Il padre dello studente di Pavia: ​"Mio figlio è solo un pirla"

"Mio figlio bazzica i centri sociali perché ama il rap e il rock alternativo, ma se gli chiedete i motivi della manifestazione no Expo fa confusione"

"Prenderlo a sberle come ha fatto la mamma di Baltimora? Devo essere onesto, quattro schiaffoni glieli avrei anche dati volentieri. Però mio figlio ha quasi 21 anni, che cosa avrei risolto così? Ci ho pensato ma mi sono trattenuto". A parlare, in una intervista al Corriere della Sera, è Vincenzo Sangermano, padre di Mattia, il ragazzo che prima ha esternato la sua approvazione nei confronti della devastazione dei black bloc e poi ha ritrattato chiedendo scusa.

"Guardi che siamo una famiglia normale, mio figlio non è uno sbandato. È semplicemente un pirla. Bazzica i centri sociali perché ama il rap e il rock alternativo, ma se gli chiedete i motivi della manifestazione no Expo fa confusione. Si è infilato in una storia più grande di lui", dice il padre. Che poi racconta come è venuto a conoscenza di quello che aveva fatto Mattia: "È stato mio figlio minore, che ha 2 anni meno di Mattia, a mostrarmi l’intervista sul telefonino. Sono rimasto senza parole. L’ho subito cercato al cellulare. Quando è tornato a casa io e mia moglie lo abbiamo affrontato. Abbiamo litigato per ore. Ma ancora adesso non sa dare un vero perché a queste frasi assurde. Una delle cose che mi fa arrabbiare di più, poi, è che io sono totalmente favorevole ad Expo, è un’opportunità di lavoro per tanti. Davvero non capisco. Mattia ha detto che se avesse potuto avrebbe spaccato qualcosa anche lui. Non ci sono giustificazioni per la violenza. Io e mia moglie chiediamo scusa sinceramente. E ci vergognamo per lui. Mia moglie non esce di casa da ieri".

Commenti
Ritratto di semovente

semovente

Sab, 02/05/2015 - 18:19

Ben detto ma aggiungerei anche DEFICIENTE.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Sab, 02/05/2015 - 18:23

Pirla, così poco? Merita di peggio.

precisino54

Sab, 02/05/2015 - 21:06

Anche Carlo Giuliani definì suo figlio una testa calda che aveva sbagliato, poi sappiamo come andò a finire!

giuliana

Sab, 02/05/2015 - 21:11

questo padre ha ragione, ha un figlio pirla, ma ha, almeno, l'onestà di ammetterlo. Prendano esempio da lui i genitori di giuliani, che non si è limitato ad essere un semplice pirla, ma un vero e proprio delinquente. E, come tali (genitori di un delinquente), dovrebbero nascondersi e vergognarsi del comportamento del figlio. Loro e i sostenitori che gli hanno intitolato un'aula del parlamento. VERGOGNA, SINISTRATI che ILLEGITTIMAMENTE occupate le più alte cariche istituzionali e che permettete tutto questo, siete la VERGOGNA dell'ITALIA.

killkoms

Sab, 02/05/2015 - 21:18

più che un pirla,un"pistola"!

Linucs

Sab, 02/05/2015 - 21:51

Avete tirato su un povero pirla, voi e la cosiddetta scuola pubblica pagata da chi poi si è sparato in faccia perché non arrivava a fine mese. Ottimo investimento, magari è pure passato a pieni voti per non ledere la sua tenue autostima.

amicomuffo

Sab, 02/05/2015 - 21:59

beh una volta tanto troviamo dei genitori che non difendono l'indifendibile...Onore a loro,perchè genitori così al giorno d'oggi,si contano sulle dita della mano. Io mi immedesimo, da padre, con loro. Se l'avesse fatto mio figlio, mi sarebbe crollato il mondo addosso.

GVO

Sab, 02/05/2015 - 22:01

....giusto giustissimo da guinness dei primati come il più pirla d'Italia..!

Beaufou

Sab, 02/05/2015 - 22:03

A 21 anni un ragazzo dovrebbe sapere quel che fa e quel che dice, a mio parere, e soprattutto avere rispetto per gli altri e per le cose altrui. Questo cosiddetto "pirla" è pericoloso esattamente come gli altri forse meno pirla. Rilasciare un'intervista come quella che ha rilasciato lui (l'ho vista) e poi chiedere scusa vuol dire anche perdere la faccia, fra l'altro. Due volte pirla. A quelli come lui farebbero molto bene un paio d'anni di Legione Straniera. Forse uscirebbero dal mondo dei sogni, del rap e del rock "alternativo".

Dadina

Sab, 02/05/2015 - 22:04

Nel frattempo c'è qualcuno che prospera grazie a questo Pirla. Qualcuno che si fa eleggere in parlamento, che mangia sui centri sociali , qualcuno che si fa pubblicità in TV per vendere due dischi in più. Tutto bene, tutto regolare.

elio2

Sab, 02/05/2015 - 22:21

Caro signore, in una famiglia normale un figlio non va in giro a distruggere e fare danni senza nemmeno spiegare il perché, condivide?

frafancofo46

Sab, 02/05/2015 - 22:22

Per molto meno mio padre mi avrebbe pestato a dovere nonostante i miei 21 anni (e avrebbe avuto ragione) sua moglie dovrebbe portarlo a Milano nella zona devastata e umiliarlo davanti a tutti e poi potrebbe uscire di casa tranquillamente senza vergognarsi vedi mamma di Baltimora

J.J.R

Sab, 02/05/2015 - 22:37

Mi fa pensare il fatto che si sia sprecato tanto tempo, parole, articoli ecc ecc...per un ragazzo che è visibilmente in "difficoltà cognitiva". L'intervistatore ha probabilmente osservato bene il tipo prima di intervistarlo, lo avrà notato per lo sguardo perso e per l'atteggiamento da psicolabile...e lo ha scelto per fare notizia. E tutti i boccaloni giù a commentare come se fosse l'icona e il simbolo della moderna gioventù. Di tutta l'erba un fascio...il pressapochismo vi si addice come sempre.

glucatnt73

Sab, 02/05/2015 - 22:58

Sono tutti come lui, dei poveri pirla che nemmeno sanno cosa stanno facendo: 12 mesi di naja a calcinculo gli avrebbero fatto solo del bene!!!

magnum357

Sab, 02/05/2015 - 23:52

Che padre commovente !!!!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 03/05/2015 - 00:26

Essendo anch'io padre capisco perfettamente la situazione di quel signore che si ritrova a dover constatare il pauroso vuoto di valori di suo figlio. Fa male avere un figlio di ventun'anni incapace di ragionare. Soprattutto ci si chiede dove e come si è sbagliato nell'educarlo.

Gianca59

Dom, 03/05/2015 - 00:30

Da buon padre di un demente, mica intende che il figlio e' un pirla per l' affermazione demenziale, bensì perché rischia una denuncia con la meritata galera !

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 03/05/2015 - 00:30

Aggiungo che quel ragazzo rispondeva all'intervistatore in modo così impersonale da far venire i brividi. Ripeteva una serie di frasi fatte COMUNI E MOLTI RAGAZZI DEI CENTRI ANTISOCIALI. UN FRASARIO DA PECORE ROSSE CHE CHIAMANO L'UMANITÀ I "NORMALI".

alkt90

Dom, 03/05/2015 - 01:26

le scuse nn contano..bisogna pagare i danni...

alkt90

Dom, 03/05/2015 - 01:28

anche se nn ha spaccato..deve pagare comunque..

alkt90

Dom, 03/05/2015 - 01:29

non ci sono scuse..solo le legnate servono

Nadia Vouch

Dom, 03/05/2015 - 02:16

Appunto: si sono cercatial cellulare e poi, miracolo, hanno discusso addirittura per ore in casa. Credo che questo dovrebbe essere un esempio per molte famiglie, oggi. I vostri figli, spesso, sono soli, seppure siano super collegati tecnologicamente. Ascoltateli, questi giovani, che hanno tanto da dire dentro, ma che non sanno, nemmeno possono, esternare in modo normale, ossia non tecnologico, i loro sentimenti e pensieri.

umberto nordio

Dom, 03/05/2015 - 07:35

Un classico esemplare di adolescente cresciuto a merendine e TV diseducativa.

Ritratto di filatelico

filatelico

Dom, 03/05/2015 - 08:49

Vergognati di avere un figlio DELINQUENTE !!!

linoalo1

Dom, 03/05/2015 - 08:55

Attento però!Poichè esiste l'ereditarietà,ossia,come si usa spesso dire:Tale Padre,Tale Figlio!Le colpe del figlio,ricadono anche sul Padre!Ossia:è il Padre che,normalmente, educa il figlio!Quindi,riprendere il proprio figlio è come riprendere sé stessi!Meditate Padri,meditate!

titina

Dom, 03/05/2015 - 08:56

Il classico fessacchiotto che crede in questo modo si sentirsi "qualcuno"

Ritratto di tex 103

tex 103

Dom, 03/05/2015 - 09:06

da ora in Avanti I figli dementi e potenziali delinquenti, non si chiameranno più Criminali,ma semplicemente PIRLA.

montenotte

Dom, 03/05/2015 - 09:37

Be oltre alle scuse, comunque lodevoli di un padre, avrei anche aggiunto che se mio figlio avesse partecipato alle distruzioni varie, avrei contribuito al pagamento dei danni.Controlli anche che non faccia uso di stupefacenti per poter esaltare le sue azioni e/o dichiarazioni.

magilla967

Dom, 03/05/2015 - 09:42

Premesso che la violenza non è sempre stata la risposta storicamente giusta, comprendo il disorientamento di questi ragazzi e il rischio di deriva: a fronte di politici corrotti, evasori, puttanieri, mafiosi, che non finiscono in carcere e che, soprattutto, non si vedono azzerata in favore dello Stato la loro ricchezza e la ricchezza dei loro favoriti, perché non abbandonarsi a istinti di violenza? Torno a ripetere, non mi immedesimo, ma li comprendo. Lo spettacolo dato da questa indecente classe politica, è sotto gli occhi di tutti, di che ci meravigliamo?

Joe

Dom, 03/05/2015 - 10:11

Dalla intervista del padre mi sorgono spontanee due considerazioni: 1) la scarsa educazione data al figlio; 2) la paura di poter essere corresponsabile dei danni arrecati a Milano e la rivalsa da parte di qualche danneggiato (auto, proprietario vetrine, ecc...). Dietro non vedo altro, anche gli schiaffi parrebbero inutili perchè ormai tardivi, in quanto non si evince dall'intervista del padre alcun fine educativo!

Ritratto di kikina69

kikina69

Dom, 03/05/2015 - 10:15

Eh no. Troppo comodo usare le parole per confondere e mistificare la realta' . A casa mia suo figlio sarebbe definito delinquente non pirla. Cominciamo con il linguaggio ...a definire le cose con il nome giusto

little hawks

Dom, 03/05/2015 - 10:22

Questo figlio frequentatore dei centri sociali tanto supportati da Pisapia è un bischero, dispiace che nè la scuola nè i genitori se ne siano accorti fino a 21 anni

19gig50

Dom, 03/05/2015 - 10:29

Questa è delinquenza gratuita senza motivo, senza fine ideologico che andrebbe punita con la reazione dura delle Forze dell'Ordine anche sparando a questi mascalzoni… altro che intitolargli stanze nei palazzi della politica!!

Ritratto di ilmax

ilmax

Dom, 03/05/2015 - 10:29

riabilitate il servizio militare!

pinopalazzi

Dom, 03/05/2015 - 10:30

Rimettiamo la naia, cosi' queste femminucce diventeranno uomini, ( sempre che non presentino certificazioni di comodo per non farla). Sapranno cosa è' il sacrificio e cosa significhi alzarsi alle sei per lavorare. E cosa significhi rispettare le regole e rispettare gli altri.

carpa1

Dom, 03/05/2015 - 10:34

@magilla967. La corruzione non si combatte con la violenza e la distruzione ma con l'impegno personale, dove si può e, soprattutto, lo si vuole fare. Quanti di questi giovani pirla pensa che abbiano le palle per fare questo? Questi fanno parte del popolo dei "cioè", vale a dire di quelli che che non hanno idee in testa (basta ascoltarli quando straparlano in modo insulso, senza tirar fuori un'idea che fosse una, tutti omologati ai medesimi discorsi inconcludenti). A loro piace il rap, si strafanno come i rapper, che non fanno musica nè poesia, ma li rintronano di luoghi comuni fini a se stessi e sparati a raffica, ed i giovani che non hanno avuto un'educazione, lasciamo stare quella religiosa ma almeno civile, corrono dietro loro come i pulcini alla chioccia. Ed i risultati si vedono.

marinaio

Dom, 03/05/2015 - 10:38

Almeno questi genitori si vergognano del figlio. Quelli di Carlo Giuliani invece ne sono orgogliosi. Questi sì che sono pirla, per non dire altro.

Ritratto di Stangetz

Stangetz

Dom, 03/05/2015 - 10:42

Perchè volete dirmi che nei cortei degli anni '60-'70 ci fossero dei geni? Stesse teste vuote di adesso ma (incredibile a dirsi) molto più drogati. E più violenti.

James Cook

Dom, 03/05/2015 - 10:46

Egr.Sig. Pirla, padre del figlio Pirla, se Lei non dà quattro schiaffoni a suo figlio(Pirla)perchè ha 21 anni...... Io invece quattro schiaffi li darei volentieri a Lei che ha cresciuto un tale deficente non si dice tali padri tali figli? non faccia il furbo nel cercare di giustificare e minimizzare il comportamento del Pirla facendelo passare per un povero mentecatto!!

adlitheman

Dom, 03/05/2015 - 10:55

se smettesse di drogarsi forse riuscirebbe a collegare il cervello alla bocca. tuttavia, DA UN MELO NON NASCE UN PERO. Ergo papà e mamma , so che è difficile fare il genitore, ma ora è il momento di fare qualcosa.. magari uno sberlone ben dato che si poteva dare anni fa?!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 03/05/2015 - 11:05

Per arrivare a 21 anni,comportarsi come si è comportato(e come continuerà a comportarsi per tutta la vita),significa che la "famiglia",al di la di queste dichiarazioni,è stata assente su certe "inclinazioni",su certe "frequentazioni"(lo sanno anche i bambini,cosa sono,quali sono le idee che "girano" nei "centri sociali"....).La figura da "pirla" l'hanno fatta tutti in famiglia!!

morghj

Dom, 03/05/2015 - 11:09

Questo padre e questa madre, li comprendo. Non è sempre facile, in questa società piena zeppa di autentici imbecilli, che a torto pensano di rappresentare il massimo della cultura e del politicamente corretto, preservare la mente dei propri figli dalla nefasta influenza del mondo esterno alla famiglia. Ci sono psicologi, filosofi, scrittori, registi, cantantucoli vari, giornalisti, che si credono depositari di un pensiero illuminato, e non si rendono conto di essere degli autentici ed incommensurabili idioti, ottusi e cialtroni. Sono questi esseri spregevoli che spesso, troppo spesso rovinano ed alterano il pensiero dei giovani.

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Dom, 03/05/2015 - 11:10

I figli crescono e imparano dal nostro esempio e non dai soldi che gli diamo invece di ascoltarli. Di conseguenza se uno ha un figlio pirla.........

giovanni PERINCIOLO

Dom, 03/05/2015 - 11:15

Un pirla educato, anzi mal-educato, da un padre altrettanto pirla!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 03/05/2015 - 11:19

Ma lei sig Pirla non si è mai chiesto cosa faceva suo figlio ai centri sociali??? Credo che parecchie cose le abbia da lei imparate,non faccia ora il furbacchione.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 03/05/2015 - 11:19

@carpa1:....d'accordo!

Alk

Dom, 03/05/2015 - 12:45

Volevo esprimere la mia solidarietà a questo padre: la capisco. COmunque èevidente che questo povero pirla, e che un padre non può dare due sberle a un ragazzo di 21 anni. Ma la polizia si.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 03/05/2015 - 13:28

Io non mi vergognerei per le pirlate di un altro però se avessi bazzicato i centri sociali non sarei tornato a casa. Detto ciò nei centri sociali fanno concerti, feste, incontri...ce ne è per tutti insomma. Soprattutto i pirla che per essere qualcosa fanno gli alternativi omologandosi alla massa.

precisino54

Dom, 03/05/2015 - 13:28

X J.J.R - 22:37; parli di "difficoltà cognitiva", io direi piuttosto difficoltà intellettiva, vista la illogicità di quanto dichiarato. Ciò detto, se avessi visto la diretta sapresti che le cose non sono andate come dici: Fedoccci, il giornalista autore dello scoop, andava a braccio e provava a sentire i commenti, su quanto avveniva, dalla gente in strada, in tanti hanno glissato dicendo di non aver visto nulla di eclatante, ma solo di aver saputo, chiaramente non volevano esporsi; il "pirla" invece ha fatto il suo sproloquio mostrando tutto il vuoto che si ritrova in testa.

giottin

Dom, 03/05/2015 - 14:01

Una famiglia normale?????? Con un figlio che bazzica i centri sociali, il padre lo definisce pirla????? Sarebbe da prendere a schiaffoni e anche qualcosaltro pure il padre!!!!

paolozaff

Dom, 03/05/2015 - 14:03

Eh si più che un pirla non può essere!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 03/05/2015 - 14:50

Alk @ guardi che questo ragazzo non si è trovato di colpo a 21 anni,ne ha avuti da 0 a 21 quindi aveva tutto il tempo,a meno che anche il padre era ed è bacato.

Ritratto di iovotosalvini

iovotosalvini

Dom, 03/05/2015 - 15:33

Io non ho fatto il militare, ma i miei genitori (tutt'altro che comunisti) mi hanno tirato su con tutto rispetto. Se i ragazzi vogliono andare nei centri sociali ci vadano, basta che ci rimangano e non decidano di fare sommosse organizzate a favore del governo ladro che ci ritroviamo oggi! Le menti della gioventu di oggi hanno bisogno comunque di una raddrizzata! Se non c'è la fanno le famiglie e i centri sociali...beh facciano almeno il militare!

maurizio50

Dom, 03/05/2015 - 15:44

Un genitore che dichiara di aver fallito nell'educazione del figlio è purtroppo per lui un fallito!E di gente così l'Italia è piena!!!!

J.J.R

Dom, 03/05/2015 - 16:01

X precisino54: tra difficoltà cognitiva e/o intellettiva, siamo d'accordo sul fatto che il ragazzo ha alcune "difficoltà". Ogni paesello ha il suo "matto": l'alcolista bruciato, il ritardato, il tossico ecc ecc...Se tu chiami scoop l'intervista a uno di questi personaggi...ecco allora NON siamo d'accordo. Sarebbe come chiedere ad un ospedalizzato psichiatrico (o, permettimi la battuta, a Razzi) quali sono le sue proposte per far ripartire l'economia in Italia.

giovanni61

Dom, 03/05/2015 - 16:11

Mi sa che il più pirla è il padre se si beveva che il figlio andasse ai centri sociali per il rap ed il rock. Tutta l'Italia sa cosa succede e cosa si prepara in questi centri e lui angelicamente non lo sa; la raccontasse a sé stesso mettendosi davanti ad uno specchio.

Ritratto di perigo

perigo

Dom, 03/05/2015 - 16:15

Pirla un bel corno! Centinaia di "pirla", come questo qui, hanno causato danni ingentissimi ai cittadini di Milano e ai loro beni. Grazie ad un sistema giudiziario al collasso e ad una manica di incapaci a gestirlo, nessuno pagherà per quanto successo. Questi sono problemi che uno Stato deve risolvere se vuole che i cittadini continuino ad aver fiducia nelle Istituzioni.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 03/05/2015 - 16:22

@J.J.R:...il giornalista,prima di "intervistare" il "pirla",non sapeva che lo fosse....lo ha semplicemente lasciato parlare,e questo ha mostrato di sua volontà la sua "carta di'identità",con scritto:"PIRLA"

carpa1

Dom, 03/05/2015 - 17:20

Se ne sentono di tutti i colori in questi giorni: dal "abbiamo evitato il peggio" al "non esistono leggi che consentano l'arresto preventivo pur se trovati in possesso di armi non convenzionali quali bottiglie molotov, bastoni, mazze, ecc.". Ma per avere delle leggi ci vogliono mesi se non anni e poi, comunque, troverebbero escamotage che consentirebbero loro di aggirarle e, dopo anni, saremmo ancora ad inseguire il cane che si morde la coda. Allora sapete che vi dico? La democrazia è morta, visto che difende i delinquebti a scapito dei cittadini per bene. Meglio quindi una bella e sana dittatura dove i delinquenti vengono trattati come tali senza tanti fronzoli inutili. Dopo tutto esiste un'etica civile e questa non ha bisogno di leggi del cxxo che servono solo ad ingrassare le fila di avvocati e magistrati utili solo ai delinquenti.

angelomaria

Dom, 03/05/2015 - 17:22

NO!E'UN CRIMINALE EDUN PIRLA!!!

angelomaria

Dom, 03/05/2015 - 17:23

LE SCUSE CONFRONTO AL DANNO FATTO E CREDE CHE SIANO SUFFICENTI !!!

J.J.R

Dom, 03/05/2015 - 17:55

Zagovian: può essere...ma quello che voglio dire è che un conto è intervistare un psicodemente che non è in possesso di tutte le facoltà mentali (lo si vede chiaramente nell'intervista) e un conto è invece intervistare uno dei capi del movimento che, pur essendo pirla ecc ecc..., ha la coscienza e la deliberata intenzione di distruggere nel pieno delle sue facoltà mentali. Quindi per me il ragazzo è semplicemente uno dei "matti del paese"...

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 03/05/2015 - 21:12

Direi che il papà del ragazzaccio abbia perfettamente ragione a descriverlo come un pirla. A vederlo in faccia però io azzarderei andare oltre definendolo un deficiente e probabilmente drogato. Il padre del pirla dovrebbe prendere l'esempio da quella madre afroamericana che dopo aver riconosiuto il figlio è scesa in strada dove il figlio stava manifestando e lo ha condotto a casa a furia di ceffoni.

precisino54

Dom, 03/05/2015 - 21:45

X J.J.R – 16:01; con l'espressione difficoltà cognitiva io intendo chi non è capace di capire quanto avviene; con difficoltà intellettiva, invece chi non ha capacità logica, di dire qualcosa di sensato e di ragionare. Il "pirla" non aveva dubbi su cosa fosse avvenuto, ma solo sulla motivazioni della protesta e sulla liceità della medesima. Quello di Fedocci voleva essere una cronaca in diretta di quanto stava avvenendo, e di certo non c'era la volontà di dare una una lettura di parte; che il ragazzo intervistato fosse un "pirla" se ne avuto conto in diretta, e solo allora direi che quella intervista a caldo sia diventata uno scoop. Detto ciò evito di fare nomi, ma ti assicuro che dalle tue parti ci sono ben più incapaci di quello da te nominato.