Ostia, la sposa ritarda e il prete abbandona la cerimonia

Incredulo il marito: "Una cosa del genere non l'avevo mai vista"

È stata abbandonata all'altare. Dal prete che doveva celebrare le nozze. Un ritardo è stato fatale per Cintia Perissinotto, che ha visto, insieme al suo "mancato" marito vedere andare via il prete con grande imbarazzo per gli invitati che affollavano già la chiesa. E' successo nella parrocchia di San Nicola di Bari a Ostia, lo scorso 23 luglio. La cerimonia era prevista per le 17.30 ma la sposa ha tardato di circa 30 minuti il suo appunatmento all'altare. La donna non ha avvisato nessuno.

Ma si sa che le spose si fanno attendere. Non la pensa così il parroco della chiesa San Nicola che ha deciso di andare via perché, ha affermato successivamente, "aveva un altro impegno". "Mi sono girato e non ho più visto il prete - racconta il coniuge Gabriele a Repubblica - è stato davvero imbarazzante. "Avevo un altro impegno alle 19 con le suore dell'Infernetto, - si è giustificato don Stefano - avevo i tempi troppo stretti. Non avrei mai fatto in tempo a celebrare il matrimonio. Sono mortificato". I due sono riusciti comunque a sposarsi perché è corso il parroco in sostituzione di don Stefano, dopo un'attesa di venti minuti.

Commenti

claudio63

Lun, 27/07/2015 - 20:58

mi sembra che il matrimonio sia un sacramento importante. cosa poteva essere piu' importante di tale cerimonia nell'ambito dell' obbligo dell'amministrazione dei sacramenti religiosi di un parroco ( tra l'altro molto spesso pagato) per tali servizi?

cgf

Lun, 27/07/2015 - 21:45

non l'avevi mai vista? perché quante volte ti sei sposato? In ogni caso o ci credi e ti sposi in Chiesa arrivando puntuale oppure fa come ti pare. Ma se non ci credi... una ragione in più per non mancare di rispetto, è il tuo matrimonio, non vai a cena con le amiche!!

eureka

Mar, 28/07/2015 - 08:47

La puntualità non è un optional, abusarne è segno di maleducazione. Ognuno prende i propri impegni nei propri tempi. Non possiamo fare sempre il comodo nostro, questa è una lezione che ricorderanno, spero.