Ora i giudici vogliono fare anche i medici: sospesa la bocciatura del metodo Stamina

Dopo due anni di battaglie il Tar del Lazio sconfessa il comitato scientifico del ministero: "In commissione devono esserci anche esperti a favore del metodo"

I giudici amministrativi vogliono decidere anche quali sono le cure migliori per gli italiani. Il Tar del Lazio ha, infatti, sospeso il decreto di nomina della commissione nominata dal dicastero guidato da Beatrice Lorenzin e che a settembre aveva bocciato il "metodo Stamina". Sconfessando il comitato scientifico, che aveva bandito la terapia messa a punto dalla Stamina Foundation, è stato anche accolto il ricorso del presidente Davide Vannoni e, di conseguenza, sospeso il parere contrario alla sperimentazione.

Per risalire all’origine del caso Stamina bisogna tornare indietro al maggio del 2010, quando la procura di Torino ha aperto un’inchiesta sulle attività dell'associazionefondata nel 2009 da Vannoni "per sostenere la ricerca sul trapianto di cellule staminali mesenchimali e diffondere in Italia la cultura della medicina rigenerativa". Le ispezioni e le indagini hanno portato tutte alla stessa conclusione: bloccare la somministrazione dei trattamenti non solo perché la possibile efficacia non è documentata scientificamente, ma anche perché le procedure per la preparazione delle staminali non rispetterebbero gli standard di sicurezza. Alle accuse Vannoni ha sempre risposto che sul suo metodo esiste un brevetto e, per questo, si sarebbe rifiutato di rendere accessibili i dettagli sulle sue procedure. Da allora la battaglia si è spostata nei tribunali. La vicenda è, tuttavia, esplosa una volta arrivata sui media. Dopo numerosi servizi mandati in onda dalle Iene, il caso Stamina è infatti entrato nelle case di tutti gli italiani. La storia che ha commosso tutta l’Italia riguarda la piccola Sofia, la bimba affetta da leucodistrofia metacromatica a cui il tribunale di Firenze aveva imposto lo stop delle cura in virtù dell’ordinanza Aifa. Dopo un tam tam mediatico, cavalcato anche da Adriano Celentano in una lettera al Corriere della Sera, il ministero della Salute ha inizialmente dato il via libera alle cure scatenando le critiche della comunità scientifica. Contro il decreto dell'ex ministro della Salute Renato Balduzzi, che prevedeva l’avvio di una sperimentazione di 18 mesi, previa valutazione del protocollo da parte di un comitato di esperti, si è schierato anche il Nobel Shinya Yamanaka chiedendo all’Italia di fare un passo indietro.

Determinante è stato il parere del comitato di esperti che lo scorso settembre hanno bocciato il protocollo per la mancanza di evidenze scientifiche a sostegno della sicurezza e dell’efficacia del metodo. Ma lo stop alla sperimentazione è stato impugnato da Vannoni presentando ricorso al Tar del Lazio. Nell'ordinanza pubblicata oggi i giudici amministrativi, che hanno fissato l’11 giugno l’udienza di merito, hanno invitato il dicastero della Salute ad aprire un’istruttoria approfondita. "È necessario che ai lavori del comitato scientifico - si legge nell'ordinanza - partecipino esperti, eventualmente anche stranieri, che sulla questione non hanno già preso posizione o, se ciò non è possibile essendosi tutti gli esperti già esposti, che siano chiamati in seno al Comitato, in pari misura, anche coloro che si sono espressi in favore del metodo". A questo punto il ministero della Salute dovrà nominare un nuovo comitato scientifico di esperti per una nuova valutazione del protocollo.

Commenti

soldellavvenire

Mer, 04/12/2013 - 13:06

allora il tar del lazio impone allo stato italiano di ri-finanziare la ricerca sulla quale in caso di successo il titolare del brevetto (in america, non ancora ottenuto), NON lo stato italiano farà la propria fortuna: "magistratura democratica" al tar?

Ritratto di oliveto

oliveto

Mer, 04/12/2013 - 13:11

Ormai in Italia non si capisce più un ca...zzo: i magistrati che fanno i dittatori, napolitano che fa il presidente in una Repubblica presidenziale che non lo è, etc. Facimmu a muina...

@ollel63

Mer, 04/12/2013 - 13:12

mon se ne può proprio più! Basta, basta con questa masnada di giudicanti senza giudizio e senza prove certe, con straccio di laurea e avanzamenti per anzianità, incontrollati, incontrollabili e irresponsabili. Basta con lo strapotere per diritto di casta: portino prove documentali inconfutabili. Basta con i giudici politicizzati. Basta con giudici chiacchieroni e prevenuti. BASTA!

tanax

Mer, 04/12/2013 - 13:25

Un po come quando i forzitalioti e an con larussa, mandarono in piazza i malati di tumore contro rosi bindi ministro. Pretendevano di giudicare il metodo di bella.

minestrone

Mer, 04/12/2013 - 13:26

Beh partiamo dal ministro, poi via via a scendere... di cosa vi lamentate?Secondo me ne sanno più i magistrati che i vertici della sanità al governo.E sono dei vostri

Totonno58

Mer, 04/12/2013 - 13:36

Che bel titolo comico, dott.Indini!!!Allora Lei non riconosce la possibilità di ricorso al TAR?Io non sono esperto della materia ma mi sembra ormai chiaro che in materia sanitaria si fanno leggi con i piedi (vedi quella sulla fecondazione assistita) tanto si sa che ci si può rivolgere sempre ad un giudice...che poi ci sia sempre qualche barzellettiere che se la prende con la magistratura fa parte del copione!

Ritratto di ersola

ersola

Mer, 04/12/2013 - 13:38

eehh questi giudici sono terribili ma per fortuna che poi abbiamo i politici di forza italia e certi giornalisti che sono di tutt'altra pasta.

Ritratto di mark911

mark911

Mer, 04/12/2013 - 13:39

Domani volevo lavarmi i denti in un orario diverso dal solito a quale procura devo rivolgermi per l'autorizzazione?

rossini

Mer, 04/12/2013 - 13:39

I giudici, oramai spadroneggiano su tutto e su tutti. Per questo si ingeriscono in quelli che sono i compiti tipici del governo, dettando regole che spettano al potere esecutivo. Quello al quale noi elettori abbiamo affidato il compito appunto di governarci. Ricordino però che le risorse della nostra Sanità non sono illimitate. Se si autorizza un trattamento sanitario non convalidato da fior di scienziati e di esperti della materia, si sottraggono risorse per altre cure collaudate e funzionanti. Insomma, se si prende da una parte, si toglie dall'altra. E questo, nelle nostre condizioni economiche, non possiamo permettercelo.

moshe

Mer, 04/12/2013 - 13:40

La nostra non è una repubblica democratica, è uno stato governato dalla magistratura ..... e solo da una parte di essa!

beale

Mer, 04/12/2013 - 13:45

con la rifondazione dello Stato occorre azzerare tutto; tutti i magistrati a casa.Con la rifondazione dell'ordine giudiziario la politica deve porre il divieto assoluto per i magistrati di dar vita e/o aderire a correnti; non dovrebbero iscriversi neanche ai lyons.

liibalaaba

Mer, 04/12/2013 - 13:45

"Adesso basta" lo dicono i malati che non hanno più spiagge dove approdare e sono costretti a intraprendere (per chi se lo può permettere)i "viaggi della speranza" in Cina, Corea o,peggio ancora in Inghilterra, a costi esorbitanti. Quello che voi commentatori del piffero (ed anche i giornalisti) non capite è che, chi si oppone alle staminali (peggio ancora alle embrionali)sono le lobby del farmaco e le varie baronìe dei primari di ospedali e cliniche varie. Ma lo avete capito o no che, se passa la sperimentazione,non solo ma,peggio ancora,la ricerca sulle embrionali avete idea di cosa succederebbe? Andrebbero a casa tutti (senza escludere nessuno).Finirebbe il commercio sula salute pubblica,le case farmaceutiche chiuderebbero,ogni patologia diventerebbe curabile (se non subito),ma sicuramente in breve volgere di tempo.Non ne vogliono proprio sentir parlare,questa è la verità! Non esistono problemi etici o religiosi;i problemi sono solo economici. Il nostro è un paese di merda! Dovremmo,solo per questo, vergognarci di esistere!Barattare la salute pubblica, la possibilità di far tornare a camminare i paraplegici,di curare in via definitiva l'Alzheimer,la SLA e tante altre patologie irreversibili al giorno d'oggi,non merita alcun commento (o megli si commenta da sola). Dovremmo andare tutti (non solo i malati),sotto Montecitorio e sotto il Vaticano e non muoverci più di lì,fino a quando le cose non prenderebbero una direzione del tutto diversa.In America è iniziata la sperimentazione sulle embrionali;pensa un po'! L'America il paese più parruccone e medioevale del mondo,sotto Obama ha capito che i valori sono ben altri,non le stronzate che la Chiesa ci propina!Allora,qualcuno ha qualcosa da dire? Adesso l'America, che noi prendiamo sempre a modello, adesso non ci sta più bene? E no!Qualcosa non torna!

Ritratto di ashton68

ashton68

Mer, 04/12/2013 - 13:50

E' ormai palese come certi magistrati rappresentino ormai il vero problema per gli italiani. Un nemico infido che sentenzia a capocchia prescindendo da ogni valutazione in ordine al costo economico e sociale, al diritto e addirittura dal buon senso. Comunque c'è ancora speranza. Le brigate rosse dono state sconfitte, mafia e camorra limitate. Gli italiani sconfiggeranno anche questo cancro che divora il paese mirando al sovvertimento dell'ordine democratico.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 04/12/2013 - 13:54

tanax, credevo che l'imbecillità umana avesse un limite, ma mi sbagliavo te superi ogni limite immaginabile

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Mer, 04/12/2013 - 13:58

Lasciamo perdere i giudici che per una volta c'hanno azzeccato.

Ritratto di orcocan

orcocan

Mer, 04/12/2013 - 14:00

Ogni tanto lo ripeto: stiamo ritornando al tardo medioevo dove, nonostante io sia Veneto con apprezzamenti alla millenaria Serenissima, succedeva questo. Il Consiglio dei Dieci (altrimenti scritto Consiglio dei X o semplicemente noto come i Dieci) fu dal 1310 alla caduta della repubblica nel 1797 uno dei massimi organi di governo della Repubblica di Venezia: composto di dieci membri, veniva eletto ogni anno dal Maggior Consiglio per sorvegliare sulla sicurezza dello Stato. In pratica facevano i loro porci comodi infischiandosi della giustizia. E, se non eri d'accordo, finivi ai Piombi.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 04/12/2013 - 14:00

Non si capisce più nulla.

82masso

Mer, 04/12/2013 - 14:02

Fare propaganda politico sulle spalle degl'ammalati, siete proprio dei piccoli individui. Stiamo parlando di persone sofferenti di SLA che potrebbero, in futuro e per loro scelta, curarsi con le staminali e non, come volete far credere voi, costrette.

striff

Mer, 04/12/2013 - 14:05

Ma siete un giornale liberale o no? Vi sembra giusto che nella commissione la "fantomatica" ministra della salute abbia scelto un team di "medici" tutti contrari alla sperimentazione? Ci lamentiamo dei mussulmani per la loro religione ma anche noi facciamo quel che il Vaticano decide di fare. Belo stato laico e liberale.

82masso

Mer, 04/12/2013 - 14:06

Fare propaganda politico sulle spalle degl'ammalati, siete proprio dei piccoli individui. Stiamo parlando di persone sofferenti di SLA che potrebbero, in futuro e per loro scelta, curarsi con le staminali e non, come volete far credere voi, costrette.

marcothai

Mer, 04/12/2013 - 14:08

chissà che marciume sta fermentando sotto questa storia....è una cosa disgustosa

Ritratto di Geppa

Geppa

Mer, 04/12/2013 - 14:18

Ma che dite? il solito sofisma per menti piccole e denigrare la magistratura. Si sostituirebbero ai medici se decidessero loro senza sentire nessuno, bene che questa cosa di Stamina non possa essere messa in discussione e chiusa una volta per tutte visto che e' una bufala da praticoni stregoni.

chiarabella

Mer, 04/12/2013 - 14:19

L'ex ministro della Sanità Renato Balduzzi é una persona molto seria e competente. Giustamente ha chiesto maggiori verifiche. Lavoro nell'ambito della ricerca biomedica e so che prima di applicare una qualunque terapia ai pazienti sono necessarie importanti verifiche. Tra l'altro il ricercatore di Stamina, Davide Vannoni, é sotto indagine per avere chiesto un contribuoto di 500.000 € alla Regione Piemonte, senza avere fornito i presupposti scientifici necessari. Le cure miracolose non esistono. La medicina progredisce grazie a tanti piccoli risultati, che messi insieme, a volte, producono un successo. E' criminale dare ai malati e ai loro familiari delle false speranze ed é pure criminale la disinformazione da parte degli organi di stampa e TV, ai soli scopi di fare uno "scoop". Sui ricorsi, accettati o respinti ai vari TAR regionale, si potrebbe scrivere un trattato! Ma, "cui prodest"?

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Mer, 04/12/2013 - 14:49

Aiguro di cuore ai detrattori di Vannoni di provare sulla loro pelle quello che negano!

odifrep

Mer, 04/12/2013 - 15:01

Si, Indini, mi trova d'accordo. Pretendono di apparire da per tutto tranne che nel loro "lavoro" se non per la parte politica. A mio avviso, dovrebbe proporsi un'equipe di medici """patiti per la scienza""" e non per la carriera che intende arrivare all'obiettivo prefissato senza se e senza ma. Io, poi, che vivo la realtà del caso, in quanto, ho la nipotina di circa tre anni, affetta da SMA e, per questo vorrei che ad altri bambini fosse evitato un analogo destino. Tanto spreco di "tempo" quando queste diatribe arrivano in Tribunale...........il tempo per me è denaro. Cordialità.

Luigi Fassone

Mer, 04/12/2013 - 15:02

URGE che qualche Magistrato si pronunci quante volte un maschio in età fertile DEVE omaggiare la compagna di età fertile anch'essa. Non si può andare avanti senza regole certe. C'è chi vuole OMAGGIARE tre volte al giorno e chi latita : un paio di volte al mese,e già ce ne cresce,perchè lui deve vedere la partita...

Ritratto di navigatore

navigatore

Mer, 04/12/2013 - 15:02

è triste dirlo, ma vorrei che figli/e di questa gentucolA,MINISTRA E MAGISTRATI, SIANO COLPITI DA CERTE MALATTIE E NON ABBAIANO SCAMPO DI VITA, CONDIZONATA DALLE LORO ASSURDE IMPOSIZIONI BURIOCRATICHE,quanto ammontano le mazzette delle case farmaceutiche che ricevte sottobanco..al nero ovviamente

gamma

Mer, 04/12/2013 - 15:14

Ho idea che sulla pelle dei poveri malati (ricordo che si tratta di malati gravissimi con scarsissime speranze di sopravvivenza) si sia scatenata una guerra di poteri... forti farmaceutici. Occorre ammettere che la commissione che doveva giudicare la validità del protocollo Stamina appariva, anche ad un non esperto di queste tematiche parecchio sbilanciata: parecchi componenti si erano espressi già in precedenza contro la cura, e alcuni lo hanno fatto addirittura in corso d'opera, per cui il risultato della commissione appariva alquanto scontato. D'altra parte sembra che Vannoni sia stato alquanto avaro nel fornire i dati su cui si basa la sua cura. Forse perchè teme che qualcuno gli rubi il procedimento. Tutto sommato la decisione del TAR mi sembra equanime: Venga formata una nuova commissione formata da studiosi che non nutrano preconcetti nei confronti del metodo Stamina e che possibilmente non siano legati anche indirettamente alle aziende farmaceutiche.

tanax

Mer, 04/12/2013 - 15:23

PELOBICI # perchè mai ti limiti a lanciare ingiurie gratuite,senza nemmeno sforzarti la memoria a quel periodo eroico di forzitalia, perchè,vedi, la magistratura esamina il ricorso solo dal punto di vista amministrativo e legislativo. I grandi eroi forzitalici dell'epoca pretendevano invece di saperne più dei luminari della medicina..vabbè che il cav (ex) promise la cura al cancro in tre anni,in caso di vittoria....un po come quei santoni guaritor brasiliani che approffittano della disperazione. Ma argomentare non è da te vedo!!

eras

Mer, 04/12/2013 - 15:28

Si lasci che ognuno la possa provare: se non funziona era una cura da stregoni e se funziona i vari scienziati son dementi o venduti. Il resto é solo fuffa.

Pazz84

Mer, 04/12/2013 - 15:31

Tutta questa manfrina solo per attaccare i giudici e i magistrati. Ma qualcuno ha per caso visto uno straccio di documentazione su questo metodo da santoni?!? Dove si può leggere una qualsiasi pubblicazione sulle prime ricerche?!? Su quali basi lo stato dovrebbe dare soldi a queste persone?!?

tanax

Mer, 04/12/2013 - 15:39

Cmq un giudice bello buono e bravo esiste! si chiama Tommaso Marvasi, ed è amico della famigliuola Previti... ed ha appena fatto un regalo al cavaliere.

papik40

Mer, 04/12/2013 - 15:48

x SOLDELLAVVENIRE Il mondo perché è vario ma per lei mi sembra avariato!Il Tar questa volta - a mio parere - ha fatto la scelta giusta chiedendo che il protocollo venga effettuato con un COMITATO SCIENTIFICO VERO e non solo da "esperti" nostrani che, quasi sicuramente, sono in conflitto di interessi perché devono difendere le loro aziende farmaceutiche di riferimento! Ai protocolli scientifici devono partecipare sia i favorevoli e sia i contrari e non solo questi ultimi! Non si ricorda cosa dissero gli "esperti" (di parte) sulla cura Di Bella? Questa cura viene tuttora effettuata e molti ne hanno trovato enormi vantaggi! Infine, dato che il "metodo Stamina" ha provocato benefici in alcuni pazienti, lo stato HA IL DOVERE/OBBLIGO di fare la sperimentazione per, eventualmente, autorizzarne l'uso e non vietarla perché, al pari del metodo Di Bella, costa poco e quindi per principio NON PUO' essere efficace! Meglio far spendere di più ai cittadini ed allo stato altrimenti gli "esperti" ci rimettono?

tanax

Mer, 04/12/2013 - 15:49

# navigatore. navigatore caro,vabbene odiare i giudici per riflesso condizionato(da chi?) .....ma addirittura lanciare anatemi contro di loro anche quando hanno fatto la cosa per la quale sei d'accordo.e contro la ministra. Cioè : hanno dato un'altra speranza a quei malati di quelle stesse malattie che auguri ai giudici...machecivoleva a capire? sei proprio ammaestrato come elettore e pensatore.

Beaufou

Mer, 04/12/2013 - 16:02

Se il Parlamento avesse un po' di dignità e gli attributi al posto giusto, approverebbe di corsa una legge di un solo articolo, semplice da discutere e da approvare. Questa: "Articolo unico. A partire dalla data odierna, sono annullati gli effetti di tutte le sentenze, di ogni ordine e grado, emesse dall'ordine giudiziario. Tali sentenze verranno quindi considerate pure formalità accademiche".

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 04/12/2013 - 16:22

I magistrati faranno come il FUCK inglese, dovremo chiedere a loro il permesso anche per quello ?, questi invece di giudicare legiferano extra parlamento, in un paese normale sarebbero stati fermati, ma i signori compagni se ne guadano bene, stanno facendo il loro interesse, ma attenti che poi quelli non li ferma più nessuno

belmonte

Mer, 04/12/2013 - 16:39

I giudici come Paperino: esploratore, pittore, pompiere, cuoco, minatore, nababbo, calciatore, indovino, poliziotto ecc.

Ritratto di sepen

sepen

Mer, 04/12/2013 - 16:49

Tutto questo mi ricorda il famigerato metodo di Bella, che alla fine si rivelò essere un gran ciarlatano. Ma allora i giudici non avevano l'arroganza che hanno adesso. Si darà la speranza a qualche malato, qualcuno (Vannoni) ci speculerà sopra e tutto finirà con un imbarazzante silenzio. Fino alla prossima fanfaronata italica. Che tristezza.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 04/12/2013 - 16:49

Non saprei dire chi fa la peggior figura, la magistratura o il ministro della salute. In ogni caso, primato a parte, ne escono male tutti e due!

Pinozzo

Mer, 04/12/2013 - 16:57

Grandissima ca**ata. Il metodo e' una ciarlatanata, non segue alcun metodo scientifico, la scusa "non svelo i segreti perche' c'e' un brevetto" e' un'idiozia, semmai proprio perche' c'e' un brevetto puo' svelare tutto (essendo protetto da un brevetto!). E' la solita scorciatoia all'italiana che in piu' vuole arricchirsi sulla pelle dei disperati. Sia bocciata senza pieta'.

michele lascaro

Mer, 04/12/2013 - 17:29

Non mi risulta che Vannoni sia un uomo di scienza. Però non mi stupisco che il TAR abbia deciso di indurre il Ministero della Salute a nominare una nuova commissione scientifica, quando una precedente,con sostegno anche in campo internazionale,aveva stabilito che il metodo in oggetto era una fregatura. Ma l'Italia è il paese dei tuttologi, prezzemolo in ogni minestra, e di quelli che rimandano tutto alle calende greche. Da tempo il motto dell'Italia potrebbe essere questo: "Campa cavallo che l'erba cresce". Prosit!

BlackMen

Mer, 04/12/2013 - 17:58

Il TAR del Lazio ha ragione da vendere stavolta. Ma voi non eravate tutti favorevoli alle staminali?

mar75

Mer, 04/12/2013 - 18:20

Ricordo male ho nei mesi scorsi su questo giornali apparvero molti articoli a favore del metodo Stamina? Ora che i giudici hanno dato ragione a chi chiedeva la sperimentazione voi scrivete questo articolo contro i soliti giudici.... Se i giudici avessero dato un parere opposto, non avessero permesso la sperimentazione, avreste scritto un altro articolo sempre contro i giudici che non permettono alle persone di scegliere le loro cure, vero?

aronne1956

Mer, 04/12/2013 - 18:27

Per una volta (stranamente) ha ragione la magistratura. Indini vergognati. Inoltre mi piacerebbe vedere il commento del povero sepen se fosse il padre di Sofia. La Lorenzin ha semplicemente obbedito ai padroni farmaceutici.

mar75

Mer, 04/12/2013 - 18:36

VERSIONE CORRETTA. Ricordo male o nei mesi scorsi su questo giornali apparvero molti articoli a favore del metodo Stamina? Ora che i giudici hanno dato ragione a chi chiedeva la sperimentazione voi scrivete questo articolo contro i soliti giudici.... Se i giudici avessero dato un parere opposto, non avessero permesso la sperimentazione, avreste scritto un altro articolo sempre contro i giudici che non permettono alle persone di scegliere le loro cure, vero? Pubblicate per favore.

Franco60 Ferrara

Mer, 04/12/2013 - 18:47

la Tunisia, l'Algeria, la Libia, etc. hanno fatto la rivoluzione, noi QUANDO? speriamo presto cosi ci togliamo questo schifo di sinistra di mezzo compreso i magistrati.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Mer, 04/12/2013 - 19:13

Caro Indini, i giudici non fanno i medici, mentre i politici e i giornalisti si,perchè hanno esperienze a 360° (vedi Gelmini che pensava ci fosse il tunnel Ginevra-gran sasso)e i giornalisti che danno pareri su tutti e su tutto. Hanno ragione di mettere assieme a chi contesta il metodo anche chi ne è a favore. Come lei mi insegna ci sono "parecchi interessi" sotto a queste questioni. Quando c'è una notizia positiva non si deve andare contro per partito preso o per convenienza di parte.

papeppe

Mer, 04/12/2013 - 19:13

E' buon senso quello che hanno stabilito i giudici. Non si può nominare una commissione con solo persone interessate ( per rivalità professionale ) a che il metodo non funzioni.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Mer, 04/12/2013 - 19:26

@soldellavvenire-oliveto-ollel63.Dai vostri commenti mi pare non abbiate capito che il TAR del Lazio ha semplicemente chiesto che nel comitato scientifico del ministero, che ha bocciato il metodo stamina,vengano inseriti anche medici a favore del metodo.Questa nuova commissione dovrà dare un nuovo parere sul metodo. Mi pare che non ci sia niente di scandaloso e i giudizi che verranno fuori penso siano più equilibrati.

odifrep

Mer, 04/12/2013 - 20:09

mar75 (18:36) - invece lei deve ricordarsi di "confucio" quel filosofo cinese quando diceva:"arrivare a casa e picchiare moglie. Tu non sapere il perché, lei si".

squalotigre

Mer, 04/12/2013 - 20:29

minestrone - ero convinto che i magistrati avessero conseguito una laurea in giurisprudenza. Mi ero sbagliato, hanno conseguito la laurea in medicina e chirurgia e mi aspetto quindi di vedere un PM o un Gip al mio fianco quando opero in ospedale. E sarebbe anche un vantaggio per la mia professione perché anche io godrei della completa impunità qualora sbagliassi come fanno loro quando emettono sentenze farlocche senza prove che fanno inorridire. Amen.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mer, 04/12/2013 - 20:55

Ho cieca fiducia nello stregone congolese Koboco Kococo. Ho il diritto di curarmi come voglio e lo stato deve provvedere a farlo arrivare in Italia a spese di tutti.

goliotok

Mer, 04/12/2013 - 20:57

E bravo il giornalista intruppato nel pensiero unico. Cosa spera che Euronapolitano la nomini senatore a vita come quella nullità scientifica della Cattaneo?

Arrigo d'Armiento

Mer, 04/12/2013 - 21:25

INDINI, REATO DI OMISSIONE - Mi dispiace segnalare che Indini ha omesso di riportare la parte più importante della sentenza del Tar, quella dove si rileva che il comitato di esperti ha rifiutato di esaminare le cartelle cliniche dei malati curati col metodo Stamina. Io non amo i giudici e tanto meno quelli del Tar, ma stavolta hanno fatto bene. Pensate un po', scienziati che giudicano in base a studi vecchi e che rifiutano di vedere le prove portate da un ospedale serio come quello di Brescia. Avevano paura che le prove gli avrebbero fatto cambiare idea. Arrigo d'Armiento - Roma

rickyced

Gio, 05/12/2013 - 08:09

Questi sono i casini che un Ministro incompetente combina. La Lorenzin sta alla salute come Gasbarri alla cultura. Insomma ci siamo capiti...

Holmert

Gio, 05/12/2013 - 08:09

Io sono rimasto ,dopo lunga militanza, di una convinzione. Nessuna cura potrebbe risultare efficace se non va direttamente a combattere la causa del male. Oggi la maggior parte delle malattie sono di tipo degenerativo, la cui causa sfugge. di solito ci si appella a fattori genetici ereditari. Nessuna terapia ,se non si ha un agente causale da rimuovere, potrebbe essere efficace. E' un ragionamento semplice ma è la dura realtà. Così dicasi del cancro o meglio dei cancri, sono tanti e di tanti tipi, non si conosce la causa, si sa quasi tutto su come si sviluppano, ma l'agente causale è sconosciuto, salvo alcuni fattori chimico fisici. Sono anni ed anni che si affrontano con vari farmaci e metodi, ma nessuno ha dato risultati sperati, perché non hanno un nemico che ne è la causa, da affrontare. Unico risultato si ha dalla diagnosi precoce, che permette di operare e di estirpare la radice. Ergo, il metodo stamina è una ciofeca. Non capisco come potrebbe riparare le corna anteriori del midollo spinale, degenerate senza causa apparente. Ogni tanto esce un santone che promette miracoli.

orestesape

Gio, 05/12/2013 - 09:36

Titolo e incipit dell'articolo a cazzo di cane, Smentito dal contenuto dell'articolo stesso. La morale di questa storia è che la Ministro della Salute è una demente. il resto sono chiacchiere. Saluti. OS

Kupo

Gio, 05/12/2013 - 11:12

per Holmert. Egregio Signore,Garattini non si sarebbe espresso meglio nel definire,con la sua saccente arroganza,il Metodo Stamina una "Ciofeca" E' evidente che lei ha sicuramente analizzato tutte le cartelle dei malati che si sono curati con tale Metodo nell'Ospedale di Brescia. Che dopo analisi approfondite, e immagino visite dei pazienti che si sono sottoposti a tale metodo,constatandone l'inefficacia, sia arrivato a tale giudizio. Peccato che loro che hanno provato tale Metodo dicano il contrario. quindi una delle due: o lei è un ciarlatano o i Pazienti del Metodo Stamina sono dei visionari. Io penso che una Madre che ha un Figlio a cui la SCIENZA del Sig. Holmert non dà ne scampo ne cure, abbia tutto il diritto di poter tentare una terapia ( somministrata gratuitamente ) che Le dia anche una piccola speranza.

Holmert

Gio, 05/12/2013 - 18:33

Kupo ,aspettiamo gli eventi e poi dia del ciarlatano a me ,se lo merito oppure a chi mette in giro false speranze. Io ne ho viste tante e non ne posso più di certi profeti. Lei ricorda il metodo Vieri? In tempi non tanto remoti, si gridò al miracolo, il metodo Vieri guariva tumori, vi erano testimoni al riguardo, ed anche cartelle cliniche, come dice lei che attestavano guarigioni. Gli si chiese di rivelare la formula del suo farmaco miracoloso, ma non lo fece, finché cedette di fronte ad una commissione composta da tre eminenze della medicina: Valdoni, Frugoni, De Mattei. Era un intruglio il cui composto principale era la colchicina. Una ciofeca, appunto. Poi arrivò il siero Bonifacio, non mi dilungo, un'altra ciofeca. Di recente è montato sulle cronache il metodo Di Bella, forse il più onesto, con risultati attestati su cartelle cliniche, ma purtroppo quei malati che ho visto io, curati con tale metodo, non ne hanno avuto beneficio. Ora nessuno più ne parla. Ed eccoci all'ultima pozione miracolosa, il metodo stamina. Ora aspettiamo gli eventi, e le ripeto, se si hanno vantaggi e guarigioni, lei ha tutto il diritto di darmi del ciarlatano, però è la scienza ufficiale a doverlo dire, quella di cui pose la prima pietra Galileo Galilei. Se il futuro riserverà a costui la stessa sorte dei precedenti che ho citato, allora mi dispiace, il ciarlatano e qualcosa in più sarà lei e coloro che creano illusioni. Tertium non datur! PS quello che lei dice in chiusura è legittimo, ma sino ad un certo punto. Il SSN fornisce cure riconosciute dal ministero della salute, non certo ogni "rimedio" che viene messo in corcolazione. Questo lei lo sa? Altrimenti dovremmo mettere a carico del SSN nazionale, maghi, guaritori e quant'altro.