Ora le procure si schierano con i grillini

Repubblica decreta che il vento delle toghe ha cambiato verso. L'avvicinamento ai Cinque stelle attraverso il Fatto Quotidiano

La «stagione giudiziaria» viene e va, canterebbe Battiato, se si interessasse di vili temi come il rapporto tra toghe e politica. In assenza di cotanto cantore, tocca a Repubblica certificare che il vento politico delle toghe ha cambiato verso. E lo fa con un editoriale di peso, firmato da Gianluca Di Feo, il vicedirettore scelto da Mario Calabresi: «Disarmante e allarmante - scrive -, ci sono entrambi gli aspetti di questa nuova stagione giudiziaria nelle parole usate dal magistrato nel decidere l'arresto del sindaco di Lodi». La tesi del commento è semplice e si desume tutta dal titolo («Quelle manette a tutti i costi»): l'arresto è troppo per l'appalto per una piscina comunale che «offre nuoto e palestra a 30 euro al mese». Insomma una turbativa d'asta a fin di bene, ma il gip è manettaro. Al di là dei dubbi, anche fondati sul carcere, la frase da tenere a mente è «nuova stagione giudiziaria». Ma come? Non ci avevano ripetuto all'ossessione che i pm non agiscono per campagne, sono indipendenti e seguono solo il principio cardine dell'obbligatorietà dell'azione penale? Basta pescare negli archivi di Repubblica i soli articoli di Giuseppe D'Avanzo per ritrovare il refrain. Il quotidiano di Scalfari dunque registra la storica svolta delle toghe più politicizzate: il divorzio con la sinistra.

Nel 2001 l'allora Ds distribuiva davanti al Palazzo di giustizia di Milano volantini dal titolo: «Basta alla guerra del governo Berlusconi ai magistrati», sostenendo che «Noi che crediamo in una giustizia giusta e indipendente, ci battiamo perché la magistratura venga rispettata, tutelata, messa nelle condizioni di svolgere autonomamente il proprio lavoro». E ancora nel 2008 Veltroni, da segretario del Pd scansava l'accusa di essere il partito delle toghe ma piantava un paletto ben preciso: non si possono fare riforme della giustizia non condivise dai magistrati. Sono ormai foto d'archivio, sempre più sfocate, di un rapporto di amorosi sensi tra toghe e sinistra nato con Luciano Violante. Il Pd ha ancora il più alto numero di magistrati eletti, basti pensare che portò in Parlamento mezzo pool Mani pulite (Gherardo Colombo, Antonio Di Pietro, Gerardo D'Ambrosio). L'ultima generazione di magistrati-politici ha tentato di allacciare un rapporto con Renzi ma la scintilla non è mai scoccata. L'ex pm Michele Emiliano andò alla Leopolda, perfino Luigi de Magistris, vinte le primarie di Napoli, lanciò cenni d'intesa a Renzi. Oggi però de Magistris corre contro il Pd, Emiliano ha sfidato Renzi sulle trivelle e Felice Casson non ha rinnovato l'iscrizione al partito.

Ci sono tanti segnali che indicano che le toghe d'assalto guardino ora ai Cinque stelle come nuovo punto di riferimento. Il cuore mediatico di questo rapporto è il Fatto Quotidiano, il giornale più vicino alle procure ma anche ai grillini, con cui condivide ad esempio la battaglia contro i limiti alle intercettazioni. Il suggello delle nozze è l'elezione a capo dell'Anm di Piercamillo Davigo, fondatore di «Autonomia e indipendenza», la corrente della magistratura a più alto tasso di grillismo.

Il Pd renziano non ha visto arrivare il colpo e ha addirittura favorito la nascita di questa «nuova stagione giudiziaria» all'insegna dell'antipolitica. Tra i pochi casi in cui l'M5S si è piegato a fare accordi con il Pd c'è il voto congiunto in Commissione giustizia al Senato (2014) per bloccare il Ddl sulla responsabilità civile dei magistrati e quello per portare al Csm e alla Consulta i prescelti dai grillini (i giuristi Alessio Zaccaria e Franco Modugno). Un patto in cui il Pd sacrificò proprio lo storico padre del «partito dei giudici», Luciano Violante. Mosse che Renzi potrebbe finire per rimpiangere.

Commenti

vince50_19

Gio, 05/05/2016 - 08:54

Mah.. questi accostamenti mi sembrano un po' fatui o, se si vuole, di mera convenienza del momento. Tuttavia nel Pd c'è un certo aumento di "bravi figli" che si espongono ad certe azioni giudiziarie: questo non mi pare contestabile. Secondo me il problema si riduce ad una presunta intangibilità di questa casta ("L'ultracasta dei magistrati" di Stefano Livadiotti, giornalista del gruppo repubblica-espresso, ne fa abbondante cenno) che ha una certe tendenza a voler dettare regole di convenienza. Si da il caso che i poteri nella nostra costituzione siano ben distinti ma che le invasioni di campo sono continue e se non ci sarà un rientro nel proprio alveo da entrambi le parti, qui finirà, come dicono in .. Valsavarenche, a .. "schifio" per tutti!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 05/05/2016 - 09:00

Non sono particolarmente contento se le toghe si schierano per un partito politico,anche se è molto difficile essere imparziali quantomeno si può provare.Ora che il partito degli onesti,irreprensibili sta giustamente subendo delle verifiche mi sovviene la loro boria di quando c'era berlusconi nell'occhio del ciclone.Il pifferaio ha provato ad alzare la voce e questo è il risultato,anche se parziale,ma è un inizio.

tonipier

Gio, 05/05/2016 - 09:18

" OGGI.. SONO I LORO VICINI, DIFENSORI DELLA PATRIA GALERA" Un saggio legislatore deve saper intuire e prevedere le conseguenze sociali, fauste ed infauste, implicate dai suoi propositi normativi. Si deve purtroppo constatare come il legislatore italiano contemporaneo abbia dimostrato lo sguardo nei semi del tempo preparato dalle sue iniziative. Improvvisazione, approssimazione, demagogia populista, anzichè perspicacia e preveggenza, sono stati i motivi ispiratori della legislazione elaborata in Italia nella ripristinata epoca democratica sotto la spinta del giacobinismo populista. Il bizantinismo, espressione della più evidente decadenza legislativa.

linoalo1

Gio, 05/05/2016 - 09:36

Del resto anche le Bandierine lo fanno da sempre!!!E' una Legge Fisica basata sulla direzione del Vento!!!!

guardiano

Gio, 05/05/2016 - 09:40

Vince, non è che nel PD ci sia un aumento di cosidetti "bravi figli" i bravi figli ci sono sempre stati, mi sembra invece che la magistratura abbia corretto un certo strabismo giudiziario portato avanti per decenni.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 05/05/2016 - 09:40

Oh, la anime vergini di Repubblica! Se non esistessero bisognerebbe inventarle. I sepolcri imbiancati solo ora certificano che la magistratura ha schieramenti politici di riferimento! Non ce l'aveva quando sulla graticola giudiziaria c'era Berlusconi? Anzi, ci zuppavano il pane...Non ce l'aveva quando era (e sarà) chiamata a giudicare la tessera n° 1? Non ce l'aveva durante "mani pulite"? Guarda caso tutti colpevoli tranne il PCI... Si dovrebbe azzerare tutto e ricominciare con pochi ma sicuri. Non dei "nostri" o dei "loro", ma assolutamente estranei alla politica.

Ritratto di ...NoBalls..

...NoBalls..

Gio, 05/05/2016 - 09:48

I DELINQUENTI IN GALERA, CONFISCA DEI BENI E BUTTARE LE CHIAVI, ONESTA',ONESTA',ONESTA'

vince50_19

Gio, 05/05/2016 - 10:24

guardiano - Sinceramente non amo guardare alle "mie spalle" anche se motivi per farlo ce ne sarebbero e non pochi. Preferisco guardare all'oggi e mi auguro che sia fatta chiarezza, sia con sentenze di condanna che di assoluzione. Certo è che da quelle parti (Pd) sono parecchio preoccupati, anche se non lo danno a vedere e nonostante certa ostentata tranquillità renziana. Oggi il ragazzotto toscano preferisce parlare di pensioni, di bollo auto, di taglio di tasse (palloso sto modo di fare, infantile..) pensando di poterci distrarre. Solo con la sua claque potrebbe riuscirci.. Cordialità!

Chanel

Gio, 05/05/2016 - 10:36

Chi di giustizia ferisce........adesso il solito mantra la magistratura faccia il suo corso, piena fiducia sul lavoro dei giudici comincia a vacillare? Anche se in realtà mi spaventa che l'occhio dei giudici vada secondo il vento perché tutto questo c'è sempre stato e chi vive in una città governata dalla sinistra da sempre sa bene che non si muove foglia che il partito non voglia e che su questa logica è costruito il consenso esattamente come fa Renzi che l'unica cosa che chiede all'Europa è flessibilità cioè più debito per distribuire mance e quindi consenso

antipifferaio

Gio, 05/05/2016 - 10:40

Sono solo cervellotiche ipotesi perchè a tutti lor signori trema il fondo schiena. La verità è che i magistrati di destra, di sinistra, centro, sopra e sotto sanno bene che siamo arrivati a un livello di corruzuone e ingiustizia sociale intollerabile. Si è COSTRETTI a intervenire con urgenza per evitare rivolte popolari. Nessuno dice che ad es. a Napoli hanno assalito un uffico di Equitalia e l'hanno occupato gridando lavoro, lavoro!!! Al sud siamo alla frutta e tutti i partiti si sono fusi per resistere e mantenere i privilegi. Qua si tratta solo di dare di che vivere alla gente, niente di più. In caso contrario i politici tutti se ne assumano le responsabilità....

pinux3

Gio, 05/05/2016 - 10:42

@dlux...Guarda che Repubblica non "certifica" proprio un bel niente. Nell'articolo di Di Feo non si dice assolutamente nulla di quanto gli attribuisci (vattelo a leggere se non ci credi). Sei tu che, da bravo "banano", ti bevi tutto quello che ti propinano...

giovanni PERINCIOLO

Gio, 05/05/2016 - 10:46

Francamente non credo affatto a quanto affermato, a mio parere e molto più prosaicamente la parte di magistratura che si riconosce a sinistra da sempre non é affatto diventata pro 5stelle bensi sta inviando un segnale al bischero e compagni di merende affinché non si inoltri troppo nel campo considerato sacro e inviolabile della cosidetta autonomia della magistratura. Le riforme della magistratura, in altre parole, spettano solo ed esclusivamente alla magistratura stessa. D'altra parte finora stanno solo "sfiorando" pesci piccoli e non già quelli grossi e grassi e nello steso tempo hanno subito ricominciato la guerra ventennale contro Berlusconi non appena questi ha ripreso a far politica. Penso sicuramente male e faccio peccato ma...., diceva Giulio!

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 05/05/2016 - 10:48

Se torno a nascere ed in mancanza di un lavoro decente tra l'onorevole ed il magistrato mi orienterò su quest'ultimo tanto non pagherò quasi mai i miei sbagli.

Aegnor

Gio, 05/05/2016 - 10:55

Se l'unico "potere istituzionale" che dovrebbe essere al di sopra delle parti e applicare la legge,si schiera e destra e a manca a seconda del vento che tira,o meglio,facendo girare il vento a loro piacimento,non c'è nessun bisogno di chiedersi perché l'Italia va a rotoli e i vari ducetti che si alternano al potere fanno il bello e il cattivo tempo in favore di amici e amici degli amici a discapito del popolo,ormai assurto al ruolo di vacca da mungere.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Gio, 05/05/2016 - 11:00

Occhio grillini a difendere la vostra indipendenza e a non farvi mettere le "ganasce" da questa spietata e cinica magistratura, altrimenti, presto, molto presto, in un sol boccone fagocizzerà anche voi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 05/05/2016 - 11:12

Ma quale "schieramento"! Vuoi vedere, piuttosto, che Piercamillo, quando affermava che i politici non hanno mai smesso di rubare ma solo di vergognarsi, non aveva poi tutti i torti?

vince50_19

Gio, 05/05/2016 - 11:48

Memphis35 - Piercamillo mi pare si sia corretto successivamente perché dire che TUTTI i politici si fanno i ca@@i loro è fuori luogo. D'altro canto nella magistratura vi sono anche magistrati "affetti" da militanza politica, qualcuno in passato da deliri d'onnipotenza etc. "Peculiarità" queste che tendono a distorcere certi giudizi.

pinux3

Gio, 05/05/2016 - 11:57

@Aegnor..."Se l'unico "potere istituzionale" che dovrebbe essere al di sopra delle parti e applicare la legge,si schiera e destra e a manca a seconda del vento che tira"...Ecco un altro che si beve tutto quello che gli raccontano...

Fab73

Gio, 05/05/2016 - 11:59

E se invece non si "schierasse", ma arrestasse chi delinque? (e solitamente più hai potere, più hai possibilità di farlo...). Solo un suggerimento di riflessione...

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Gio, 05/05/2016 - 12:07

Quindi abbiamo scherzato....??? Fatemi capire...Magistratura Sdemocratica smette di favorire i Rossi....(nn ditemi che nn ve ne siete accorti in questi ultimi 25 anni)x favorire i grillini....Volete sapere xchè...??? Semplice Renzi è andato a toccare qualcosa che nn può toccare....(cheche ne dica lui) Ferie Separazione delle carriere e infine paga chi sbaglia anche i magistrati....(come in tutto il mondo)Fermi li adesso Ti stanno scavando la fossa...continua così e vedrai che dovrai rispondere anche del tuo operato da sindaco...Avete voluto la mgistratura sdemocratica contro la dx......ne avete beneficiato x anni e anni....e adesso PAGATE IL CONTO.

unosolo

Gio, 05/05/2016 - 12:15

fate caso , le parole del CRAXI di accusa a tutti i parlamentari oggi sono la realtà quotidiana , solo che prima erano frenati mentre oggi hanno intensificato avendo alle spalle decennali esperienze per non figurare direttamente , le presine le sanno usare per non scottarsi , chi capita nella rete è un ingenuo o puro ma incastrato da altri.

pinux3

Gio, 05/05/2016 - 12:15

@antipifferaio...Concordo sul "cervellotiche ipotesi". Si tratta solo di capire a chi attribuirle. Spero che tu sia abbastanza intelligente da capirlo...

agosvac

Gio, 05/05/2016 - 12:26

In effetti sembra che ci sia qualcosa di nuovo. Prendiamo un certo penati: ha fatto cose ben più gravi di quelle fatte dai Pd oggi messi direttamente in carcere, eppure di carcere non se ne è fatto neanche un giorno! E' , forse, cambiata la magistratura??? Non credo. O sono messaggi rivolti a renzi le cui dichiarazioni non sono certamente piaciute a certi magistrati, oppure realmente questi magistrati stanno cambiando orientamento cercando protezioni politiche altrove. Penso che il futuro prossimo ci farà capire meglio la situazione oggi in evoluzione!!!

billyserrano

Gio, 05/05/2016 - 12:42

Che la magistratura si muova anche, e molto in senso politico, mi sembra evidente, solo un cieco o chi è in malafede lo nega. Ma, che ora la sinistra sostenuta dai suoi giornaletti (tipo repubblica), si lamenti perchè un loro affiliato, pizzicato con le dita sporche di marmellata venga arrestato, mi sembra poco dignitoso per loro. Ma, vedo che i "nostri" kompagni, continuano a considerarsi una casta moralmente superiore. Sognare cmq. non è vietato.