Oggi ha ancora sensol'esame di maturità?Leggi e di' la tua...

L'esame di maturità è la porta d'ingresso dei ragazzi nell'età adulta o un'inutile perdita di tempo? <a href="http://www.ilgiornale.it/sondaggio_1a.pic1?PID=336"><strong>VOTA</strong...

Alle 8.44 l'Ansa esce con il primo lancio: "Montale, i giovani e la crisi, sono alcune delle tracce proposte per la prova di italiano nella maturità 2012". Ancora una volta Twitter è arrivato primo con le tracce dei temi. Poi, a seguire, i siti internet specializzati. Come ogni anno in redazione abbiamo affrontato l'argomento  riportando le ansie degli studenti, le indiscrezioni e poi le conferme sui titoli della prova-spauracchio, il tema d'italiano.
Ma ci siamo chiesti: ha ancora senso questo esame?
Ne è nata una breve ma accorata discussione che abbiamo sintetizzato con due interventi: uno a favore, uno contro. L'argomento è così complesso e pieno di sfaccettature che meriterebbe una più ampia riflessione. Ve lo proponiamo chiedendovi di esprimere la vostra opinione, sia rispondendo al sondaggio che commentando l'articolo.

- Un vecchio carrozzone che non ha più senso / di Orlando Sacchelli

- Salviamo la notte prima degli esami / di Andrea Cortellari

SONDAGGIO: L'esame di maturità va abolito? VOTA

Commenti

linoalo1

Mer, 20/06/2012 - 12:09

Certo che no!Debbono essere i Prof che ti hanno seguito,almeno nell'ultimo anno,a stabilire se devi o non devi passare!In tal modo,gli studenti durante l'anno scolastico,sarebbeo un po' più disciplinati!Lino.

makeng

Mer, 20/06/2012 - 12:06

La vita stessa è piena di esami e momenti tensivi dove metterci tutto l'impegno e la voglia di lottare per un ideale, per un sogno, per la propria realizzazione umana e sociale. L'esame di maturità è il primo e , a differenza di quelli della vita reale , se non superato non crea danni a noi stessi e agli altri. E' una palestra dove ti viene sussurrato all'orecchio che la vita adulta non sarà tutta rosa e fiori come pensavi. E far finta di niente poi ti provocherebbe solo disastri quando sei davanti all'esame della vita. Eliminarlo vorrebbe dire creare ancora + mammoni e mammolette

plaunad

Mer, 20/06/2012 - 12:26

Ma siamo impazziti? Vogliamo tornare al ' 68 con il "18 politico"?

stefano.colussi

Mer, 20/06/2012 - 12:37

L'esame di maturità ha oggi soprattutto un senso grandissimo...farei fare un esame di tipo tradizionale, ovvero come ha fatto il "mona" sottoscritto, portando tutte le materie del triennio liceale...e poi a scelta la lingua inglese, quella cinese, quella indiana, e quella araba. Mi piacerebbe sotto/porre la Nostra Classe Dirigente (quella POLITICA) a questo esame. Chiedo forse troppo??? non credo. 20 giu 12. Stefano Colussi, Cervignano del Friuli, Udine: un esame per chi prende più di 7.000 euro/mese.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mer, 20/06/2012 - 12:48

mi avete copiato l'argomento !! riposto lo stesso post !! come vedete se scrivessi cosi ad un esame di maturità nella prova di italiano mi boccerebbero all'istante!! non parliamo poi di ESPOSITO PASQUALE errori grammaticali a quintali !! cmq. il mio post del 20.06.12 alle ore 10:48l diceva :: .....Io abolirei completamente questa FARSA dell'esame di MATURITA'!! Sono molto più significativi i voti che si sono conseguiti nel quinto anno delle superiori ed soprattutto la media degli ultimi tre anni!! non è nient'altro che una prova di sadismo e di presa in giro nei confronti di una generazione di giovani la cui maggioranza purtroppo sarà disoccupata !!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 20/06/2012 - 13:01

Non ha senso questa scuola delle competenze e non dei contenuti voluta dalla Gelmini e dal PDL. Scuola utile a sfornare mano d'opera acritica per la confindustria. Voluta per non far crescere più cervelli in Italia. Per gli intelligenti è solo il lascia passare per andarsene all'estero, per gli altri una fila d'attesa agli ordine degli imprenditori. Chi può faccia le superiori all'estero oppure spacchi questa schifosa scuola costruita ad arte

sanchez

Mer, 20/06/2012 - 12:57

non hanno mai avuto senso gli esami di maturità e nemmeno quelli di terza media come non hanno nessun significato le prove invalsi di quinta elementare e poi gli esami da sostenere per l'iscrizione agli ordini professionali, perchè dovrebbero essere aboliti, ha invece valore l'insegnamento ed il giudizio finale degli insegnanti, poi saranno le capacità individuali delle persone o dei giovani in questo caso a fare la differenza in ogni circostanza e non solo nel mondo de lavoro. facciamo in modo che i ns. ragazzi crescano senza pregiudizi e siano soprattutto responsabilizzati ad assolvere nel giusto periodo gli anni scolastici così come nelle università, ha più valore una laurea conseguita nei quattro o cinque anni con il minimo dei voti che non una laurea con lode in sei o sette anni

agostino.vaccara

Mer, 20/06/2012 - 13:00

L'esame di maturità andrebbe del tutto abolito perchè, così com'è, non determina la maturità dei ragazzi e delle ragazze ma tuttalpiù quanto e come hanno studiato. Io , però, modificherei anche le medie che attualmente durano tre anni e servono a meno che niente. Le porterei a 5 anni accorpandole agli anni del ginnasio, per gli studi classici, ed ai primi due anni dei licei scientifici e professionali. Alla fine di questi cinque anni si dovrebbe fare non un esame di licenza ma un esame attidudinale per verificare chi è in grado di proseguire con un liceo e chi invece è più adatto alla vita professionale. Questo indirizzerebbe i ragazzi da subito o al mondo del lavoro o al mondo degli studi superiori, quelli universitari a cui oggi come oggi possono attingere cani e gatti! So benissimo che non sarebbe una riforma facile, però sarebbe necessaria per evitare che centinaia di ragazzi si "parcheggino" nelle università, invece di prepararsi al lavoro.

primula

Mer, 20/06/2012 - 13:14

se il risultato del dopo maturità e lauerea a seguito sono i monti mario e dipietro ecc,,,,viva gli analfabeti ma con cervello e intelligenza...............

idleproc

Mer, 20/06/2012 - 13:19

Quale dovrebbe essere lo scopo di un esame di stato? Lo scopo sensato è uno solo, una verifica qualitativa ed un conseguente obbligo a raggiungere uno standard uguale in tutta Italia. Non mi pare che oggi sia questa la situazione oggettiva, forse sarebbe meglio concentrarsi su quanto fatto prima e riformulare i tempi e i modi del cosiddetto esame di maturità. Secondo me dovrebbe essere abolito il metodo di verifica coi cosiddetti tests. Spara una 'azzata in tre righe e vinci se ti va bene. Vanno bene solo quando uno si sfoga nei blog. Sono un insulto all'ìintelligenza umana e ridotto di molto il numero dei regà per classe. Possibilmente anche evitare di tenerli in gabbia tutto il tempo e favorire le capacità di formazione autonoma fuori dalla galera.

arkangel72

Mer, 20/06/2012 - 13:21

Secondo la mia esperienza, avuta 22 anni fa, andrebbero aboliti! Ricordo che i compagni di classe più scarsi ebbero un voto finale ragguardevole perché raccomandati, mentre chi aveva studiato per tanti anni facendo sempre il proprio dovere e aver persino aiutato coloro che non potevano o non volevano studiare per vari motivi, hanno dovuto superare un orale difficile e il voto finale non li ha premiati per niente. Abolire gli esami di maturità vorrebbe dire abolire le raccomandazioni e le bustarelle che inquinano da sempre la scuola italiana onesta.

mandillu

Mer, 20/06/2012 - 13:28

oh, ma è vero che Sallusti non è laureato?

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 20/06/2012 - 13:49

x5scandalo.-Peccato che e´ sparita anche la mia risposta al tuo commento da demente. Il prendersela con Pasquale Esposito fa vedere che razza di individuo sei.Non conosco Pasquale ma penso ; anche se lui non ha avuto forse la tua fortuna di frequentare scuole superiori a confrontarsi con te si preferisce un analfabeta, perlomeno a Pasquale i vicoli di napoli gli hanno insegnato qualcosa . Tu nella vita ma chi cappio sei e che cappio sarai.

MauxWarp

Mer, 20/06/2012 - 13:43

Ho fatto l'esame di maturita'...... nel 1980..... Gia' allora era una perdita di tempo, quello che uno matura (la sua esperienza) la ottiene durante il quinquennio. Molta gente, non avendo fatto mai niente, e per fortuna sfacciata..... ha lo stesso conseguito la maturita'. Colpo di c..o o mazzetta ???? Ecco perche' oggi, purtroppo, siamo ridotti cosi !!!!

giottin

Mer, 20/06/2012 - 13:43

Fino ai miei tempi, ante '68 aveva senso eccome, dopo e sempre peggiorando non ha più alcun senso, ovvero la scuola sforna persone sempre più impreparate sia tecnicamente che culturalmente, per la serie un diploma non si nega a nessuno!

Ritratto di scandalo

scandalo

Mer, 20/06/2012 - 13:53

Poi come ogni anno scopriremo che gli studenti MERIDIONALI avranno voti più alti di quelli SETTENTRIONALI !! Infatti nel SUD il sole è più CALDO pertanto SONO PIU' MATURI !!

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 20/06/2012 - 13:50

Ho fatto l'esame di maturità quando era ancora tosto, ho sempre considerato questo tipo di esami una idiozia ed un'ipocrisia, a partire dal nome: se si giudica la maturità cosa c'entrano italiano, ai miei miei tempi latino e grco, matematica, fisica, storia, ecc? Poi mi sembra che in realtà sia la farsa di una commissione che dà il voto ai professori che hanno ammesso all'esame i propri studenti.

pietrom

Mer, 20/06/2012 - 13:58

#11 arkangel72: concordo. Ci vorrebbero test con le crocette (che non sono necessariamente stupidi, dipende dalle domande), con l'impronta digitale dello studente, ed elaborati a Roma da un computer (e che non si metta in mezzo nessun essere umano!).

voce.nel.deserto

Mer, 20/06/2012 - 14:05

Gli esami di matura hanno senso. Lasciate perdere quegli ******i dei leghisti:.sono invidiosi e non capiscono un *****!! Sono un branco di trote!Una volta le commissioni non erano interne e i professori dal nord scendevano al sud per gli esami e viceversa.C'era solo un commissario interno. La maturità ha senso o volete lasciare spazio alla cultura della sinistra che è cultura di guerriglia urbana,cultura della Fornero al cimitero,sottocultura,ignoranza crassa,disfacimento della patria.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mer, 20/06/2012 - 14:14

#19 voce nel deserto...è sicuro di star bene ?? a pranzo non esageri con il vino !! specialmente quello meridionale ha un grado alcolico molto alto !!

Ritratto di KNight

KNight

Mer, 20/06/2012 - 14:30

Io mi chiederei invece se ha senso una laurea in giornalismo visto il livello degli articoli che vengono scritti

granitico

Mer, 20/06/2012 - 14:34

Condivido pienamente #11 arkangel72, 14 Maux Warp e 15 giottin. Mi sono diplomato nel 76 in telecomunicazioni e chi ha portato all'esame italiano e storia, materie concordate preventivamente come per gli altri altre materie, ha avuto valutazioni, in un caso 60, molto elevate ma di elettronica non sapevano una cippa. Ribadisco una cippa, forse neanche la legge di Ohm. Eccellevano però in comunismo. W Italia.

lot

Mer, 20/06/2012 - 15:08

Ho sempre considerato l'esame di maturità un idiozia, un tentativo di classificare e incasellare gli studenti in un opinione politically correct. Un individuo la sua maturità la può avere indipendentemente dagli studi, sia ben prima dell'età attesa che addirittura molto dopo gli esami stessi di maturità. Scrutare l'opinione dei cosiddetti maturandi, poi, che senso ha se non costringerli ad accettare l'opinione corrente dei maggiorenti? Una forma di subornazione ideologica messa in atto su tutta la collettività. Nemmeno in URSS sono riusciti fino a tanto! Di una scuola quello che importa veramente è quello che si è appreso delle materie di studio che serviranno per il futuro lavorativo, o per una conoscenza approfondita delle trappole psicologiche e ideologiche che la società mette in atto contro la sua stessa collettività. Un modo per salvaguardare le nuove immissioni, cosa che non viene fatta ma fatto addirittura il suo esatto contrario, proprio con la maturità!

eri75

Mer, 20/06/2012 - 15:09

Esame o non esame, ci sarebbe bisogno ricominciare a bocciare un po' di gente... La scuola superiore ormai si è ridotta a sfornare diplomati con un pezzetto di carta a norma CEE che in molti casi non sanno neanche leggere in maniera fluente o scrivere una semplicissima lettera commerciale. Una volta chi era scarso o non aveva voglia di studiare arrivava alle medie (quando non alle elementari) e poi via a lavorare. Adesso tutti hanno il loro diplomino delle superiori e poi ce li ritroviamo negli uffici, pubblici o privati che siano, a svolgere mansioni fuori dalla loro portata, incarichi di responsabilità e così via... La meritocrazia è un sano valore che si è perso, nella scuola come nel lavoro. Così com'è la scuola è una fabbrica di mediocri: se ti mancano le capacità ti tengono a galla, se invece hai il potenziale per eccellere spesso vieni rallentato per non creare troppo distacco...

disalvod

Mer, 20/06/2012 - 15:33

E' Soltanto Una Perdita Di Tempo Ed Uno Enorme Spreco Di Denaro Pubblico.basta Vedere Come Vanno Le Cose In Italia Per Rendersi Conto A Che Cosa Sono Serviti Gli Esami Di Stato.in Tutti I Settori Vi Sono Persone Che Hanno Occupato E Continuano Ad Occupare Posti Di Responsabilita' Soltanto Per Aver Superato Un'esame Di Stato Ed Alla Fine,per Fortuna Non Tutti,hanno Provocato Piu' Danni Che Fatti Encomiabili.indipendentemente Dai Titoli Bisogna Qualificare Le Persone Che Sanno,che Hanno Pratica E Capacita' Di Fare Quello Che Non Riescono A Fare Gli Altri Titolati.basta Con I Titoli Ma Avanti Con La Meritocrazia.

bruna.amorosi

Mer, 20/06/2012 - 15:41

sono vecchia e lo sò però siamo sicuri che togliere tutti questi (ostacoli=esami) questi giovani saranno migliori ? è stato fatto con la LEVA il risultato son venuti fuori tutti femminucce .la scuola poi già come è oggi èun ricettacolo di droga e scarso sapere .. e diamo un pò di difficoltà a questi ragazzi saranno più preparati alle avversità della vita .

tambo

Mer, 20/06/2012 - 16:37

l'esame và tolto,a condizione che si tolga il valore legale ai titoli di studioi

gamma

Mer, 20/06/2012 - 18:27

L'esame di maturità va mantenuto ma integrandolo in maniera sostanziale con dei test unificati a livello nazionale, naturalmente indirizzo per indirizzo. Solo in questo modo ci si potrà avvicinare ad una certa equiparazione fra le diverse scuole dello stato e fra scuole private e statali. Se non sbaglio c'è già un progetto europeo che va in questa direzione e che tende ad unificare la preparazione degli studenti UE. Perchè il problema di cui tutti ormai sono coscienti è che ci sono insegnanti bravi e coscienziosi e insegnanti pigri e presenti solo per lo stipendio, scuole serie e ben dirette e scuole che sono solo dei diplomifici. Oltre a studenti che, come succede da sempre, non ne vogliono proprio sapere di studiare seriamente e non meritano il diploma. Storia vecchia, questa. E' stata ritrovata e decifrata una antica tavoletta sumera di circa 4000 anni fa in cui un padre scrive al figlio rimproverandolo per il fatto che non studia abbastanza e prende la vita con poca serietà...

Gandrea

Mer, 20/06/2012 - 18:57

e poi aboliamo anche l'universitá e, in generale la scuola. Poi i nostri (pochi) figli saranno 100% bamboccioni in casa fino a 40anni cercando di fare il comico, il politico, il calciatore o, chi proprio non puó, il raccomandato. rendiamoci conto di cosa ci domandiamo certe volte.

ntn59

Mer, 20/06/2012 - 19:28

Aboliamo le bocciature e diamo diplomi solo in base alla frequenza dei corsi, magari fornendo agli alunni un ipad per giocare e non annoiarsi mentre il prof spiega.

Alby29

Gio, 21/06/2012 - 08:12

L'esame di maturità non è dica un granché sulla bravura e l'intelligenza di uno studente, tanto se uno vuol copiare o fare il furbo lo fa e ci riesce lo stesso, quanti studenti che magari meritavano la bocciatura o un voto più basso sono usciti con una valutazione assolutamente non meritata anche con l'aiuto di qualche insegnate "amico".. Penso che alla fine è il rendimento dei cinque anni insieme che vale, la media dei voti e la condotta non tanto sta perdita di tempo e di stress

bruna.amorosi

Gio, 21/06/2012 - 08:27

voglio finire il pensiero di ieri circa gli esami .dunque non che non farei per fare la maturità o esami vari il fatto è che questi ragazzi non sono preparati SONO GLI INSEGNANTI che non hanno più senso sono loro gli incapaci e...non sono io a dirlo (non potrei non ho titoli di studio) ma tutti gli altri STATI quando si trovano davanti a giovani ITALIANI O DI ALTRI STATI la differenza è abissale che volete che insegnino prof che sono usciti dalla scuola con il 6 politico ? di komunismo tanto ma di studio niente o troppo poco Perciò diamo prof seri e VERI poi facciamogli fare questi esami gli serviranno per essere orgogliosi dello studio ricevuto .

cotoletta

Gio, 21/06/2012 - 16:24

la preparazione dei giovani italiani, almeno sulle materie scientifiche fa letteralmente pena. prima della pensione facevo parte di una commisione che doveva verificare l'ideneetà degli aspiranti ad un posto di lavoro. si trattava di tutti studenti con diploma quinquennale ad indirizzo per lo più tecnico. del gruppo faceva parte il quadro aziendale responsabile della manutenzione, della logistica dei sistemi informativi della produzione e dell'ufficio tecnico. ebbene talvolta ero costretto a fare domande demenziali alle quali non avevo risposta, del tipo parlami del triangolo rettangolo !!! più volte la risposta era: sono passati due anni chi si ricorda? ero convinto che la colpa fosse tutta degli studenti. poi mia figlia ha iniziato a frequentare le medie superiori ed ho capito dove risiedeva la colpa maggiore! una discreta parte dei professori conosceva in maniera superficiale la meteria che insegnava! gli esami bisognerà continuarli a fare ma agli insegnanti.