Oltre 200mila uova a rischio sequestrate a Roma e Parma

Sulle confenzioni non erano presenti gli elementi utili per individuarne la provenienza

Maxi sequestro di uova a Roma e Parma per l'impossibilità di rintracciarne la provenienza.

Come riporta Il Messaggero, i nuclei antifrodi di Roma e Parma del comando carabinieri politiche agricole e forestali hanno sequestrato 209.288 uova per mancanza di rintracciabilità. A comunicarlo è il comando dell'Arma in una nota. Durante il monitoraggio presso le aziende avicole attive nell'area di Roma e Parma i nuclei antifrodi hanno contestato sanzioni per 7.500 euro.

I motivi del sequestro

Tutti i prodotti sequestrati risultavano carenti degli elementi utili atti ad individuare la provenienza degli stessi, potendosi quindi rilevare potenzialmente pericolosi alla salute. L'attività nel comparto avicolo, a tutela del settore e dei cittadini, nel corso dell'anno in corso ha portato al sequestro di ben 2.331.907 unità.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 04/08/2017 - 17:51

fortuna che qui non importiamo uova dalla Italia..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 04/08/2017 - 17:56

queste uova sono per essere tirate in faccia certi politici...