Padova, aggredisce volontari mensa e picchia agente: preso nigeriano

Allo straniero era stato chiesto di allontanarsi dalla struttura, almeno fino alla fine delle pulizie in corso, ma non ha voluto sentire ragioni: divenuto aggressivo nei confronti dei volontari, ha preso a pugni un agente, mandandolo al pronto soccorso

Pretendeva di accedere ai servizi delle Cucine economiche popolari di via Niccolò Tommaseo a Padova, nonostante il fatto che i dipendenti gli avessero chiesto di attendere, per questo ha dato in escandescenze contro di essi e si è addirittura scagliato contro i poliziotti intervenuti sul posto, mandandone uno al pronto soccorso.

L'episodio a cui si fa riferimento, come riportato dalla stampa locale, si è verificato durante la mattinata dello scorso martedì 10 dicembre all'interno della struttura che si occupa di fornire il pasto a persone bisognose, ma non solo. Le Cucine economiche popolari, infatti, non si limitano infatti a preparare quotidianamente circa 600 pasti, ma mettono a disposizione degli ospiti anche docce e vestiti, oltre che assistenza medica.

Il responsabile delle violenze non ha esitato ad inscenare una immotivata reazione, che ha spinto i volontari a chiedere l'intervento delle forze dell'ordine.

Giunto in via Tommaseo poco prima delle 11 del mattino, il 28enne di nazionalità nigeriana Matthew Ottomhen pretendeva di accedere ai pasti, anche se palesemente fuori dall'orario previsto. Nelle cucine, infatti, erano in corso le pulizie da parte dei volontari, che hanno pertanto informato lo straniero del problema, chiedendogli di attendere quantomeno la conclusione delle operazioni.

Invitato ad uscire dalla struttura, tuttavia, il nigeriano non ha voluto sentire storie, rifiutandosi categoricamente di accondiscendere alla richiesta degli operatori. Particolarmente nervoso, Ottomhen ha iniziato a perdere il controllo ed a diventare minaccioso, cosa che ha fatto temere ai volontari che la situazione potesse degenerare da un momento all'altro. Intimoriti dal 28enne, pertanto, questi ultimi hanno contattato le forze dell'ordine, chiedendo un loro intervento per risolvere la situazione.

Sul posto sono giunti gli uomini della squadra volanti della questura di Padova, la cui presenza non è tuttavia servita a placare i bollenti spiriti dell'africano, anzi. Quando gli uomini in divisa gli hanno chiesto di mostrare i documenti o declinare le proprie generalità, l'extracomunitario ha dato in escandescenze. Dopo aver opposto un netto rifiuto alla richiesta degli agenti, Ottomhen ha aggredito uno di essi, centrandolo con un forte pugno in pieno volto.

Pronto l'intervento dei colleghi di pattuglia, che sono riusciti a bloccare il facinoroso ed a farlo salire sull'auto di servizio per condurlo negli uffici della questura. Il nigeriano, accusato di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, è stato chiuso dietro le sbarre di una cella di sicurezza, dove si trova a disposizione dell'autorità giudiziaria ed in attesa di giudizio direttissimo.

Prognosi di 6 giorni per il poliziotto colpito dal 28enne.

Commenti

cgf

Gio, 12/12/2019 - 17:41

gli è stato detto che tutto è dovuto, che lui "puote" fare quello che vuole, perché non mangiare quando ha fame? Grazie PiDioti