Ogni detenuto in carcere ci costa 150 euro al giorno

Carceri ancora sovraffollate: ci sono troppi detenuti stranieri e persone in custodia cautelare ancora in attesa della pena

I detenuti costano eccome. E di carcerati, l'Italia ne ha davvero parecchi. Stando ai dati dell'Osservatorio nazionale sulle condizioni di detenzione, pubblicati il 17 marzo dall'associazione Antigone, nelle carceri italiani ci sono 53.982 persone. Un numero di gran lunga inferiore rispetto a quei 66.897 carcerati "registrati" nel 2012. Ebbene, per tutte queste persone si spendono 150 euro al giorno. Abbastanza, se si pensa che in Polonia (tanto per fare un esempio) lo Stato ne spende 20.

"La diminuzione del numero dei detenuti avvenuto in Italia nell'ultimo anno e mezzo non è dovuto a un aumento delle misure alternative - spiega a ItaliaOggi Gianni Torrente, coordinatore dell'Osservatorio sulle carceri di Antigone - aumentano le misure con un intento meramente deflativo come nel caso degli arresti domiciliari". Negli ultimi anni, in effetti, il numero di carcerati è sceso di quasi 13mila unità. Eppure, stando al report dell'Associazione Antigone, ci sono ancora troppi detenuti stranieri, troppe persone in custodia cautelare in attena di scontare la pena detentiva e, più in generale, troppe persone in carcere per fatti di lieve entità con condanne che sono inferiori all'anno.

Più in generalel'amministrazione penitenziaria usa l'83% del proprio bilancio per far fronte agli stipendi del personale. Tanto che non riesce a far fronte alle spese per ammodernare le strutture. Il risultato? Buona parte delle carceri italiane non hanno gli spazi comuni per le attività che i detenuti dovrebbero fare insieme. Non solo. Solo quattro strutture usano Skype per le comunicazioni, tutti gli altri si affidano ancora al francobollo. E le cartelle cliniche dei detenuti sono ancora raccolte in enormi faldoni: di digitale, per ora, c'è solo l'impronta.

Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 23/03/2015 - 09:34

Ma siamo matti? ma sai a quante persone risolvi il problema del vivere giornaliero con 150 €? E' ovvio che la cifra è stragonfiata, il vero costo non arriva ad un terzo, il resto sono ruberie varie. Altrimenti trattiamo meglio i reclusi di quelli che stanno fuori. Pazzesco.

Ritratto di manasse

manasse

Lun, 23/03/2015 - 09:49

ma pechè non li fanno lavorare in qualsiasi maniera che so la pulizia dei torrenti dei boschi o di qualsiasi bene del demanio in maniere che si paghino almeno parte di quello che ci costano

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 23/03/2015 - 10:25

tutti a lavorare, non solo qualcuno.....e non ditemi i dritti umani! Pensate le vittime piuttosto, come sono state trattate, da questa gentaglia.(si può dire "gentaglia" o si offende qualcuno?)

magnum357

Lun, 23/03/2015 - 10:36

Caxxo, ministri incompetenti che non hanno capito che il 90% dei detenuti sono extracomunitari !!!!!!! TENETELI AL LORO PAESE, cosi' non delinquono in Italia e niente costi extra !!!!!!!! KOMUNISTI

paco51

Lun, 23/03/2015 - 11:03

io sono per un sistema texano: se devi sopravvivere(?) lavori 12 ore al giorno anzi 16 poi dormi. se devi morire muori subito e poi cenere! Si fa un campo di concentramento tipo tedesco( con filo spinato elettrificato e guardie in torretta) e se fuggono le guardie li sostituiscono nella pena. Per compagnia ci metterei anche le varie sostenitrici pro detenuti in modo che non gli manchi nulla il sovraffollamnto in 30 gg è a zero. io con 150 euri ci campo + di una settimana.

elalca

Lun, 23/03/2015 - 11:36

#paco51: ottima idea

superpunk

Lun, 23/03/2015 - 11:38

ci sono costi che una democrazia deve sopportare. pensa un pò che invece io non avrei problemi a spendere di più per costruire altre carceri, farei lavorare le imprese, assumerei secondini, lavorerebbero mense e manutenzioni e avrei spazio per tanti colletti bianchi da tenere lontano dalla cosa pubblica. la società ne guadagnerebbe

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Lun, 23/03/2015 - 11:39

fuori , manca il lavoro nessuno ti aiuta (sei italiano) a questo punto conviene farsi arrestare , almeno , mangi sicuro , dormi e non fai niente tutto il giorno.

Imbry

Lun, 23/03/2015 - 11:48

Concordo in pieno con "manasse". Io abolirei del tutto le carceri, non hanno senso e spesso chi ne esce è ridotto peggio di quando ci entra. Ripristinare i lavori forzati è tanto deleterio? Si lavora per 12 ore al giorno, tutti i giorni dell'anno, sono convinto che nel giro di qualche anno, non solo i crimini possano diminuire, ma in più si darebbe una grossa mano alla comunità! Altro che mantenimento!!!

Zizzigo

Lun, 23/03/2015 - 11:55

Anche in questo settore il consueto magna magna.

SanSilvioDaArcore

Lun, 23/03/2015 - 15:09

Io ne prendo metà lavorando e dobbiamo viverci in 3

honhil

Lun, 23/03/2015 - 15:13

C’è un modo semplice e sbrigativo, per risolvere, facendo risparmiare un mucchio di miliardi l’anno alla collettività, il problema del sovraffollamento delle Carceri, affidare, dietro adeguato compenso, i detenuti ai propri Paesi di origine. E qualora ciò, per motivi politici o di varia natura non fosse possibile, stringere un patto commerciale con un Paese dell’Ue (esempio la Polonia).