Il Papa e l'inglese, una battaglia che dura da anni

Helen Osman, organizzatore della visita del Papa negli Usa: "È molto importante per lui comunicare chiaramente quello che cerca di dire"


Papa Francesco ha fatto il suo primo discorso alla Casa Bianca in inglese, una lingua che, non è un segreto, non è proprio la più amata dal Pontefice.

"La lingua più difficile per me è sempre stato l'inglese. Soprattutto la pronuncia, perché non ho orecchio", ha raccontato in passato Jorge Mario Bergoglio a un biografo.

Come ricorda il 'Washington Post', già molto prima di diventare Papa, nel gennaio del 1980, a 43 anni Francesco andò a Dublino al Milltown Institute of Theology and Philosophy per cercare, per la prima volta, di imparare la lingua.

L'istituto gli diede un tutor, ma lui avrebbe anche chiesto all'economato 14 sterline per comprare delle cassette in inglese, il cui ascolto non avrebbe prodotto grandi risultati.

Tuttavia, per le tappe a Washington, New York e Filadelfia, Bergoglio si è esercitato e, come raccontato da Helen Osman, tra gli organizzatori della visita del Papa alla Conferenza dei Vescovi Cattolici Usa, ha fatto pratica da mesi prima della partenza. "E' molto importante per lui comunicare chiaramente quello che cerca di dire", ha aggiunto Osman.