'Ocean Viking' lascia Marsiglia E l'Ong sfida l'Italia (e Salvini)

Partita la nuova missione della Ocean Viking. Ha lasciato il porto francese e in pochi giorni sarà davanti la Libia

La Ocean Viking, nuova nave noleggiata dalle ong "Sos Méditerranée" e "Médecins sans Frontières", ha lasciato poco fa il porto francese di Marsiglia per la sua prima missione di salvataggio di migranti al largo della Libia. La Ocean Viking adesso andrà ad affiancare la Open Arms e la Alan Kurdi che si trovano al centro del Mediterraneo e che hanno già salvato alcuni migranti. Va sottolineato nel caso di Msf e di Sos Mediterranée che il ritorno in mare è stato possibile anche grazie alla donazione ricevuta dal Comune di Parigi: circa 100mila euro. La decisione di aprire il portafoglio a favore dell'ong è arrivata nella stessa giornata in cui proprio il comune della caputale francese ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria alla capitana della Sea Watch che ha speronato una motovedetta della Guardia di Finanza, Carola Rackete. La nave di fatto può ospitare fino a 300 persone e sull'immenso ponte è stato costruito un vero e proprio ospedale galleggiante. A bordo poi ci sono anche una "imbarcazione di salvataggio rapido lanciata da gru (FRC SOLAS)", due "gommoni di salvataggio rapido varate da gru (tipo RHIB)" e una barca "di salvataggio gonfiabile", hanno fatto sapere i responsabili della Ong. C'è tutto ciò che serve per lanciare nuovamente la sfida al governo italiano e alla sua politica di porti chiusi.

La nave è salpata da Marsiglia che finora resta solo un porto di partenza e non di arrivo. Infatti la Francia, sia al vertice di Helsinki che a quello di Parigi di qualche settimana fa, ha rivendicato il principio del "porto vicino più sicuro". Un principio questo che di fatto non spalanca le porte ad una collaborazione tra Stati Ue per la redistribuzione dei migranti. Il primo porto di sbarco, spesso, è quello di Lampedusa o di Pozzallo. Una circostanza che autorizza poi gli altri Paesi Ue a impegnarsi solo su base volontaria per l'accoglienza dei migranti. Su questo punto si giocherà la prossima battaglia in Ue tra l'asse franco-tedesco e quello italo-maltese.

Commenti

Alfa2020

Dom, 04/08/2019 - 23:50

ma dll 1 dll bis ma che servono con i magistrati che abbiamo

Alfa2020

Dom, 04/08/2019 - 23:52

finche non chiudono quella questura di agrigento siamo messi male

Blueray

Lun, 05/08/2019 - 00:50

Intanto La Ala Kurdi alle 00.32 sta navigando a 7,2 kn in direzione 219° apparentemente diretta verso Zuwarah, avendo abbandonato l'isola di Malta dove non ha peraltro attraccato. Open arms invece attende in acque internazionali a circa 20 nm dal limite delle ns acque in prossimità di Lampedusa. Si guarda bene dal dirigersi in Spagna e attende, presumibilmente, che la situazione umanitaria a bordo divenga ingestibile (per poi forzare il blocco in stile Carola?)

Blueray

Lun, 05/08/2019 - 01:09

Disponiamo di 58 navi da guerra, armate di tutto punto, più una ventina di supporto. Ce ne saranno un paio da mettere alle calcagna di queste sciagurate ong per far capire "con le buone" che non siamo la discarica dell'Africa? C'è infatti il rischio che le navi noleggiate non possano essere confiscate e che quindi vengano eluse le norme anti ong.

Angelo664

Lun, 05/08/2019 - 08:17

Non ci sono possibilita' di usare gli incursori della Marina Militare ?

01Claude45

Lun, 05/08/2019 - 08:20

Dove sta il problema? Se la/e nave/i NON si attengono alle direttive degli stati, in particolare dello stato italiano, una "caramella" sotto la linea di galleggiamento, recupero e rimpatrio dei clandestini, recupero e GALERA per direttissima (15 anni senza processi), attesa di qualche ora e la "grandeur" di Ocean Viking diventa un brutto ricordo. Idem per le altre.

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Lun, 05/08/2019 - 08:20

A mio parere dietro questo progetto d'invasione pervicace e reiterato c' è un accordo transnazionale con a capo la chiesa che teme l'oblio e la scomparsa nel nulla della sua storia salvo trasformare la popolazione in meticciato amorfo, povero e ignorante. In tacito accordo con la grande industria che vuole manodopera a basso costo e consumatori a basso tasso intellettuale. Gran bel connubio davvero.

Reip

Lun, 05/08/2019 - 09:04

La ONG in questione non sfida Salvini, sfida gli Italiani! Far sbarcare in Italia centinaia di disperati, conveniente carne da macello, disposti a tutto pur di lavorare, portatori di miseria disperazione, fame, violenza e malattie, non danneggera’ Salvini, ma noi comuni cittadini! Qui non si tratta di ONG che sfidano Salvini, si tratta di organizzazioni corrotte e criminali che attentano alla vita alla liberta’ e alla sicurezza di noi e dei nostri figli! Chi piangera’ stupri e omicidi, non sara’ Salvini piuttosto qualche italiano sfortunato, che di notte magari si e’ trovato costretto ad andare a soccorrere la sua bambina in qualche pronto soccorso, teovandola su una barella con il volto tumefatto e i sederino rotto da qualche gang bang nigeriana poco integrata nel nostro tessuto sociale! Le ONG calpestano il voto democratico di milioni di Italiani che hanno votato anche il programma della Lega! Le ONG hanno dichiarato guerra agli italiani no a Salvini!

Romolo48

Lun, 05/08/2019 - 09:26

La Francia comanda a casa sua non in Italia!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 05/08/2019 - 09:32

La "Alan Kurdi",stranamente ,ieri quando si trovava a a 24 miglia a Sud di Malta,ha continuato a navigare durante la notte verso Sud,ed ora di trova ferma a 63 miglia da Tripoli!...Che fanno?...Restituiscono il "carico"?....La "Open Arms" invece continua a "pendolare" a 30 miglia ad Est di Lampedusa....

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 05/08/2019 - 09:37

con la magistratura oramai parte del problema c'e poco da fare, le indagini dovrebbero riguardare anche "alcune" procure, indagini serie condotte da elementi terzi, cosi come si dovrebbero effettuare quando bisogna giudicarla per altro, come la non applicazione delle leggi dello stato

Tip74Tap

Lun, 05/08/2019 - 09:37

E' assurdo che il tribunale di agrigento possa tenere in scacco una Nazione. Questi NON sono atti di importanza locale ma di importanza di sicurezza Nazionale e Agrigento dovrebbe essere esautorato dal compito di decisione riguardo l'immigrazione clandestina e dovrebbe essere tutto in mano ai Ministeri e Tribunali istituiti ad hoc.

Gughy

Lun, 05/08/2019 - 09:37

05/08/2019 ore 07:00 locali La Open Arms da 5 giorni naviga, in surplace a velocità minima di 1/2 Kn, in uno specchio di mare a 31Nm a SE da Lampedusa e a 100Nm a SW dalle acque territoriali Maltesi. La Ocean Viking è a 95Nm a SSE dal porto di Marsiglia che ha lasciato 9 ore fa con prua a 158°. Quasi a NW della Sardegna.

Gughy

Lun, 05/08/2019 - 09:50

Intanto l’Alan Kurdi ha velocemente lasciato le acque maltesi e tra qualche ora entrerà di nuovo nell’area del SAR libico. Attualmente si trova a meno di 60 NM da Tripoli e da 2 ore ha spento il sistema di rilevamento satellitare.

Gilgamesh1000

Lun, 05/08/2019 - 18:47

Si si .. venite qui in Italia .. vi conferiranno un'altra medaglia.

buonaparte

Lun, 05/08/2019 - 18:48

ALTRI VOTI IN ARRIVO PER SALVINI ed il pd altri voti persi grazie ai loro politici che si recano a bordo ed i giudici rossi come vella e patronaggio che fanno delle sentenze che non esiste un termine per definirle.vergognose e dire poco.

buonaparte

Lun, 05/08/2019 - 18:55

bluray e zagovian quello che fate voi LO faccio anche io e non si capisce come non lo facciano i giudici e investigatori. la cosa fa pensare che ci sia non solo connessione tra ong e trafficanti ,ma che che ci siano anche i giudici italiani rossi .se li seguite vedrete che chiuderanno il trasponder e dopo poche ora diranno di aver fatto un ennesimo salvataggio.. VERGOGNA INVESTIGATORI ITALIANI

italiano_1

Lun, 05/08/2019 - 19:10

mi auguro che affoghino tutti, maledetti

italiano_1

Lun, 05/08/2019 - 19:12

che siate maledetti, pezzi di rifiuti animali