La "paladina" rossa di Battisti: "Cesare in cella da innocente"

Fred Vargas non "abbandona" Cesare Battisti. La scrittrice che più di ogni altra ha difeso l'ex terrorista dei Pac, all'Ansa non rinnega il suo sostegno a Battisti

Fred Vargas non "abbandona" Cesare Battisti. La scrittrice che più di ogni altra ha difeso l'ex terrorista dei Pac, all'Ansa non rinnega il suo sostegno a Battisti. Nemmeno adesso che si trova in carcere ad Oristano dove dovrà scontare un ergastolo. "Non ho da presentare nessuna scusa - ha aggiunto -, non ritengo di aver difeso un assassino. Purtroppo è triste perché mi prenderanno tutti per una imbecille ma è così. Non cambia nulla rispetto alle mie conclusioni di ricercatrice, lo ritengo ancora innocente", ha affermato all'Ansa. Fred Vargas è autrice anche del libro "La verità su Cesare Battisti", una sorta di difesa d'ufficio per l'ex terrorista.

Una vita professionale dedicata alla difesa del terrorista. Nel 2008 la scrittrice affermò che i soldi guadagnati con i libri venduti erano destinati a pagare i legali dell'ex latitante. Dopo essere stasta coinvolta sin dall'inizio nella latitanza di Battisti, la Vargas adesso non riesce a prendere le distanze dall'ex terrorista e prosegue nella sua difesa, anche davanti all'evidenza di una condanna come quella che deve scontare dopo il suo rientro in Italia. Eppure Battisti ha affermato solo qualche giorno fa di aver preso in giro alcuni intellettuali durante la sua latitanza. Ma questo non basta a far ricredere la Vargas che iniste: "Le sue dichiarazioni mi lasciano indifferente. Avrà i suoi motivi. Io resto convinta del risultato delle mie ricerche". Isnomma per la scrittrice il killer rientrato dal Brasile resta un innocente...

Commenti

venco

Gio, 28/03/2019 - 17:51

Assassini e porcherie umane van d'accordo fra loro.