano i nostri delinquenti,...c'è ancora posto per altre risorse,venghino signori venghino in italia.

routier

Dom, 14/02/2016 - 08:52

E' lo specchio dell'Italia attuale e delle sue 150.000 (centocinquantamila) leggi! Quasi tutte impunemente violate! A solo titolo di confronto: Gran Bretagna, 3000 leggi; Germania, 5.500 leggi; Francia, 7.000 leggi! CORRUPTISSIMA RE PUBBLICA PLURIMAE LEGE (in uno Stato corrotto le leggi sono moltissime. Publio Cornelio Tacito)

Ritratto di frank60

frank60

Dom, 14/02/2016 - 09:44

Brrr che paura!Una denuncia a piede libero...

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 14/02/2016 - 09:58

E poi non siamo una naziona da barzelletta alla faccia dei comunisti che ci governano che usano per loro la parola, seri.

Albius50

Dom, 14/02/2016 - 10:44

Il magistrato di turno probabilmente aveva già compilato l'atto x denuncia a piede libero, doveva mettere soltanto la data e la targa.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Dom, 14/02/2016 - 10:46

Chiara dimostrazione di quanto le risorse ci prendano sul serio, e purtroppo a ragione. Dopo un anno (da marzo 2015) siamo ancora in attesa degli esiti del processo. Quando, fra dieci anni, sarà concluso, anziché ad una settimana di carcere con la condizionale, avendo ricevuto una seconda denuncia, sarà condannato a 15 giorni, sempreché non intervenga una amnistia o un decreto svuotacarceri. Ma almeno la multa per guida contromano gliela hanno fatta? E la pagherà? O sarà notificata al proprietario del motorino?

bruco52

Dom, 14/02/2016 - 12:11

si sentono al di sopra della legge, sicuri di scamparla, perché hanno capito come funziona la giustizia qui da noi....rimandarlo, a piedi, a casa sua, no?

franco-a-trier-D

Dom, 14/02/2016 - 13:39

in Italia si può fare questo mica uno viene punito per questo.Lasciano ai domiciliari gli assassini figuriamoci questo.