Palermo, cani rinchiusi in un furgone al sole, tre denunce

A salvare gli animali, i carabinieri dopo la segnalazione di un cittadino. Pochi giorni fa, sempre nel capoluogo siciliano, un caso simile

Sono rimasti per molto tempo chiusi in un furgone parcheggiato al sole, due cagnolini, in via Principe di Palagonia a Palermo. A trarre in salvo gli animali, i carabinieri del nucleo radiomobile del capoluogo siciliano dopo la segnalazione, alla centrale operativa, di un cittadino attirato dai guaiti dei due cani.

I militari, giunti sul posto, hanno constatato all'interno del mezzo, reso rovente dall'alta temperatura estiva, la presenza dei due animali che abbaiavano ininterrottamente e tentavano di uscire. Dopo aver rintracciato il proprietario del mezzo ed i possessori dei due cani, i militari dell'Arma sono riusciti a liberare gli animali che sono stati prontamente rifocillati e riconsegnati ai proprietari.

L'intervento dei carabinieri è avvenuto alla presenza di numerosi cittadini richiamati dai guaiti. I tre giovani, responsabili di quanto accaduto, sono stati denunciati in concorso per maltrattamento di animali.

Ma non è l'unico caso del genere. Appena dieci giorni fa, sempre a Palermo, una donna per accompagnare il marito fermato dai carabinieri, aveva lasciato tre cani di grossa taglia chiusi nel retro di un furgone parcheggiato in via Giuseppe Amari. A salvare gli animali è stata la polizia municipale allertata dalla telefonata di un cittadino. I tre cani, sofferenti e disidratati, erano rinchiusi in un Opel Movano al cui interno la temperatura era diventata insostenibile. La donna, una 45enne, è stata segnalata per maltrattamenti di animali. I cani sono stati visitati dal veterinario della Asl che ne ha disposto l'accompagnamento in una clinica veterinaria per delle cure urgenti.

Segui già la pagina di Palermo de ilGiornale.it?