Omicidio Ferrara, i segni sul volto di Cagnoni

Graffi ed ecchimosi sul volto. Così appare il dermatologo Matteo Cagnoni dopo le foto segnaletiche in alcune immagini mostrate in tv dal programma "Quarto Grado"

Graffi ed ecchimosi sul volto. Così appare il dermatologo Matteo Cagnoni dopo le foto segnaletiche in alcune immagini mostrate in tv dal programma "Quarto Grado" su Rete 4. L'uomo è accusato di aver ucciso la moglie dopo averle dato appuntamento nella loro villa a Ravenna. Subito dopo l'omicidio, secondo quanto riporta l'accusa l'uomo dopo l'omicidio sarebbe tornato a Firenze. Ed è proprio nel capoluogo toscano che è stato arrestato e condotto in carcere nel penitenziario di Sollicciano. Nelle foto mostrate da Quarto Grado sono evidenti alcuni segni sul volto del dermatologo. Un vicino a una tempia e uno sullo zigomo. Un altro graffio è presente sull'orecchio destro. L'accusa punta il dito contro il dermatologo anche dopo questi rilievi sul suo volto. Gli inquirenti si chiedono in che modo l'uomo si sia procurato le ferite sul viso. Cagnoni ha dichiarato però la sua innocenza. L'arresto è avvenuto all'aba del 19 settembre scorso dopo aver trascorso tre giorni in compagnia dei figli nella villa paterna. L'uomo ha affermato di essersi procurato quelle ferite durante la fuga dalla polizia. Fuga dovuita, a suo dire, solo per paura delle Forze dell'Ordine.

Commenti
Ritratto di vraie55

vraie55

Sab, 15/10/2016 - 14:59

Brutti segni per un dermatologo!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Dom, 16/10/2016 - 01:09

Raccontala giusta !

Klotz1960

Dom, 16/10/2016 - 12:27

Vorrei capire, Cagnoni se colpevole merita 30 anni. Ma anche la povera vittima, che ovviamente non meritava la morte ne' altra punizione, non e' che ne stia uscendo proprio bene.Sembra che la moglie e madre di 3 figli piccoli avesse un amante stabile ed un altro occasionale, e che lo avesse pure negato per mesi e mesi al marito ed al padre dei suoi 3 figli. Non mi si venga a dire che e' questo e' un comportamento normale. Direi anzi che e' veramente infame nonche' sadico.