Palermo, padre di una studentessa picchia bidello: "Molestava mia figlia"

L’episodio di violenza è accaduto nell'istituto comprensivo Domenico Scinà a Palermo. Sul caso indaga la polizia che ha ascoltato gli insegnanti della scuola

Si è recato nella scuola frequentata dalla figlia di 16 anni ed ha aggredito e picchiato furiosamente un bidello resosi responsabile, a suo dire, di molestie sessuali sulla giovane. Il grave episodio di violenza si è verificato nel pomeriggio di ieri nell'istituto comprensivo Domenico Scinà, situato al Villaggio Santa Rosalia a Palermo.

La vicenda, ancora tutta da chiarire, ha creato il caos nella struttura tenendo in apprensione dirigenti, insegnanti e alunni che in quel momento erano presenti nella scuola.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’uomo era andato nell'istituto insieme alla moglie per denunciare alla preside che un bidello in servizio presso la struttura aveva più volte manifestato attenzioni "particolari" nei confronti della figlia.

Ma le parole per chiarire la situazione hanno avuto poco spazio. L’angustiato genitore, infatti, si è subito scagliato contro il presunto responsabile delle molestie percuotendolo con ferocia. “Il bidello non riusciva più ad alzarsi”, ha raccontato una mamma di un’alunna che ha assistito terrorizzata all'aggressione. La vittima è stata successivamente costretta a ricorrere alle cure dei sanitari del 118 di Palermo per medicare le ferite riportate nella colluttazione.

Sul caso indagano gli agenti della polizia che, per ricostruire la vicenda, si sono intrattenuti fino a tarda sera con i docenti. “Stiamo valutando quanto successo – dice la preside – Stiamo cercando di comprendere cosa sia accaduto".