Palermo, bruciato camper dove vive un clochard

L'uomo, 61 anni, ha visto alcuni giovani appiccare il fuoco ed è stato già oggetto di violenza tempo fa. Indaga la polizia

Si indaga, a Palermo, sul rogo che ieri sera ha distrutto il camper diventata rifugio di un senzatetto nella zona tra il Foro Italico e Sant'Erasmo. Mohamed, questo è il nome dell'uomo, già in estate era stato bersaglio delle "attenzioni" di un gruppo di ragazzi che lo avevano addirittura picchiato con particolare violenza. Secondo il racconto del 61enne alle forze dell'ordine, alcuni ragazzi avrebbero appiccato il fuoco al camper. L'uomo è riuscito a venir fuori dal mezzo in cui vive illeso e a mettersi fortunatamente in salvo. Se non fosse stato così, avrebbe perso la vita, in un epilogo tragico e insensato. A dicembre, in piazza Ungheria, sempre a Palermo, Aldo, un altro clochard, era stato preso di mira e ucciso durante una rapina da un sedicenne.
Mohamed non ha riportato ferite e sono ancora da chiarire le cause del rogo, spento dai vigili del fuoco. Sulla vicenda indaga la polizia. Non è esclusa nessuna pista.