Il padre che ha pestato il pedofilo: "Ecco perché non l'ho ucciso"

Il padre non è stato incriminato, e dopo la condanna del pedofilo ha rivelato il motivo per cui non ha ucciso l'orco: "Imparerà nei prossimi 25 anni perché l'ho lasciato in vita"

Un pedofilo catturato mentre abusava di un bambino di 11 anni è stato condannato a 25 anni di carcere. Raymond Frolander, 18 anni, è stato beccato dal padre del piccolo, che non ha esitato a riempirlo di botte. L'uomo, la cui identità non può essere rivelata per tutelare il figlio, ha poi telefonato alla polizia di Daytona Beach, in Florida, dicendo: '"Ho lasciato un pedofilo in una pozza di sangue, è tutto vostro".

Il padre non è stato incriminato, e dopo la condanna del pedofilo ha rivelato il motivo per cui non ha ucciso l'orco: "Imparerà nei prossimi 25 anni perché l'ho lasciato in vita".

Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 03/05/2015 - 08:16

È sullo stesso "binario" in cui viaggiano i politici italiani: approfittano del popolo "minorato" per campare alla grande.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 03/05/2015 - 09:45

Di certo trovarsi la faccia sfondata come un sedere è la miglior "seduta psicologica" per rimembrare certe intemperanze. Quello che la Legge non riesce a far convincere lo riesce bene un "amore paterno" anche verso chi ne approfitta vendendo droga e rovinando famiglie, magari a quelli sarebbe più utile "convertirli more solito" presso qualche califfo dell'ISIS visto e considerato che ancora prosperano nella Mesopotamia ... approfittiamo dell'offerta 4:1 occasione irripetibile se non sopraggiungono sviluppi incontrovertibili.