Omicidio Pietro Sanna, c'è la pista passionale

È stato trovato tre giorni dopo essere stato ucciso con ben 32 coltellate Pietro Sanna, il 23enne di Nuoro, assassinato nella casa dove viveva a Londra

È stato trovato tre giorni dopo essere stato ucciso con ben 32 coltellate Pietro Sanna, il 23enne di Nuoro, assassinato nella casa dove viveva a Londra nel quartiere di Canning Town. La ragazza accusata dell’omicidio, Hasna Begun, 25 anni, di origini bengalesi ma residente nella capitale inglese sarebbe la sua ex fidanzata. È stata dichiarata in arresto stanotte al termine di un interrogatorio durante il quale si è difesa parlando di un raptus di follia dopo una violenta lite. Il corpo senza vita di Pietro Sanna è stato scoperto il 26 giugno dal fratello Giomaria. Avvertito da una telefonata confusa di una donna, il giovane si è recato a casa del fratello e, attraverso una finestra, lo ha notato riverso sul pavimento. Gli inquirenti di Scotland Yard, si stanno concentrando sulla pista passionale: la ragazza potrebbe aver aggredito Pietro al culmine di una violenta discussione perché non accettava la fine del rapporto. A quanto pare la ragazza avrebbe frequentato la casa del ragazzo anche dopo l'omicidio. Il cadavere infatti, come detto, è stato trovato dopo 3 giorni dall'omicidio. La ragazza avrebbe allertato il fratello con una chiamata: "Corri, tuo fratello è in pericolo". Ma era già morto da giorni...