Ora Facebook ammette: "È stato un grave errore ​rimuovere quella foto"

Eli nasce con una rarissima malformazione: non ha il naso. E Facebook censura le sue foto: "Sono controverse"

Alla fine Facebook lo ha ammesso. "È stato un errore rimuovere dal sito le foto del piccolo Timothy Eli Thompson nato senza naso". Peccato che il mea culpa sia arrivato solo dopo una fittissima sassaiola di critiche e polemiche.

Il piccolo è nato prematuramente lo scorso 4 marzo in Alabama e presenta una rarissima malformazione che colpisce solo una persona su 197 milioni ogni anno: non ha cavità nasali. Non appena è nato ha dovuto subire diversi interventi tra cui una tracheotomia. La mamma aveva voluto raccontare la sua storia attraverso il social network. La prima foto postata ha ottenuto 30mila condivisioni in meno di 6 ore. "Si vedono cose sgradevoli su Facebook tutti i giorni - ha detto la donna - quindi posso pubblicare l’immagine di mio figlio".

Sebbene sia stato subito amato da tutti quanti, Facebook ha rimosso le foto perché le ha ritenute "controverse". Ora, come riporta il quotidiano britannico Daily Mail, il colosso di Mark Zuckerberg ha ammesso di aver sbagliato. Ma lo ha fatto solo dopo essere stato invaso da accese proteste.

Adesso un amico della famiglia ha creato una nuova pagina per raccogliere fondi per aiutare i genitori a far fronte alle innumerevoli spese mediche.