Pamela, indagati i nigeriani Il pm: "Elementi per omicidio"

Dopo Osenghale finiscono sotto indagine i due connazionali fermati ieri. Il procuratore: "L'indagine adesso è chiusa"

Altri due nigeriani sono stati fermati e adesso sono indagati per la morte di Pamela Mastropietro. Il quadro che emerge da questa vicenda ha sempre più i contorni dell'orrore. A quanto pare, secondo quanto riporta il Messaggero, un vero e proprio branco avrebbe messo nel mirino la povera Pamela. Gli inquirenti adesso si stanno concentrando sull'abitazione di Innocent Osenghale dove probabilmente la ragazza è stata fatta a pezzi. Secondo i vicini in quell'appartamento c'era una andirivieni di nigeriani, nello specifico di almeno tre o quattro persone. E adesso è proprio sui connazionali di Osenghale che si concentrano le indagini degli investigatori. Uno dei due nigeriani fermati è stato rintracciato a Milano dove si trovava con la moglie e probabilmente in fuga verso la Svizzera. Ma un elemento importante del quadro investigativo riguarda il traffico telefonico sulle celle che agganciano i cellulari della zona della casa di Osenghale.

Da quel traffico telefonico potrebbero emergere dettagli importanti sulle ultime ore di Pamela in compagnia del nigeriano. Infatti dai tabulati potrebbe emergere qualche dettaglio in più sul numero di persone presenti all'interno della casa di Macerata dove avrebbe trovato la morte Pamela. Il nigeriano fermato a Milano a quanto pare avrebbe avuto un ruolo chiave nello smembramento del corpo della ragazza. Gli investigatori sono duqnue convinti che più di una persona si trovasse nella casa di Osenghale nel momento della scomparsa della ragazza. Per i tre nigeriani coinvolti potrebbe scattare l'accusa di omicidio. Il pm ha infatti ravvisato "elementi rilevanti per omicidio volontario". La procura infine ha fatto sapere che adesso "le indagini sono chiuse".

Commenti

istituto

Sab, 10/02/2018 - 11:50

Tenete alta la guardia e l'attenzione su questi fatti, e su quelli degli altri clandestini, come con i fatti della Sardegna di oggi, perché la sinistra responsabile di tutto ciò non li evidenziera' e li dimenticherà subito facilmente. Ogni giorno picchiate duro con articoli e reportage perché quello che sta succedendo ha a che vedere con la criminalità delle RISORSE importate dalla sinistra.

maricap

Sab, 10/02/2018 - 11:58

Per questo tipo di reati bisogna restaurare la pena di morte. Nessun assassino deve avere il diritto di sopravvivere alla sua vittima. Logicamenete ora i sinistrunz mi daranno del Fassista, dimenticando che la pena di morte vige ancora proprio nelle loro dittature. Proprio vero che elpirl si nasce, poi inevitabilmente si vira a sinistra.

Pippo3

Sab, 10/02/2018 - 11:59

siamo di fronte ad un rito tribale in uso in certe zone dell'Africa dove l'uccisione e lo smembramento delle donne pare sia pratica diffusa. E' evidente la responsabilità della sinistra buonista ed immigrazionista in questa vicenda, aver importato soggetti che esprimono queste culture porta a questi risultati.

Ritratto di navajo

navajo

Sab, 10/02/2018 - 12:07

E' sicuro che tra la gente di colore ci siano tantissime brave persone, ma i criminali clandestini, senza permesso di soggiorno, con decreto di espulsione, devono essere pesantemente condannati e poi espulsi. Non difesi demagogicamente solo perché di colore.

Pigi

Sab, 10/02/2018 - 12:18

Coloro che erano in quella casa mentre la povera ragazza è morta sono tutti da condannare per omicidio volontario. Inutile sottilizzare: era già morta; no era viva; l'hanno fatto gli altri, io guardavo solo; no ero io che guardavo, tu l'hai colpita, io l'ho solo fatta a pezzi.... Non perdiamo tempo cercando di capire nei particolari cosa è avvenuto, non lo sapremo mai con certezza. E' un branco di criminali assassini: ergastolo.

effecal

Sab, 10/02/2018 - 13:18

la sinistra manifesterà a sostegno di queste sue preziose risorse

Sail

Sab, 10/02/2018 - 13:22

Chiedo accoratamente alla Sig.ra Boldrina, e alla super-skillata dott.ssa ministra dell'istruzione Fedela, di destinare parte dei fondi destinati all'accoglienza ( si, proprio quelli che hanno rinnovato per altri tre anni!!) alla stesura di manuali (del tipo come quelli che istruivano le "risorse" all'approccio sessuale con le donne occidentali, per intenderci) per la stesura e diffusione capillare (asili, scuole di ogni ordine e grado, farmacie, medici di base, pronto soccorso, centri di ascolto, parrocchie,ecc..) di manuali dove vengono dettagliate le pratiche nigeriane sulla uccisione, sezionamento e mutilazione, degli esseri umani; anche su come si usa un machete, per cortesia, è più cool, e anche green, le pistole fumano e danneggiano l'ambiente.. Sapete, non siamo esperti.. visto che i loro costumi sono all'avanguardia, e saranno presto diffusi tra tutti noi, non vorrei assolutamente rimanere indietro nell'apprendimento di queste nuove competenze..

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 10/02/2018 - 13:23

L'articolo termina con un POTREBBE scattare l'accusa di omicidio!!! Mentre invece la parola giusta e DOVREBBE e se non scatta sono da "ammazzare" i GIUDICI!!! AMEN.

Dordolio

Sab, 10/02/2018 - 13:25

Curioso come si proceda con i piedi di piombo verso certi "garantiti" (immigrati e diversamente bianchi). Ogni cautela, anche di fronte alla squartamento di un corpo e al suo trattamento con varechina per far scomparire le tracce. Qui NON CI SONO TEOREMI, chissà perchè. Il Parolisi (bianco e italiano), viene invece condannato sveltamente per la morte della moglie Melania. Arma mai trovata, testimoni scomparsi. Motivazioni del delitto: "Veniva rifiutato dalla moglie un suo approccio sessuale mentre lei orinava in una latrina". Nero su bianco. E abbiamo capito tutto...

Massimo Bocci

Sab, 10/02/2018 - 13:48

Si ma speudo magistratura se prenda con calma (non c’è fratta!!!) e prima di accusare dei boia,macellatori, assassini, squartatori, bisogna pensarci protrebbero andare dalla Kyenge per razzismo,poi ormai i pezzi (son tutti ordinati) posteggiati in comode valige in attesa di conoscere il mittente Africano, e poi sembra si sia scatenata già un asta per dare da lavorare (ha tempo pieno) a questi maestri del macete,squartatori, devisceratori,(tutte qualità e lavori che gli Italiani rifuggono) e dunque tutti assunti job coop!!! Logicamente a tempo indeterminato,questi ci pagheranno la pensione forse, ma certamente ci faranno risparmiare sul funarale.

Biricchino

Sab, 10/02/2018 - 14:12

Premiata macelleria nigeriana!

Biricchino

Sab, 10/02/2018 - 14:19

Sono abituati alla caccia nella savana e alla preparazione della selvaggina per la cottura sul fuoco. Sicuro che sono esperti nella macellazione. Solo che qui sono le nostre figlie ad essere la cacciagione.

Tuthankamon

Sab, 10/02/2018 - 14:23

Questa ragazza è una delle tante vittime dello sfascio delle famiglie, della disonestà intellettuale dei nostri politici e della nostra incapacità di porre fine al malaffare che come Italiani ci viene imposto! Ricordiamocene quando andiamo a votare, sarà un giro di boa. Oppure, se non provvediamo, vorrà dire che ci sta bene così, poveri illusi!

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Sab, 10/02/2018 - 14:25

L'impressione che ho avuto è che magistrati e alcuni politici( di sinistra) cerchino di mettere in primo piano, con 5 nigeriani presenti sul luogo del misfatto, chi ha aiutato a nascondere Pamela a pezzi. Nessuno si è ancora chiesto cosa hanno fatto quei 5 alla ragazza prima di ucciderla e perchè l'hanno ripulita tutta così bene per non lasciare traccia della loro presenza?

Ghelafoepu

Sab, 10/02/2018 - 14:26

ghigliottina!

istituto

Sab, 10/02/2018 - 14:38

Si è un orrore senza fine , e lo si era capito fin dall'inizio......per chi lo voleva capire.....E la sinistra tutta, visto che è colpevole di averli portati qui e di volerli lasciare qui,sposta il tiro su un inesistente fascismo morto da decenni.....

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 10/02/2018 - 14:43

Concluderanno con una posta in libertá con obbligo di firma.Scomettiamo !!! Un dejavu che fa orrore.

fifaus

Sab, 10/02/2018 - 14:46

Rimandarli tutti in Nigeria. i loro compatrioti sanno che farne...

fisis

Sab, 10/02/2018 - 15:02

Casi di appartamenti "frequentati" da diecine di immigrati, magari clandestini, all'interno dei quali c'è un via vai sospettoso sono frequentissimi in tutte le città. A Milano ad esempio, ci sono zone intere dove ciò accade: veri e propri "fortini", dove neanche la polizia ha l'ardire di intervenire. Eppure, oltre il caso presente di spacciatori di droga, vi è il pericolo incombente del terrorismo islamico e dei relativi fiancheggiatori. Servirebbe un controllo capillare del territorio ormai in Italia, per scovare tutti questi delinquenti, ma anche terroristi e i lori supporters. Nonostante ciò, tutte le "autorità" preposte, sottovalutano il problema. Vi siete mai imbattuti in un controllo di identità in una grande città o in una metropolitana? Cosa aspettano? Il prossimo sgozzamento, il prossimo smembramento di cadavere, ancora peggio, un attentato terroristico eclatante come una dirty bomb che esplode in una metropolitana o in un centro commerciale?

Ritratto di ersola

ersola

Sab, 10/02/2018 - 15:06

eh poi dicono che non bisogna usare la povera pamela per fini politici...... che ipocriti.

fisis

Sab, 10/02/2018 - 15:11

Non ho mai, in tutta la mia vita, come ora, provato tanta orrore per una vicenda come questa; il mio animo non ha mai traboccato di un tale dolore e pietà profondi per una povera ragazza come Pamela, dedita alla droga, evidentemente così isolata, così disperatamente sola, da cadere in balia di questi mostri non umani, che l'hanno uccisa e fatta a pezzi, probabilmente quando era ancora in vita.

fisis

Sab, 10/02/2018 - 15:12

Non ho mai, in tutta la mia vita, come ora, provato tanto orrore per una vicenda come questa; il mio animo non ha mai traboccato di un tale dolore e pietà profondi per una povera ragazza come Pamela, dedita alla droga, evidentemente così isolata, così disperatamente sola, da cadere in balia di questi mostri non umani, che l'hanno uccisa e fatta a pezzi, probabilmente quando era ancora in vita.

Ernestinho

Sab, 10/02/2018 - 15:12

Quei BASTARDI meritano tutti l'ergastolo. Accanirsi tanto contro quella povera giovane, anche se incosciente!

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Sab, 10/02/2018 - 15:13

Che cos'hanno fatto i 5 a quella povera ragazza prima della sua morte?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 10/02/2018 - 15:26

quella si è affidata ad un maledetto africano che ha richiamato molti suoi connazionali e magari a pagamento chissà in quanti hanno abusato di lei e per quanti giorni. Bella com'era non poteva godersela per una sola volta, chissà quante volte l'hanno penetrata. Ecco perchè le hanno strappato le parti intime, perchè c'erano una infinità di tracce. Il cuore? Forse se l'hanno mangiato come cannibali.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 10/02/2018 - 15:34

Traini, che tu sia stramaledetto, ma cosa ti è saltato in mente di sparare in mezzo alla folla e con molti testimoni. Con tutti i delinquenti che avevi a portatadi mano, magari di sera o di notte. Tu, solo, in Italia e quelli sempre in molti. Poi potevi approfittare dell'ultimo dell'anno, chi si sarebbe accorto degli spari confondendosi con i mortaretti. Ma un po di ingegno no eh!

steacanessa

Sab, 10/02/2018 - 15:38

Clandestini non profughi.

amicomuffo

Sab, 10/02/2018 - 15:47

Sono italiano ed ho paura! Cosa aspettiamo a riprenderci la nostra nazione? O stiamo aspettando che ci capiti personalmente qualcosa per ribellarci? Tanto queste istituzioni attuali, ci hanno abbandonato! Possiamo dare una svolta solo con il voto, l'unica arma che ormai ci è rimasta per cambiare....se non lo facciamo adesso, vuol dire che ci va bene così.

Ritratto di Gius1

Gius1

Sab, 10/02/2018 - 16:07

ersola @ vorrei vedere se fosse stata tua figlia cosa pensassi. Il fine politico e´TUO quando vuoi deviare il ragionamento. VERGO..GNATI

GimmeSong

Sab, 10/02/2018 - 16:12

Coprifuoco a Macerata per sviare l’attenzione sul crimine commesso sul popolo iraliano accogliendo stupratori seriali professionisti

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 10/02/2018 - 16:16

Inutile commentare fatti ormai chiari. Constatiamo che il giovane "squilibrato", sarà accusato di tentato omicidio plurimo, facendo felici il governo e la marea di comunisti accorsi a Matera per attaccare il "fascismo". Non sappiamo quale sarà la sorte dei numerosi nigeriani coinvolti, non solo nella morte della giovane disgraziata, ma anche colpevoli di spaccio di droga e di sfruttamento della prostituzione. Che farebbero in un paese serio? Metterebbero in manicomio lo sparatore. Porrebbero sotto processo tutti i nigeriani coinvolti in reati vari ed espellerebbero quelli in transito, presenti solo per scopare. Quanto al governo, ai politici ed ai giornali di sinistra dovremo rassegnarci a sopportarli, almeno fino al 4 marzo, poi si vedrà.

Ritratto di blackwater

blackwater

Sab, 10/02/2018 - 16:26

Stasi è stato non solo indagato ma CONDANNATO per molto meno.

il_viaggiatore

Sab, 10/02/2018 - 16:26

Ma se dicessi che questo stile di vita che essi ci offrono, che sarà anche il nostro, non mi piace?

titina

Sab, 10/02/2018 - 16:36

x navajo. Sono perfettamente d'accordo. Inoltre, proprio la condanna seria e l'espulsione servirebbero a tutelare le persone di colore che si comportano civilmente

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 10/02/2018 - 16:37

L'importante, a questo punto, è che la grandiosa manifestazione antifascista di Macerata abbia una folta schiera di partecipanti. Così avremo ben chiaro quanti sono quelli che tramano per la rovina di questo paese.

aitanhouse

Sab, 10/02/2018 - 16:54

gli avvertimenti diffusi in italia circa il pericolo dell'invasione nigeriana è stato ignorato colpevolmente e sarebbe opportuno che qualche procura prendesse in esame seriamente gli avvenimenti. Fu detto e pubblicato ampiamente come boko haram ,criminale che certa sinistra non ha mai condannato ,abbia aperto gli istituti carcerari nigeriani nelle zone da lui controllate per reclutare nuove forze e come migliaia di criminali fuori usciti abbiano cercato e trovato fuga sui barconi verso l'italia per sfuggire allo stesso boko haram ed al governo centrale. A tal punto ogni commento è inutile:i nigeriani andrebbero espulsi ed insieme a gli stessi coloro che hanno consentito il loro ingresso.

maricap

Sab, 10/02/2018 - 16:59

@ ersola Comunistello de merd, deficien te ai massimi livelli, è la sinistra e solo la sinistra che è andata a fare una manifestazione politica dove è stata stuprata, ammazzata e sezionata e gettata in aperta campagna, come spazzatura una giovanissima ragazza italiana, che si era fidata dei tuoi amici di importazione. Dato che c'erano, durante la kermesse hanno anche inveito contro i rifugiati dell'Istria. er sola, con voi non cè più niente da fare Siete proprio delle merdac ce puzzolentissime da spazzare via al più presto. Amen.

agosvac

Sab, 10/02/2018 - 17:05

"elementi rilevanti per omicidio volontario", ovviamente "gip" permettendo!!!

baio57

Sab, 10/02/2018 - 17:22

Ersola sei uscito dal letargo in anticipo,finita la scorta di ghiande? Come mai non sei a Macerata in prima fila con la Kyenge ,la Guzzanti, ed il lerciume dei kollettivi sinistraati ?

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Sab, 10/02/2018 - 17:26

@Pippo3: Concordo. Hanno fatto ciò che nel loro paese è normale. Nessuna pietà per loro e per chi ha stomaco forte vada a vedere le foto di ciò che succede in quei paesi.

Anonimo (non verificato)

RolfSteiner

Sab, 10/02/2018 - 17:33

Cannibali importati dai comunisti.

MgK457

Sab, 10/02/2018 - 17:39

Il presidente della Nigeria aveva messo in guardia l'Europa che qui scappavano delinquenti. Macellai maledetti, facciamoli a pezzi.

acam

Sab, 10/02/2018 - 17:52

ma c'è ancora bisogno di pensarci su? la presenza della chienge basta a certificare l'avvenuto congo o nigeria tanto fa

petra

Sab, 10/02/2018 - 18:11

Tutti i nigeriani devono essere espulsi, non con un foglio di via soltanto, ma con un rimpatrio sicuro. Sono pericolosi! Alle prossime elezioni perlomeno votiamo chi ci dà un pò di speranza in questo. Sarà dura, abbiamo Kyenge, Boldrini e tutti gli anti-italiani che si prodigheranno con bastoni tra le ruote. Ma ci dobbiamo provare. ASSOLUTAMENTE.

Happy1937

Sab, 10/02/2018 - 18:18

Papa Francesco tace? Non è scosso da quel che giorno dopo giorno combinano le sue risorse. Forse è il Prete Galantino che non lo informa!

piazzapulita52

Sab, 10/02/2018 - 19:03

Se avessero fatto questo orrendo crimine in Nigeria, questi animali sarebbero stati condannati a morte ed uccisi! Qui, in questo paese di buffoni, invece, tra poco saranno ancora in giro a delinquere! Mi vergogno d'essere italiano. Quella di oggi non è la mia Italia!!!

ziobeppe1951

Sab, 10/02/2018 - 19:51

...Omicidio volontario con l’aggravante del razzismo

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 10/02/2018 - 20:11

un paio di avvocati di grido,pagati da noi...il classico "!pentimento" suggerito dal mediatore di turno....interviste al posto e momento giusto..e questi vili assassini spacciatori te li ritrovi nel bus accanto a noi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 10/02/2018 - 22:30

Ma come? Presenti sulla, ora scendono a 2, scena dell'omicidio (impronte inconfutabili) 5 persone, feermati 3, e si dice che l'inchiesta è finita? Cercateli tutti, prima. Dà fastidio che qualcuno scappi o sia coperto dopo un massacro del genere.

Ritratto di Leonida55

Anonimo (non verificato)

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 10/02/2018 - 22:34

ersola Sab, 10/02/2018 - 15:06...Una zecca del suo calibro non è degna di impartire lezioni a nessuno...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 10/02/2018 - 22:38

Si ode, assordante, il silenzio del pampero...E.A.

Bob121157

Sab, 10/02/2018 - 23:23

Le indagini stanno procedendo, ci sarebbero nuovi riscontri, c'è gente che sta' lavorando per portare i colpevoli di fronte ad un tribunale ed ad una difesa (siamo pieni di avvocati) . Proprio non capisco quelli che devono sempre criticare con slogan precotti. Cagarabbia a prescindere.

Ritratto di Luigi1671

Luigi1671

Dom, 11/02/2018 - 00:47

maricap 10/02/2018-11:58:"Per questo tipo di reati bisogna restaurare la pena di morte". Concordo pienamente. Vedo che finalmente qualcuno comincia a capire la necessità di pene drastiche, proporzionate alla crudeltà del reato compiuto. Non dimentichiamo inoltre che questi nigeriani sono spesso (anche se non sempre) avanzi di galera scappati dal carcere con fedine penali pesantissime. Inoltre l'Italia, col debito pubblico che si ritrova, non può permettersi di mantenere per anni dei criminali in carcere. La pena di morte risolve anche questo problema, al costo di una pallottola.

Royfree

Dom, 11/02/2018 - 01:58

Infangheranno tutto. La coesione sociale in questa subdola democrazia è di primaria importanza. Giammai affermeranno che questi schifosi trogloditi incivili e parassiti hanno fatto a pezzi una ragazzina e perpetrato un rito tribale. Che Dio vi maledica.

Ritratto di alichino

alichino

Dom, 11/02/2018 - 07:10

Ma chi ha affittato la casa alla canaglia nigeriana?

Ritratto di Nahum

Nahum

Dom, 11/02/2018 - 07:44

Con buona pace di chi criticava la magistratura e di chi da destra e da sinistra fa dei fatti di macerata un terreno di scontro ideologico. PS chi ha fatto entrare il boia Garlaschi in Italia? Va bene prendersela con l’africano ma il male l’abbiamo dentro anche noi italiani non dimenticatelo ...non siamo migliori di loro ....

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Dom, 11/02/2018 - 10:18

PENA DI MORTE !!! NESSUNO SALVI CAINO !!!