Bengalese stupra moglie: arrestati due fratelli dopo 8 anni di maltrattamenti

Vittima di maltrattamenti e di violenza sessuale una donna di 36 anni. Sono finiti in carcere due fratelli originari del Bangladesh e ora residenti a San Giuseppe Vesuviano

Era stata addirittura costretta dal cognato ad un rapporto sessuale non consensuale. Nel 2016. Ma maltrattamenti andavano avanti già da sei anni. Una donna di 36 anni dal 2010 subiva le angherie del marito, anche davanti alle tre figlie minorenni. Botte, ma anche violenza verbale. Poi la donna ha deciso di sporgere la denuncia che ha dato il via alle indagini dei carabinieri.

Gli accertamenti hanno portato i militari della stazione di San Giuseppe Vesuviano (Napoli) ad eseguire un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Nola su richiesta della locale Procura a carico di due fratelli originari del Bangladesh e ora residenti nella cittadina del vesuviano. Si tratta del marito e del cognato della donna, di 40 e 39 anni, accusati di maltrattamenti in famiglia, il primo, e di violenza sessuale, il secondo. Gli arrestati sono stati tradotti nella carcere di Poggioreale, dove sono ora a diposizione dall’autorità giudiziaria.

Commenti

Gianni11

Sab, 01/09/2018 - 14:39

Ma questi in Italia che cavolo ci fanno? Con quale scusa sono stati fatti entrare? E con quale fasullo preteso stanno qui'? Non li vogliamo e non ci servono. E se non li vogliamo se ne devono andare. O l'Italia non e' casa nostra?

Massimom

Sab, 01/09/2018 - 16:24

Brave risorse idolatrate dai comunisti pidioti e dal bergoglione.