"Omofobi", "È la natura". È scontro Povia-Luxuria

Giuseppe Povia e Vladimir Luxuria di fronte a Ciao Darwin. Le due posizioni su omosessualità e famiglia

Lo scontro va in onda a Ciao Darwin, il programma condotto la Paolo Bonolis. Di fronte si trovano Giuseppe Povia e Vladimir Luxuria, rispettivamente alla guida della squadra del Family Day e quella del Gay Pride. Al centro dell'attenzione c'è ovviamente anche il prossimo Congresso Mondiale sulla Famiglia che si svolgerà a Verona e che ha già sollevato numerose polemiche.

Povia è il cantante che ha messo in musica "Luca era gay"; Luxuria è invece ex deputata transgender. Oltre allo scontro tv, i due sono stati sentiti dal Corriere in una intervista doppia scoppiettante su omosessualità e famiglia.

Il congresso di Verona, per Luxuria, è un "covo di fondamentalisti, omofobi, misogini, fuori dal tempo che vogliono riportare l’Italia al Medioevo. Un convegno in cui spiccano figure che teorizzano la 'guarigione' dei gay. E che se poi non vogliono guarire possono scegliere tra ergastolo o pena di morte. Il tutto con rappresentanti raccattati da tutto il mondo, ovviamente con una folta presenza ungherese". Per Povia, invece, "la 'famiglia naturale', non tradizionale, è un’istituzione spontanea anarchica, comparsa sulla terra migliaia di anni fa. Non ha mai avuto bisogno di Stati, leggi o parlamenti che ne istituissero le modalità. Parlo di uomo, donna e figli. Poi esistono i sentimenti, non solo tra persone dello stesso sesso ma anche tra amici e amiche per la pelle, per esempio. Molti scordano che tutte le teste del mondo esistono grazie ad un uomo e ad una donna". Per questo il cantante si chiede: "Oggi difendere l’ovvio è così rivoluzionario?"

(guarda qui il video)

Commenti
Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 23/03/2019 - 01:13

la semplicita' e l'immediatezza sono sempre rivoluzionarie. Qui non facciamo altro che ripetere la fiaba del re nudo.

Carlopi

Sab, 23/03/2019 - 08:30

Sono per la libertà totale di manifestazione ed espressione, sempre nel rispetto del prossimo. Il sig. Povia si preoccupa di "difendere l'ovvio" ma non dice da cosa e da chi. Forse qualcuno gli ha impedito di farsi una famiglia "tradizionale" ? Forse che le normative (dove esistono) riguardanti le cosiddette Unioni Civili, impediscano alle coppie che lo vogliano di farsi una famiglia "tradizionale"? Ci spiega dove vede pericoli?

Ritratto di indicazionediconfine

indicazionediconfine

Sab, 23/03/2019 - 08:33

Luxuria: un nome, un destino. Ma per fortuna non il mio.

gadu

Sab, 23/03/2019 - 10:09

grande Povia

frapito

Sab, 23/03/2019 - 10:10

Riflettendo (si fa sempre meno) nel medioevo con i matrimoni (naturali) che duravano una vita, si fondavano Stati, alleanze, città e si evitavano guerre, e malgrado le frequenti guerre e le grandi epidemie non vi è mai stata una crisi demografica, anzi .... Tutto sommato se tornasse un poco di medioevo non sarebbe male. Riguardo "l'inguaribilità" omosessuale, se la lobby-gay minacciasse, boicottasse, insultasse meno ricercatori che vorrebbero lavorare in tal senso, forse si arriverebbe ad una verità scientifica indiscutibile. Fino adesso vi sono in circolazione solo bufale pseudo scientifiche, opinioni surreali e idee strampalate, divulgate solo per non arrivare alla verità fattuale. Eppure il comportamento di alcuni animali, che alternano "naturalmente" il comportamento omosessuale-eterosessuale, dovrebbe dire a tanti "pseudo -intellettuali" che "si può fare"!!!

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 23/03/2019 - 13:29

Ma perché questo personaggio esteticamente e moralmente spregevole ed insopportabile è sempre in TV? C’è una legge che ce lo impone? Ce lo ha prescritto il medico? Perché? Onnipresente, come concorrente, come opinionista, come giudice, come semplice comparsa; ogni giorno è in qualche canale TV a discutere di tutto lo scibile umano; un trans enciclopedico. Una vergogna umana. E vergognoso è anche dargli spazio sui media. Allora è vero che vi paga l’Arcigay e la lobby LGBT…

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 23/03/2019 - 21:58

Fuori Luxuria dalla TV; lanciamo una sottoscrizione per allontanarla dai media.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 24/03/2019 - 12:55

Fuori Luxuria dai media. Che torni nel suo ambiente naturale, i viali di periferia.