Papa Francesco: "Acqua e fogne, diritto per tutti"

Papa Francesco visita Kangemi, quartiere povero di Nairobi, dove vivono almeno centomila persone in condizioni di estrema miseria: "Mi sento a casa"

Papa Francesco ha visitato una baraccopoli di Nairobi, dove mancano i servizi essenziali, circondata da zone residenziali. Il pontefice ha percorso le stradine in terra battuta di Kangemi fino alla parrocchia cattolica di san Giuseppe lavoratore, retta dai gesuiti che dirigono anche un ambulatorio, un istituto tecnico superiore, un centro di assistenza alle madri in difficoltà. Poi ha parlato con la popolazione: "Mi sento a casa condividendo questo momento con fratelli e sorelle che, non mi vergogno a dire, hanno un posto speciale nella mia vita e nelle mie scelte. Sono qui - ha aggiunto - perché voglio che sappiate che le vostre gioie e speranze, le vostre angosce e i vostri dolori non mi sono indifferenti".

"L'accesso all'acqua potabile e sicura è un diritto umano essenziale, fondamentale e universale, perché determina la sopravvivenza delle persone, e per questo è condizione per l'esercizio degli altri diritti umani". Il santo padre ha sottolineato che c'è un grave problema di "mancanza di accesso alle infrastrutture e servizi di base. Mi riferisco a bagni, fognature, scarichi, raccolta dei rifiuti, luce, strade, ma anche scuole, ospedali, centri ricreativi e sportivi, laboratori artistici". "Negare l'acqua ad una famiglia, attraverso qualche pretesto burocratico - ha ammonito - è una grande ingiustizia, soprattutto quando si lucra su questo bisogno".

"Come possiamo - si è chiesto il pontefice - non denunciare le ingiustizie subite? Chiedo a Dio che le autorità prendano insieme a voi la strada dell’inclusione sociale, dell’istruzione, dello sport, dell’azione comunitaria e della tutela delle famiglie, perché questa è l’unica garanzia di una pace giusta, vera e duratura. Non mancano di fatto, pressioni affinché si adottino politiche di scarto come quella della riduzione della natalità che pretende legittimare l’attuale modello distributivo, in cui una minoranza si crede in diritto di consumare in una proporzione che sarebbe impossibile generalizzare".

Francesco ha auspicato "una rispettosa integrazione urbana. Né sradicamento, né paternalismo, né indifferenza, né semplice contenimento. Abbiamo bisogno di città integrate e per tutti. Abbiamo bisogno di andare oltre la mera declamazione di diritti che, in pratica, non sono rispettati, e attuare azioni sistematiche che migliorino l’habitat popolare e progettare nuove urbanizzazioni di qualità per ospitare le generazioni future".

"Faccio appello a tutti i cristiani, in particolare ai pastori - ha poi concluso citando parole di Benedetto XVI - a rinnovare lo slancio missionario, a prendere l’iniziativa contro tante ingiustizie, a coinvolgersi nei problemi dei cittadini, ad accompagnarli nelle loro lotte, a custodire i frutti del loro lavoro collettivo e a celebrare insieme ogni piccola o grande vittoria. So che fate molto, ma vi chiedo di ricordare che non è un compito in più, ma forse il più importante, perché "i poveri sono i destinatari privilegiati del Vangelo".

Il Papa si è soffermato poi sui bambini. Il "contesto di indifferenza e ostilità, di cui soffrono i quartieri popolari, si aggrava quando la violenza si diffonde e le organizzazioni criminali, al servizio di interessi economici o politici, utilizzano i bambini e i giovani come 'carne da cannone' per i loro affari insanguinati. Conosco anche le sofferenze di donne che lottano eroicamente per proteggere i loro figli e figlie da questi pericoli".

Commenti
Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Ven, 27/11/2015 - 09:41

Francesco, quando dici per "tutti" intendi anche per noi ITALIANI ? Perché non ti fai un giretto pure dalle NOSTRE parti e cominci a strigliare e a tirare le orecchie pure alle nostre "istituzioni"??? Francesco mi sembri una boldrini vestito di bianco

roberto del stabile

Ven, 27/11/2015 - 09:46

ECCO GIUSTO CARO PAPUZZO ORA VENDI TUTTO IL VATICANO ED TESORI DELLA CHIESA E CON IL RICAVATO VAI IN AFRICA E PROVVEDI TU AI BISOGNI DEI POVERACCI PRIVI DI ACQUA E FOGNA.MAGARI I TUOI PRETI DI CLOACHE SE NE INTENDONO ....

moshe

Ven, 27/11/2015 - 10:11

bravo, hai ragione, quindi, da oggi tu e tutti i tuoi preti, andate a LAVORARE per dare acqua e fogne a tutti! PARASSITI!

Ritratto di allecarlo

allecarlo

Ven, 27/11/2015 - 10:24

Giusto.... io infatti li metterei tutti nelle fogne

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Ven, 27/11/2015 - 10:24

Giusto! Bravo Francesco, urla questa cosa in faccia a chi sostiene che non sei un buon Papa... e poi apri le casse dello Ior e dai avvio ai lavori per la realizzazione di fogne in Africa! ... Oppure dovremmo pagarle noi, pena non essere buoni cristiani?

Maura S.

Ven, 27/11/2015 - 10:30

e chi dovrebbe pagare.....il pantalone italiano come al solito con l'otto per mille, che poi finisce nelle tasche della varie associazioni benefiche. Piuttosto aiutiamo i nostri italiano che ne hanno bisogno. Io direi che = charity begins at home =

venco

Ven, 27/11/2015 - 10:38

Parla sempre fuori dal suo compito, esprimendo concetti generici e ambigui.

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Ven, 27/11/2015 - 10:44

@UnoNessunoCentomila ... l'egoismo e l'ottusità di certe persone non finisce mai di stupirmi. Ma dove vivi? Non arriva l'acqua dalle tue parti? Non ci sono fognature? Manca la luce, le scuole, gli ospedali?

piero calca

Ven, 27/11/2015 - 10:53

Che mente superiore , che pensatore ! Gli scienziati , in anni e anni di ricerche e studi ,non ci sarebbero mai arrivati ,invece lui , in una frazione di secondo , ti spara una scoperta storica , pari solo a quella dell'acqua calda.

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 27/11/2015 - 10:54

Diceva il Signore: "Il mio regno non è di questo mondo". Forse per questo motivo Papa Bergoglio, che è il rappresentante di quel regno sulla Terra, è proprio fuori dal mondo.

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 27/11/2015 - 10:58

Tutto sta diventando un diritto. Dare tutto a tutti, senza dire chi dovrebbe darlo e con quali mezzi. Mi ricorda molto "Più pilu per tutti" di Cetto Laqualunque. Ma Cetto fa ridere, il Papa no.

beowulfagate

Ven, 27/11/2015 - 11:03

Poiché il Santo Padre ci illumina dicendo che il terrorismo prospera nella miseria,come mai dal Kenya o dall'Etiopia-almeno fino ad oggi-non è venuto fuori un terrorista neanche a pagarlo ? Dev'esserci qualcosa che mi sfugge...

Ma.at

Ven, 27/11/2015 - 11:04

Quando vedo simili manifestazioni mi chiedo sempre che cosa hanno fatto i nonni e gli antenati di questi "poveri" negli ultimi mille anni, mentre i nostri nonni e antenati in Europa si ammazzavano di lavoro per sopravvivere e migliorare le loro condizioni di vita?

Alessio2012

Ven, 27/11/2015 - 11:13

L'acqua è un'esigenza, non un diritto. Il Papa ragiona per utopie... crede ancora che questo mondo sia una bella favoletta dove basta una bacchetta magica per fare tutto...

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 27/11/2015 - 11:14

Un piccone e una vanga non la si nega a nessuno, va. Ci mettiamo pure chi insegna loro ad usarle che li, di manodopera, ce n'è in abbondanza. Meno dio, meno figli, meno tradizioni tribali e più olio di gomito, questa è la ricetta per uscire dalla m..da in cui sguazzano.

PEPPA44

Ven, 27/11/2015 - 11:29

Un suggerimento al Papa: tutti i cardinali che occupano appartamenti di svariati metri quadrati nessi nell'appartamento di Bertone; quelli liberati dati in affitto regolare e il ricavato potrebbe andare a queste popolazioni.

fisis

Ven, 27/11/2015 - 11:36

Un Papa molto attento ai problemi sociali e materiali, poco o per nulla a quelli spirituali. Forse ha sbagliato mestiere. Lo vedrei molto adatto a fianco del PD, anzi forse di SEL.

onurb

Ven, 27/11/2015 - 11:46

Quella che l'acqua è un diritto di tutti è una grossissima sciocchezza. Non che io voglia far morire di sete qualcuno e ben vengano tutte le misure e gli aiuti per farla avere a chi non l'ha. Ma un conto è perorare aiuti per costruire acquedotti e tutt'altro affare è definire un diritto l'accesso all'acqua. In Italia e in Europa non rubiamo certo l'acqua agli Africani: semplicemente ci serviamo di quella che abbiamo grazie al nostro clima, molto spesso inclemente. Anche l'energia è un elemento indispensabile per la sopravvivenza. La maggior parte dell'Europa, che è priva di petrolio, non accampa diritti su quello posseduto dai paesi produttori: acquista la quantità che le serve. I paesi più sagaci, tra i quali non brilla l'Italia, hanno cercato di affrancarsi dal petrolio, ricorrendo al nucleare. Ma quanti dipendono ancora dall'oro nero, come l'Italia, non accampano alcun diritto sul petrolio che si trova nel sottosuolo dei paesi più fortunati.

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 27/11/2015 - 11:51

Ricorda anche che dopo aver insegnato agli africani per la milionesima volta le tecnologie appropriate per avere l'acqua potabile, dopo aver consegnato pozzi e acquedotti, da parte dell'africano rimane il dovere, sempre inosservato, di mantenere in efficienza gli impianti. Colpa dell'occidente capitalista anche la contaminazione dell'acqua potabile? La cannibalizzazione di impianti andati in malora per indolenza e mancanza di manutenzione?

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Ven, 27/11/2015 - 12:12

Angelo libero è giusto che tu esprima il tuo pensiero, siamo in un paese democratico, ci mancherebbe....Non dare dell'ignorante a chi non la pensa come te comunque...

Mario Pellegrini

Ven, 27/11/2015 - 12:12

discorso ineccepibile per chi abbia fatto un giro in una baraccopoli africana. Non si può vivere come animali.

Ritratto di brunobeard

brunobeard

Ven, 27/11/2015 - 12:49

Santità, da cattolico praticante la imploro di occuparsi del perché le funzioni religiose sono sempre più deserte ed al 99% frequentate da coloro che sono antecedenti alle "varianti" intercorse dopo il Concilio Vaticano che nelle intenzioni con tutte le "modernizzazioni" introdotte dovevano rendere più intellegibile la comprensione del Verbo. Risultato chiese sempre più vuote e seminari sempre più deserti e/o frequentati da personaggi molto spesso "equivoci". E con tutto questo marasma Lei crede di illuminare il mondo con argomenti simili a questo che la stanno rendendo simpatico ai tradizionali mangiapreti e/o a coloro che, pur se cattolici, l'ultima volta che sono entrati in chiesa é quando sono stati battezzati o ricevuto la prima Eucarestia? Non proseguo, altrimenti dovrei dilungarmi sul perché nessun gesuita é mai salito al Soglio di Pietro e nessun Papa ha preso il nome di Francesco!!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 27/11/2015 - 13:04

ottimo candidato per il pd. Di religione e spiritualita' zero. La chiesa cattolica sta per chiudere.

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 27/11/2015 - 13:05

il clandestino pero continua a viaggiare protetto dalla scorta e dalla clandestino mobile !!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 27/11/2015 - 13:05

sicuramente il Papa avrà detto che non bisogna mangiare carne al Venerdì o si fa peccato..con questi poveri morti di fame..inoltre immagino avrà portato con se qualche sacco di riso o sacchi di buone parole nutrienti?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 27/11/2015 - 13:05

sicuramente il Papa avrà detto che non bisogna mangiare carne al Venerdì o si fa peccato..con questi poveri morti di fame..inoltre immagino avrà portato con se qualche sacco di riso o sacchi di buone parole nutrienti?,

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 27/11/2015 - 13:09

Roberto del stabile perchè scrivi kazzate? vendere l'oro del Vaticano è come vendere la storia italiana, potrebbe vendere il Colosseo il governo italiano o statue e quadri e dipinti di pittori famosi?, invece avresti dovuto dire :italiani vendete il nostro PD e tutti i suoi componenti e cellule sparse in tutta la Italia e andremo meglio così, ma questo voi italiani non lo dite mai,criticate altri paesi ma difendete il vostro comunista

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 27/11/2015 - 13:09

Roberto del stabile perchè scrivi kazzate? vendere l'oro del Vaticano è come vendere la storia italiana, potrebbe vendere il Colosseo il governo italiano o statue e quadri e dipinti di pittori famosi?, invece avresti dovuto dire :italiani vendete il nostro PD e tutti i suoi componenti e cellule sparse in tutta la Italia e andremo meglio così, ma questo voi italiani non lo dite mai,criticate altri paesi ma difendete il vostro comunista..

moshe

Ven, 27/11/2015 - 13:48

Loro ed i loro avi non hanno fatto un c...o per millenni per evolversi e progredire civilmente e adesso quel pagliaccio vestito di bianco ci viene a raccontare che dobbiamo sfamarli, dissetarli, costruire case, ospedali ed anche le fognature. Evidentemente, abituato lui e tutto il clero ad essere mantenti per duemila anni, lo ha portato a pensare che noi si possa mantenere il mondo intero. ANDATE A LAVORARE, PARASSITI!

steffff

Ven, 27/11/2015 - 13:48

@beowulfagate: la risposta alla tua domanda e' ovvia. Kenya e Etiopia sono paesi abitati in maggioranza da cristiani.

Adinel

Ven, 27/11/2015 - 14:46

per il papa sempre i cristiani, devono girarsi le maniche e aiutare e sopratutto fare per altri , con il rischio di lasciarci le proprie penne! Ma incitasse una volta buona i fanulloni che li purtropp ce ne sono molti!!! Sempre gli occidentali devono fare per loro? in primis; iniziassero da se stessi !

berserker2

Ven, 27/11/2015 - 15:37

sempre più relativista......

oicul44

Ven, 27/11/2015 - 16:20

invece di fare la danza per la pioggia o prendere un barcone per venire in europa, si metessero di buona lena e farseli questi lavori mi sembra che ne abbiano poca voglia di lavorare.

Holmert

Ven, 27/11/2015 - 16:53

Questo papa è un volpone con tanto di pelliccia. Dice cose che suonano come musica angelica nelle orecchie della gente. Eccone un elenco: il ricco non deve esistere,deve dare tutto ai poveri, tutti devono avere un lavoro,perché senza lavoro non si ha dignità, acqua e fogne per tutti, basta con l'inquinamento, il cibo non deve mancare a nessuno, tutti debbono avere una casa etc. Pensieri profondi,veramente, non sto celiando.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Ven, 27/11/2015 - 17:09

Più pilu per tutti!

gianrico45

Ven, 27/11/2015 - 17:13

Acqua,fogne e brecciolino sulle strade di campagna;la politica dei politici di provincia italiani degli anni 50.Il paradiso può attendere.

gesmund@

Ven, 27/11/2015 - 17:23

In Africa nel 1960 erano in meno di 300 milioni, mentre oggi sono più di un miliardo. Penso quinsi che abbiano avuto da mangiare e da bere qualcosa. Loro preferiscono vivere così, invece di pagare TASI, IMU, IRAP, IRPEF, IVA ... e lavorare come negri, o come bianchi.

berserker2

Ven, 27/11/2015 - 17:51

mandaci Bertone a fare i lavori delle fogne.....che lui se ne intende di ristrutturazioni.....

BENNY1936

Ven, 27/11/2015 - 18:38

Certo che per rivolgersi ad un essere onnipotente, e buono infinitamente, le richieste fanno un pò spavento. ACQUA E FOGNE? Ma migliaia di pan di zucchero, alberi della cuccagna montagne di gelati e oche arrosto,e tutto quant'altro possiamo immaginare, altro che acqua e fogne!

Ritratto di marystip

marystip

Ven, 27/11/2015 - 19:47

Che palle!

Royfree

Ven, 27/11/2015 - 20:12

Eccolo lì. Manco se mettesse di suo per costruirle. Bello a parlare....

smoker

Ven, 27/11/2015 - 20:30

Giusto Santo Padre , l'acqua e le fogne sono un diritto , dillo ai loro governanti che non fanno nulla tranne mangiarsi da sempre i soldi che ogni anno ricevono dall'Occidente in segno di solidarietà.

@ollel63

Ven, 27/11/2015 - 21:22

ma di che parla questo incompetente francesco l'argentino? Sia rimandato alla fine del mondo da cui proviene.

Ritratto di kikina69

kikina69

Ven, 27/11/2015 - 22:43

L'acqua è un diritto. Parlando delle occupazioni abusive a bologna hanno detto la stessa cosa prodi e quelli di sel

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Ven, 27/11/2015 - 22:58

Vedo qui molti commenti fatti con dente avvelenato.

zucca100

Sab, 28/11/2015 - 01:26

Uno nessuno centomila, mi spiace dirtelo ma sei davvero di un'ignoranza abissale