Ora per i sikh arriva il kirpan legale

Roberto Rossi, un ex poliziotto di Cremona, ha progettato per i sikh un kirpan legale inoffensivo che rispetta la normativa in materia di armi

Risolto il problema dei sikh. Potranno girare per le strade con il loro il kirpan, il pugnale sacro che costituisce uno dei cinque simboli della loro religione, senza violare la sentenza della Cassazione.

L’ideatore è Roberto Rossi, di 44 anni, un ex poliziotto di Cremona, ora in pensione dal 2014 per motivi di salute dopo 23 anni di servizio, ha progettato un kirpan legale inoffensivo che rispetta la normativa in materia di armi. Portare il kirpan nella cintola dell’abito, per i sikh, vuol dire schierarsi a protezione dei deboli. Secondo la loro fede, infatti, il coltello non può essere usato per scatti d’ira o gesti aggressivi.

Rossi, si legge sul Corriere, ha lavorato insieme ai sikh e ha progettato il «Kirpan Legal Worldwide» che è stato poi testato dal Banco Nazionale di Prova delle Armi di Gardone Val Trompia (Brescia). Il pugnale sarà presto consegnato al Tempio di Pessina Cremonese (Cremona), il più grande d’Europa. L'ufficializzazione è stata officiata da Kang Sukhdev, presidente della Indian Sikh Community Italy, con i vertici del Tempio Sikh, Gurdwara Sri Guru e Kalgidar Sahib. Il pugnale sacro legale sarà distribuito dalla società bresciana «PR Distribuzione» che ha mandato in esecuzione il progetto ideato da Rossi. "Il Kirpan Legal Worldwide presenta caratteristiche inoffensive, ma è un oggetto di culto nel pieno rispetto della dignità religiosa dei Sikh - spiega il presidente della Indian Sikh Community Italy -. Presenta un logo e un codice alfanumerico identificativo sui foderi e sulle lame. Inoltre, è associato ad una tessera identificativa tipo badge che riporta tutte le indicazioni distintive e il riferimento della certificazione del Banco di Prova".

Commenti
Ritratto di Flex

Anonimo (non verificato)

VittorioMar

Mer, 07/06/2017 - 22:34

...PERCHE' AD ALTRI VIENE CONCESSO DI MOSTRARE I LORO SIMBOLI RELIGIOSI E AI "CRISTIANI" VIENE PROIBITO ??...O A TUTTI O A NESSUNO !!...LA LEGGE E'UGUALE PER TUTTI ???

ammazzalupi

Mer, 07/06/2017 - 23:17

Cari ragazzi.... un italiano per poter portare un coltello in modo legale.... dico: UN COLTELLO... DEVE essere in possesso di porto d'armi!!!! PORTO D'ARMI... capito? Mentre ai signori sikh è sufficiente avere un tesserino tipo badge...!!!! Solo in Italia si possono sentire ed assistere a queste minchiate!!!!

cgf

Gio, 08/06/2017 - 00:08

vogliamo i crocefissi!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 08/06/2017 - 01:43

A quando l'autobomba legale?

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 08/06/2017 - 08:51

""Secondo la loro fede, infatti, il coltello non può essere usato per scatti d’ira o gesti aggressivi."" Secondo la (nostra) fede cristiana, non è consentito uccidere ne fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te. Allora, perché se vado in giro con un'arma da fuoco, magari scarica, vengo comunque fermato, certo multato, quasi sicuramente l'arma sequestrata anche se regolarmente posseduta ? Forse che quel "kirpan legale e inoffensivo" è senza lama ?

gneo58

Gio, 08/06/2017 - 08:54

legale in che senso ? - se e' di gomma esistono gia' da tempo i coltelli da "allenamento" quindi questo tizio non ha progettato proprio niente.

chebarba

Gio, 08/06/2017 - 09:03

ecco questa è una soluzione praticabile, che non scontenta nessuno, quanto ai simboli religiosi io non ho problemio e neanche chi mi circonda ad indossare il crocefisso o a farmi il segno della croce, per i cristiani contano i fatti non i simboli... se per credi più primitivi ciò è importente a me non crea alcun problema purchè non si contrario al rispetto dell'essere umanono, della legge e del buoncostume

FRATERRA

Gio, 08/06/2017 - 09:10

Esiste sempre un italiano (minuscolo) che dà sempre una mano a questi "fratelli" in difficoltà; speri che non gliela taglino.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 08/06/2017 - 09:21

@VittorioMar Chi è che ti ha impedito di girare con un crocifisso al collo scusa?

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 08/06/2017 - 09:42

^°@°^ Errata corrige errata corrige, la legge è diversa per tutti ed uguale per nessuno. Questo ,per tutti noi , è il comune,viscerale modo di percepire e vivere la (si fa per dire) giustizia italica, tutto il resto sono BALLE.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Gio, 08/06/2017 - 09:43

##^°@°^ Errata corrige errata corrige, la legge è diversa per tutti ed uguale per nessuno. Questo ,per tutti noi , è il comune,viscerale modo di percepire e vivere la (si fa per dire) giustizia italica, tutto il resto sono BALLE.

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 08/06/2017 - 10:09

""Secondo la loro fede, infatti, il coltello non può essere usato per scatti d’ira o gesti aggressivi."" Secondo la (nostra) fede cristiana, non è consentito uccidere ne fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te. Allora, perché se vado in giro con un'arma da fuoco, magari scarica, vengo comunque fermato, certo multato, quasi sicuramente l'arma sequestrata anche se regolarmente posseduta ? Forse che quel "kirpan legale e inoffensivo" è senza lama ?

Mechwarrior

Gio, 08/06/2017 - 10:38

Come sempre lo stato italiota vi ha fatto il lavaggio del cervello. dobbiamo essere tutti impossibilitati a difenderci e tutti disarmati, tutti dobbiamo subire e basta. infatti è noto che con questa arma di distruzione di massa i Sikh in italia hanno giè fatto piu' vittime delle sigarette (vendute dallo stato)

emigrante

Gio, 08/06/2017 - 10:41

Business is business. Fin qui va bene, e complimenti al Signor Rossi, che se fosse ancora in Servizio forse la penserebbe diversamente. I Sick potranno ostentare un pugnale "inoffensivo" (di plastica?). Il problema nasce però dal fatto che chiunque potrà camuffarsi da Sick, indossare un pugnale letale, e, se vuole, usarlo. Vi pare impossibile? In tempi come sono i nostri, non mi pare un incentivo a migliorare la sicurezza. E questo a prescindere dal fatto che ognuno in un Paese straniero dovrebbe attenersi alle regole ivi vigenti. Potrò mai girare in India in divisa e con una pistola, finta che sia, adducendo il fatto che sono un ex-Ufficiale degli Alpini? Me lo permetterebbero? Non è ammissibile che le regole vengano addomesticate ad uso e consumo di questo o di quello, Ospiti a casa nostra. Povera Italia!

Giorgio Colomba

Gio, 08/06/2017 - 10:47

Presto gli unici fuorilegge per definizione resteranno i cittadini italiani.

Ritratto di robergug

robergug

Gio, 08/06/2017 - 11:31

Che bello! E potranno entrare con il coltellaccio negli uffici pubblici e negli asili, e passare il metal detector alla Malpensa? Beati i sikh! Aspetto che quelli dell'ISIS ne noleggino un paio, per farli lavorare per loro! O magari saranno quelli dell'ISIS a travestirsi da sikh, tanto il barbone ce l'hanno già...

ziobeppe1951

Gio, 08/06/2017 - 11:40

El presidente..09.21....mi permetti di andare in giro per la città con la mia pistola ..scarica?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 08/06/2017 - 11:42

@ammazzalupi,primulanonrossa,....con questo "buonismo",con l'accettazione di tutti questi segni "esteriori"(turbanti,coltelli,cappellini di varia forma,veli,bardume vario,tatuaggi vari(aggiungo anche i tatuaggi)),la stragrande maggioranza degli italiani,degli europei,si sta annientando,con la totale perdita di una "identità interiore-culturale"!!!!

mariod6

Gio, 08/06/2017 - 18:56

Ci meritiamo ogni giorno di più tutte le disgrazie che ci tiriamo addosso. Poverini, è un simbolo religioso !!! la mia religione come simbolo ha una mitraglietta UZI carica e senza sicura. Voglio anche io andare in giro con il mio simbolo di riconoscimento.