Olocausto, uno studio choc rivela: "Uccisi 15-20 milioni di ebrei"

Per il Museo dell'Olocausto di Washington i campi di concentramento erano solo una parte della strategia nazista: oltre 42mila strutture per sterminare gli ebrei

L'ingresso del lager di Auschwitz

Altro che sei milioni di ebrei sterminati nei campi di concentramento nazisti. Secondo il Museo dell'Olocausto di Washington, i morti sarebbero molti di più: "da 15 a 20 milioni" uccisi nelle oltre 42mila strutture tra campi tedeschi e quelli creati da "regimi fantoccio europei, dalla Francia alla Romani".

Lo studio, anticipato dal quotidiano inglese The Independent, verrà pubblicato tra qualche anno e si propone di far luce su alcune delle pagine più nere della storia d'Europa. Considerando oltre ai "classici" campi di concentramento, anche gli impianti dove si producevano scorte militari, i ghetti, i campi di prigionia, i bordelli per i soldati tedeschi, le "case di cura" e le strutture in cui le donne ebree erano costrette ad abortire, ecc. vengono fuori cifre da capogiro: solo a Berlino si condano 3mila campi e ghetti. ''Il numero è così più alto di quanto originariamente pensato'', ha detto Hartmut Berghoff, il direttore del museo: ''Sapevamo anche prima che la vita nei campi e nei ghetti era orribile, ma i numeri adesso sono incredibili''.  "I siti dell'Olocausto erano ovunque", ha aggiunto Martin Dean, coautore della ricerca, "Non si può più pensare adesso che un tedesco dell'epoca fosse ignaro di quanto stava succedendo''.

Una scoperta che rischia anche di far riaprire migliaia di cause. Familiari e sopravvissuti, non risarciti perché detenuti in campi non riconosciuti, potranno infatti chiedere nuovamente i danni.

Commenti

diego_piego

Mar, 05/03/2013 - 17:03

e Mussolini collaborò attivamente alla messa in atto di tali crimini. Anche in Italia c'erano dei lager (circa 80 riservati agli sloveni; quattro per tutte le categorie non gradite al regime).

diego_piego

Mar, 05/03/2013 - 17:04

choc non è lo studio, ma la verità storica che avete sempre negato

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 05/03/2013 - 17:14

sono sopravvissuti al Faraone ed Hitler, sono i guardiani del bene planetario, sconfiggeranno anche i demoni del Nuovo Ordine mondiale che vi sta schiavizzando ogni giorno.

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mar, 05/03/2013 - 17:25

Sicuramente lo diranno i vincitori

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 05/03/2013 - 17:28

Questi Hartmut Berghoff e Martin Dean seminano zizzania. Alimenteranno dissensi che porteranno a pericolosissimo antisemitismo.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mar, 05/03/2013 - 17:32

Ma se il numero di ebrei al mondo, nel 1938 superava di poco i 15.000.000 di individui, come ha fatto Hitler ad ucciderne 20.000.000?

Raoul Pontalti

Mar, 05/03/2013 - 17:37

Dunque: nel mio pollaio ho dieci galline e arriva la volpe che me ne accoppa quindici e me ne porta via cinque. Poi racconto il fatto all'assicurazione e se questa mi chiede conto dei capi uccisi dico che li ho già inceneriti ma sostengo che avevo un pollaio dalla capienza di oltre 20 galline, quindi.... Come abbiano fatto ad accorgersi in quel di Washington di cose sfuggite a Francesi, Inglesi, Russi, Polacchi, Olandesi, Norvegesi, Belgi, Slovacchi, Cechi, Sloveni, Croati, Serbi, Bosniaci, Macedoni, Greci, Albanesi, Bulgari, Romeni, Ucraini, Ungheresi, Danesi, Italiani, Austriaci, Montenegrini, Lituani, Lettoni, Estoni, Bielorussi, Lussemburghesi, Finlandesi, Tedeschi e..e...ed Ebrei sopravvissuti, Dio solo lo sa. Gli studiosi di materia olocaustica in Europa, ma anche in Israele e negli stessi Stati Uniti avrebbero dunque sbagliato tutto. Sull'Enciclopedia dell'Olocausto edita dall'United States Holocaust Memorial Museum di Washington (si! proprio quello dell'articolo!) si legge che la popolazione ebraica in Europa (compresa quindi quella non raggiunta dai nazisti come ad es. la Gran Bretagna, la Spagna, la Svezia, la Turchia, le parti orientali della Russia Europea, la Svizzera, etc) assommava a 9,5 milioni di persone. E la prima questione da risolvere è proprio questa: come la volpe non può uccidere venti galline in un pollaio che ne contiene dieci, così i Tedeschi non poterono uccidere più Ebrei di quanti ve ne fossero in Europa, tenuto altresì conto che i Tedeschi che non raggiunsero tutti i paesi dove si trovavano Ebrei e che vi furono i sopravvissuti. In assenza di una revisione della situazione demografica ebraica in Europa alla vigilia della guerra non si possono fare certe elucubrazioni basate sulla capienza dei campi di concentramento, ghetti, etc. Non mi prendo nemmeno la briga di ipotizzare un artifizio per rinverdire l'industria dell'olocausto (come dice l'ebreo Norman Gary Finkelstein autore del libro con quel titolo) ritenendo invece che siano in causa degli pseudostudiosi che non posseggono nemmeno l'abc delle metodologie della ricerca storica.

blackbird

Mar, 05/03/2013 - 17:55

Senza contare i pogrom nell'est Europa e nelle ex Repubbliche Sovietiche! I tedeschi sapevano? Sapevano, sapevano. Così come sapevano gli italiani, altrimenti perché molti li nascondevano o aiutavano gli ebrei a scappare. Tutta l'Europa seppe, ma pochi intervennero, sia governi che privati cittadini. Quando Hitler si propose di eliminare portatori di handicap e malati di mente, l'opinione pubblica tedesca insorse. Insorsero anche i soldati che temevano per la vita dei loro commilitoni menomati in battaglia, e Hitler fece retromarcia, ma per gli ebrei nessuno sollevò questioni particolari.

migrante

Mar, 05/03/2013 - 18:01

inutile "commentare" od entrare nel merito, tanto si viene sitematicamente censurati...sttendo solo con ansia questo "studio" che sicuramente ci dira` quanti erano gli ebrei nel 1934, quanti nel 1946 e quanti nel 1950, rapportera` sicuramente drecrescita e screscita di questa "comunita`" ai livelli del resto della popolazione spiegandoci anche come tale "crescita" sia avvenuta tenendo conto del fatto che "l'ebraicita`" si tramanda per via matrircale e che il "vulgo" vuole che le maggiori attenzioni "gassatorie" eran rivolte verso donne e bambini...sono sicuro che si tratta di uno studio interessantissimo che parlera` pure della Russia staliniana !

migrante

Mar, 05/03/2013 - 18:05

vede egregio Rauoul che quando abbandona la prosa e gli allevamenti di olgettine riesce pure a fare dei ragionamenti razionali ?!!!

vince50

Mar, 05/03/2013 - 18:12

Nessuno li ha mai contati,se poi si vuole dare i numeri al lotto ognuno dica quello che gli pare.

marco963

Mar, 05/03/2013 - 18:16

NO !!! lo hanno detto a me gli ebrei...furono 200 milioni...ebbene si...ora si faccia una altra giornata della memoria che duri tutto l'anno..

andri75

Mar, 05/03/2013 - 18:20

Le cifre dell'olocausto continuano ad essere contestate soprattutto perche' palesemente incompatibili con i dati storici disponibili all'epoca e ricostruiti anche in epoca successiva. Il numero degli ebrei nel mondo prima dell'inizio della seconda guerra mondiale era di poco superiore ai 15 milioni. I residenti in Europa, stimati dalla Croce Rossa internazionale, erano circa 9 milioni, in gran parte (si stiamo oltre 3 milioni) viventi in aree toccate solo marginalmente dal conflitto. Durante la seconda guerra mondile di stima che circa 2 milioni di ebrei siano fuggitti dall'Europa e che quasi 2 milioni fossero ancora viventi. Quasi tutti gli storici contemporanei sono concordi nel ritenere che in realta' il numero di morti citati dai vincitori comprendesse tutti i morti (compresi quelli per cause naturali, quelli uccisi in Ucraina e Russia e soldati in guerra) ebrei nel corso della seconda guerra mondiale, oltre ad un elevato numero di altri prigionieri nei campi di concentramento. Questo studio non ha neppure un barlume di possibile verita' ma pare venire in un momento storico in cui lo Stato di Israle, sempre piu' isolato a livello internazionale, si prepara ad attaccare uno Stato sovrano come l'Iran.

Ilgenerale

Mar, 05/03/2013 - 18:32

INCREDIBILE! Tra poco diventeranno 100 milioni! Qualcuno potrebbe spiegare come si fa ad uccidere qualcuno che non è in vita?!!! Un censimento americano del 1936 conta circa 9 milioni di Ebrei in TUTTO IL MONDO. Quindi Hitler come avrebbe fatto ad ucciderne 20 Milioni????? Questi bugiardi impenitenti lancieranno questa ennesima bugia al momento opportuno, ovvero pochi giorni prima di lanciare l'attacco all'Islam. Se però pensano che la gente proverà anche questa volta sdegno e compassione alleandosi con la loro causa, hanno fatto male i conti! Nessuno vi crede più, le vostre bugie sono al capolinea!!!

Paul Vara

Mar, 05/03/2013 - 18:40

"Una scoperta che rischia anche di far riaprire migliaia di cause. Familiari e sopravvissuti, non risarciti perché detenuti in campi non riconosciuti, potranno infatti chiedere nuovamente i danni. " No comment.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Mar, 05/03/2013 - 19:00

ilgenerale ilgenerale parla di attacco all'islam imminente. Interessante...ci vuole una bella, seria guerra di tipo convenzionale, perchè le notizie ultimamente sono un pò noiose.

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 05/03/2013 - 19:20

compresi quelli costruiti dagli americani?

Ilgenerale

Mar, 05/03/2013 - 19:43

Signori miei, chiunque si sia tenuto un po' informato negli ultimi trent'anni saprà come funziona il giochino. Prima si deve preparare il terreno "di gioco" e l'opinione pubblica e poi si sferra l'attacco! Ve le ricordate le armi di distruzione di massa di Saddam che invece non c'erano !? Il giochetto e' lo stesso. Prima hanno rovesciato tutti i governi laici del medio oriente gettando quei paesi in mano ai fondamentalisti, poi ci diranno che i fondamentalisti che hanno messo al governo di quei paesi sono un po' troppo fondamentalisti per lasciarli al governo, quindi inizieranno a parlare di interventi militari preventivi, il tutto condito con qualche attentato in occidente prontamente rivendicato da qualche sedicente gruppo mussulmano e se non dovesse bastare si giocheranno la carta dei triplicati defunti vittime dell'olocausto e alla dine, secondo loro, tutto il mondo vorrà precipitarsi in un'altra bella guerra!!! ....ma questi ci fanno o ci sono ? Ma veramente pensano che la gente si berrà di nuovo queste str......ate!?!!!?

stern

Mar, 05/03/2013 - 19:44

I dati circa il numero di ebrei presenti in Europa prima dell'inizio della Shoah sono da prendere con le pinze, in quanto si basano sui registri tenuti dalle comunità ebraiche. A quelli ufficialmente iscritti a queste comunità vanno aggiunti quelli che venivano considerati "mezzi ebrei" oppure "ebrei per data percentuale", quindi la cifra aumenterebbe sensibilmente. Bisogna pure considerare quegli ebrei che sono morti DOPO la II° guerra mondiale a causa di quanto patito nei campi di sterminio. Non mi sorprederei se qualcuno avanzasse l'ipotesi che, vuoi per cause dirette (vale a dire trucidati sul posto), oppure in seguito alle conseguenze dell'internamento, il numero degli ebrei assassinati supera i 10 milioni.

Vox Populi

Mar, 05/03/2013 - 19:53

La prima "ondata di sdegno" era servita a fermare le banche Svizzere, stavolta scommetto che si tentera' di strumentalizzare la storia per impedire il ritorno dell'oro Tedesco custodito alla FED... Ma che vergogna.

AndreaScotti

Mar, 05/03/2013 - 19:56

Notizie del genere lasciano attoniti: quindi i sei milioni non bastano piú e si rilancia di 20 milioni. Cosí Germania e resto del mondo ricominciano a pagare. Quella dell'olocausto é l'industria piú truffaldina della storia.

Ilgenerale

Mar, 05/03/2013 - 20:09

.....forse pensano che essendo noi persone che crediamo alla moltiplicazione dei pani e dei pesci , potremmo credere anche alla moltiplicazione dei cadaveri. Hahahaha , cari amici , chi moltiplico i pani e i pesci aveva qualche credenziale più di voi! ;-)

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 05/03/2013 - 20:23

Questa e' una vera stronzata. Ma com'e' possibile che su un numero stimato di circa 6 milioni di ebrei uccisi ne siano sfuggiti dalla conta 15 milioni e perdipiu' per settantanni? Ma esistevano allora 20 milioni di ebrei in europa? Stronzata, grande stronzata.

bruna.amorosi

Mar, 05/03/2013 - 20:37

non sarebbe ora di finirla ? a furia di voler ricordare si riattizza l'odio invece di lenirlo .poi quasi tutti gli eredi dei sopravvissuti da noi sono ben ripagati lavorano tutti in rai .perciò fatela finitaaaa!!!!i morti li hanno avuto anche chi non ci entrava per niente .

bruna.amorosi

Mar, 05/03/2013 - 20:37

non sarebbe ora di finirla ? a furia di voler ricordare si riattizza l'odio invece di lenirlo .poi quasi tutti gli eredi dei sopravvissuti da noi sono ben ripagati lavorano tutti in rai .perciò fatela finitaaaa!!!!i morti li hanno avuto anche chi non ci entrava per niente .

bruna.amorosi

Mar, 05/03/2013 - 20:37

non sarebbe ora di finirla ? a furia di voler ricordare si riattizza l'odio invece di lenirlo .poi quasi tutti gli eredi dei sopravvissuti da noi sono ben ripagati lavorano tutti in rai .perciò fatela finitaaaa!!!!i morti li hanno avuto anche chi non ci entrava per niente .

Mercutio

Mar, 05/03/2013 - 21:18

L'annuario ebraico americano del 1933 contava in Europa 9,5 milioni di abitanti di religione ebraica e 15,3 milioni in tutto il mondo. Mi pare difficile che nei pochi anni seguenti l'inizio della seconda guerra mondiale possano essere aumentati in maniera rilevante. Ne discende che delle due l'una: o l'annuario raccontava fesserie, oppure che lo studo di cui si parla nell'articolo è una enorme bufala.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mar, 05/03/2013 - 21:24

Qualcuno vada a spiegarlo ad ahmadinejad ed a kamenei e con loro tutta quella banda che sta mettendo a ferro e fuoco il Maghreb,in più a quei revisionisti fuori di cervello che razzolano tra noi e rinnegano il quanto e vogliono la fine di Israele. E questo è antisemitismo strisciante tollerato da tutti i governi sinistrorsi. Gloria e forza Israele, sei l'unica barriera di difesa contro questo dilagante lavaggio del cervello che ci porterà ad abiurare la religione dei Padri.

Ilgenerale

Mar, 05/03/2013 - 22:14

Miladicodro, il Maghreb e' in fiamme proprio perché i tuoi amici Israeliani finanziati dalle banche ebree americane , hanno reso possibile la "primavera" araba. Agenti CIA e MOSSAD sono stati visti a più riprese mentre addestravano e aizzavano i rivoltosi. Si sono preparati lo scacchiere per la prossima guerra! In quanto al relativismo , beh , gli Ebrei ne sono i padri assoluti: gettare il mondo nel caos attraverso lo smantellamento delle tradizioni, dei simboli, dei dogmi e' sempre stato il loro obbiettivo. Trasformare il mondo in una amalgama di razze indefinite senza scopi o ambizioni al di fuori del consumare e' sempre stata la loro più grande ambizione. Un mondo spersonalizzato, dove l'unica cultura secolarizzata fosse la loro, così da governare facilmente la massa di zombie! Ci sono quasi riusciti, ma devono fare attenzione ,è proprio quando il traguardo e' a portata di mano che il terreno cede sotto i piedi!

idleproc

Mar, 05/03/2013 - 22:17

Il Generale. Ha ovviamente ragione ed è nauseante che su di uno dei più grandi crimini della storia umana ci facciano i giochetti geopolitici sopra. Sono anche idioti ma questo è normale.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 05/03/2013 - 22:41

Idiozia grossa come una casa, questo "nuovo studio". Il perché lo hanno già spiegato egregiamente Reinhard e Raoul Pontalti, e comunque basta leggersi i migliori studi sull'argomento, da quello pionieristico, ma ottimo di Reitlinger negli anni 50 a quello di Raul Hilberg, per esempio. Qui ci vedo sotto la mano di qualche astuto avvocato americano che spera di ottenere qualche improbabile risarcimento per sedicenti nipoti o pronipoti di vittime o superstiti della Shoa. A proposito, tanto per chiarire: sono anch'io un pronipote di vittime della Shoa, e ricordo con orgoglio quando mia nonna rimandò al mittente l'offerta di "risarcimento" che le fu fatta dal governo tedesco per la morte dei suoi genitori ad Auschwitz.

Ritratto di spectrum

spectrum

Mar, 05/03/2013 - 22:57

Non vedo che ci sia da strumentalizzare l'olocausto per darsi addosso ancora cdx con csx. Per chi ha letto "se questo e' un uomo", o anche meglio "la notte" di elie weisel, dove lui (ancora in vita) racconta come sia sopravissuto alle marce d'evaquazione, sa che questa e' storia, sa che per lo piu i "gassati" subito erano donne e bambini non utili al fhurer, e sa che in italia ad effettuare gli arresti e caricare sui carri bestiame erano spesso i fascisti. Come anche si sa che i 90 milioni di morti fatti dai regimi comunisti in tutto il mondo, con modalita' diverse, si moriva nei gulag piu per malattia, con condanne a tempo finito, 5 o 10 anni, ma sempre morti sono. Ma a mio modesto parere, peggio dell'olocausto nella storia dell'uomo non c'e' stato nulla. Per la modalita', la disciplina, l'organizzazione e la logistica impiegati dagli uffici preposti. Si sa che gli ebrei erano 6 milioni, ma se c'erano gia dibattiti sul solo complesso auschwitz-birkenau-duma, che si diceva 4 milioni e poi si arrivo a 1.5, insomma, variabilita' di milioni sono tristemente ancora possibili, si. Ricordiamo, per non dimenticare.

gianni59

Mer, 06/03/2013 - 00:03

L'annuario ebraico americano del 1933 contava in Europa 9,5 milioni di abitanti di religione ebraica e 15,3 milioni in tutto il mondo....si diceva anche che la Terra era piatta o che il Sole girava intorno alla Terra...

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 06/03/2013 - 00:47

C'E qualcuno che vuole far del danno alla krante cermania.A me personalmente 6 milioni mi parevano pochi , ma se fosse vera questa cifra chissa come vomiteranno rabbia i negatori dell olocausto.Aggiungo che anche il numero di morti del ghetto di Varsavia non sono cifre credibili.Gia che ci sono ai comunisti che pontificheranno su questo articolo , normalmente non hanno il permesso morale di parlare.ANDASSERO AD OSANNARE CON I LORO AMICI PALESTINESI.

Ritratto di gabriele martini

gabriele martini

Mer, 06/03/2013 - 01:58

la ''macchina dell'olocash'' funziona che e' na' meraviglia( e proprio alla faccia di chi e' realmente passato da indubbie situazioni tragiche durante la guerra), sempre di essere su un allegro tavolo da pocker..rilancio, ..anch'io..raddoppio. e via dicendo..adesso , e legittimamente, i palestinesi di gaza, tanto per citare una delle ultime ''missioni umanitarie a scopo difensivo di u$raele''a nome caritatevole ''piombo fuso''/2006,comunicheranno al mondo che i morti dilaniati da bombe a fosforo bianco e obici di carriarmati non sono 1.500 come da stime di allora, bensi' 150.000...ma la tragedia che a loro nessuno li ascolta, e tantomeno risarcisce...

Ritratto di gabriele martini

gabriele martini

Mer, 06/03/2013 - 02:06

generale, niente da eccepire sulla tua breve analisi, ma il giochino ( costato centinaia di milioni di morti, dalla rivoluzione francese in poi, passando per quella bolscevica, alle 2 guerre mondiali, alle guerricciole ''fredde'', ai massacri in terra araba) si disfera' quando il braccio armato (usa)che da supporto a simile genocidio( almeno dal dopoguerra, visto che gli e' stata passata la staffetta dal decadente impero britannico), si sgretolera' per implosione, e non rimarra' nulla, ma una vita piu' serena e grata su questa terra;un po' come quando e' crollata la urss, il giorno dopo non c'era piu' un comunista, ma tutti erano diventati socialdemocratici e riformisti.....

mila

Mer, 06/03/2013 - 04:11

@ ilgenerale -D'accordo sulla negativita' delle "Primavere arabe", pero' non sapevo che gli agenti della CIA e i loro amici del Qatar fossero tutti ebrei.

Roberto Casnati

Mer, 06/03/2013 - 04:33

Per quanto è dato di sapere tutti i tedeschi erano perfettamente a conoscenza di quanto stava accadendo e, in molti casi, ne traevano vantaggi sia con le denunce degli ebrei sia dalla confisca dei loro beni che "acquistavano" gratuitamente. 80 (ottanta) milioni di tedeschi erano (ed in parte sono ancora) nazisti. Il Nazismo è nel DNA dei tedeschi che, ancor oggi, sono convinti di essere "uber alles".

Albaba19

Mer, 06/03/2013 - 07:09

hoooo menomale!!! allora ricapitolando!! 15 milioni erano gli ebrei, 9 milioni solo in europa, la stima attuale indica come 20 milioni di ebrei uccisi durante l'olocausto. i conti non tornano. al massimo ne avrebbero uccisi "SOLO" 9, menomale, per un momento avevo dibitato fossero 20.... adesso sono più sollevato....e anche la figura del nazismo si ridimensiona adesso, che sollievo.....quanti commenti idioti che leggo (apparte qualcuno che si limita a parlare di dati).

Riunificazione

Mer, 06/03/2013 - 08:18

Chiara Sarra e il Giornale mi deluduno ancora una volta. Questo incomprensibile filo-ebraismo fa si che questo quotidiano sia davvero diventato il servo dei soliti s-conosciuti.

killkoms

Mer, 06/03/2013 - 09:04

la shoah sappiamo che c'è stata,ora il problema è la speculazione che si fà sulla stessa!le cifre sarebbero compatibili solo se fossero state conteggiate altre vittime del nazismo non ebree,poichè all'epoca dei fatti 15/20 milioni di ebrei in europa,russia compresa,mi sembra un numero eccessivo!

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mer, 06/03/2013 - 12:25

mila ora lo sai.

Raoul Pontalti

Mer, 06/03/2013 - 22:34

(Chiara quando torni dalle ferie mi fai passare il commento vero?) A quello che "si diceva anche che la terra era piatta". Quella della credenza dei medievali e degli antichi sulla piattezza della terra è essa stessa una credenza. I medievali ma anche gli antichi sapevano benissimo come la terra non fosse piatta: Eratostene di Cirene addirittura sul finire del III secolo AC calcolò con sorprendente approssimazione il meridiano terrestre e quindi raggio e circonferenza della terra e tra l'altro fece ampio uso delle coordinate geografiche sferiche latitudine e longitudine introdotte da Dicearco da Messina nel IV secolo AC! Di più: gli antichi astronomi egiziani, babilonesi, persiani e indiani oltre che i greci dall'osservazione delle eclissi di luna dove la forma dell'ombra terrestre appare sempre come un arco di circonferenza avevano sin dagli albori della storia tratta la cognizione della "sfericità" della Terra! E' dunque solo una stupida credenza dei bananas quella dell'attribuzione agli antichi di una credenza nella Terra piatta. Mi sono dilungato su questo particolare all'apparenza banale perché è rappresentativo di come i bananas che ordinariamente per sviluppare i loro ragionamenti utilizzano vari organi (specie della sfera genitale) ma non il cervello siano pertanto inclini a bere qualsiasi bufala basandosi anche sull'ipse dixit anche se colui che disse non era Aristotele ma il popolino o addirittura qualche interessato propagandista. Una diversa considerazione ora: il numero di vittime ebraiche dell'olocausto è stato dogmaticamente fissato in sei milioni e non è modificabile (i revisionisti infatti che ci provano in molti paesi perdono la cattedra, si vedono revocate lauree e finiscono anche in galera) pertanto quegli pseudostudiosi di Washington rischiano grosso, anche di far riaprire la polemica con i revisionisti che ora si sentiranno legittimati dalla caduta del dogma.

mario micheletti

Gio, 07/03/2013 - 15:21

reinhard confermo quello che a detto che nel 1938 superava di poco i 15 milioni i cittadini nel mondo i religione ebraica

nino47

Gio, 07/03/2013 - 20:55

..azzz! ma quanti cavolo erano sti ebrei????? a sto punto mi vien da pensare che gli altri non avevano tutti i torti a sentirsi un pò...invasi!!!

mbotawy'

Sab, 09/03/2013 - 00:38

Stragi di milioni di persone durante la 2nda guerra mondiale.Per esattezza si deve prendere conto anche dei mi;lioni di persone uccise dagli indiscriminati bombardamenti aerei degli Alleati.

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 10/03/2013 - 10:14

quando si parla di uomini deportati nei campi di concentramento organizzati dalla germania nazista, non si parla solo di cittadini di religione ebraica ma di tutti gli oppositori al nazismo: i Cittadini di religione ebraica , in Germania, nel 1935, erano circa 500 mila e per fortuna almeno 300 mila riuscirono , prima del 1939 a fuggire gli altri no e furono a poco a poco internati e sterminati durante gli anni della guerra, ma il numero di cittadini europei di religione ebraica deportati durante l' arco degli anni di guerra fu evidentemente molto superiore: solo la Polonia e l' Ungheria deportarono nei diversi anni centinaia di migliaia di cittadini di eta variante tra i pochi mesi di vita e l' anzianità: inutile ora cercare scusanti anche se è risaputo che la germania di Hitler non esitò a colpire qualsiasi etnia giudicata inferiore: queste morti non sono minimamente paragonabili a quelle derivanti da bombardamenti dovuti alla guerra: di certo le W1 e le W2 dei tedeschi quando cadevano su Londra, non chiedevano il permesso di cadere ed una indicazione del luogo di caduta , agli inglesi: quindi certi commenti sarebbe inutile sia proporli che giustificarli! la germania nazista ne combinò di tutti i colori ed è giusto chiederci ora quanti erano i tedeschi favorevoli ad Hitler e quanti i contrari per cercare un parallelo con la germania di oggi che di certo senza l' intervento di carri armati, sta conducendo una vera e propria guerra che a discapito nostro e di altri paesi europei , crede di poter combattere e vincere : le cifre non è vero che le danno ragione anche se partendo da principi contabili assolutamente superficiali, le loro teorie (quasi montiane) potrebbero lasciar pensare a ipotetiche ragioni: la Signora Merkel, pur di aver ragioni, vorrebbe far sparire dall' europa almeno settanta milioni di persone giudicate inutili e con l' andar del tempo almeno altrettanti milioni di pensionati giudicati inutili e non calcolati, per quanto concerne il debito pubblico, nei debiti dei diversi paesi; cosa pensa di fare dunque la stessa germania coi propri pensionati tra quindici o vent' anni?? inviarli al macero?? questa mia richiesta meriterebbe una risposta che certamente va ricercata nel significato di debito pubblico implicito e debito pubblico esplicito cosa che i tedeschi fanno solo quando a loro fa comodo

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 10/03/2013 - 10:15

il lavoro rende liberi: questo è il motivo per cui tutti cercano lavoro in germania

Pitocco

Ven, 12/12/2014 - 02:08

Ma di chi caspita è questo studio del menga? Quando nel 1943 prima della soluzione finale, l'associazione ebraica americana indicava come residenti in Europa non più di 2 milioni di ebrei, esclusi quelli russi e lamentava l'incapacità di popolare la palestina a scapito degli indigeni locali (documenti dell'FBI desecretati!!). E' ora di smetterla con queste buffonate d 4 soldi e risparmiamo iol dolore di quanti invece hanno realmente perso i propri cari ad opera di alcuni criminali nazisti pagati profumatamente da banche ebraiche-sioniste.

Ritratto di Adry74

Adry74

Sab, 16/01/2016 - 08:54

Boom. 20.0000 di ebrei. Peccato che in tutto il mondo, da statistiche ebraiche, prima della seconda guerra mondiale c'erano 18 milioni di ebrei... dal Polo Nord all'Australia. Nel primo censimento dopo la guerra sarebbero risultati grosso modo lo stesso numero, con qualche centinaio di migliaio in meno. Capisco che il grande pubblico non mastica di calcoli demografici e ancora crede che in una cameretta con la porticina di legno si siano potute fare gasazioni in massa. Ora la domanda è: il giornalista che ha scritto questo fanta articolo è in malafede e dunque ha scritto perché costretto da una redazione blindata nella posizione sionista oppure davvero ci crede veramente? Crede cioè che su 18 milioni di ebrei del 1939 ne siano stati sterminati 20 e ne siano sopravvissuti altri 16-17 dopo cinque anni di guerra? semplice curiosità.

gianrico45

Mer, 27/01/2016 - 14:29

Queste cifre sparate a vanvera fanno più danno alle vittime che ai carnefici.Secondo me non sono notizie ufficiali , sono solo sparate giornalistiche.