Papa Francesco in carcere a Paliano per la lavanda dei piedi

Il Papa ha incontrato i detenuti, tra i quali anche molti collaboratori di giustizia

Una visita a carattere privato, durante la quale papa Francesco ha incontrato un gruppo di persone che stanno scontano la pena del carcere di Paliano, tra i quali ci sono molti collaboratori di giustizia.

C'è questo nel Giovedì santo di Francesco, arrivato alla casa di detenzione nel Frusinate per la tradizionale lavanda dei piedi e che ha visto privatamente due persone che sono in carcere in regime d'isolamento.

Una giornata, quella di oggi, che per il Pontefice era iniziato con un pranzo nell'abitazione dell'arcivescovo Giovanni Angelo Becciu, sostituto della Segreteria di Stato, in una giornata "in cui la Chiesa ricorda l'istituzione del sacerdozio", come ricorda l'Osservatore Romano.

A Paliano la messa in Coena domini, occasione che il Papa ha sfruttato per ricordare ai detenuti che erano con lui come il più grande debba "fare il lavoro di schiavo per seminare amore".

"Io non vi dico che oggi andate l'uno dall'altro a lavare i piedi, ma se potrete fare un servizio al vostro compagno qui in carcere, fatelo perchè questo è come lavare i piedi. Essere servo degli altri", consiglia Francesco, sottolineando il valore della giornata e dei suoi riti: "Non è cerimonia folclorica, è un gesto per ricordare quello che ha dato Gesù che ha preso il pane e ci ha dato il corpo, il vino e ci ha dato il suo sangue".

Commenti
Ritratto di stufo

stufo

Gio, 13/04/2017 - 18:35

Resti pure dentro.

Agev

Gio, 13/04/2017 - 18:56

Francesco.. Su Yeshua il Cristo grande menzogna come raccontate da duemila anni a questa parte. Avete costruito il vostro potere su milioni di uomini con questa menzogna e sulla pelle del Cristo e dei milioni di Cristi che avete in seguito ammazzato . Gaetano

venco

Gio, 13/04/2017 - 19:07

A Bergoglio piacciono tanto i detenuti, chissa perché questa grande stima per loro

Ritratto di lettore57

lettore57

Gio, 13/04/2017 - 19:24

Se lo tengano sino al prossimo anno Santo

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Gio, 13/04/2017 - 19:30

Sarebbe bello se questo qui ci restasse per sempre, nel carcere, dal momento che i carcerati gli piacciono cosi' tanto che gli va pure a lavare i piedi.

Ritratto di stufo

stufo

Gio, 13/04/2017 - 19:30

Rinchiudetelo per attentato aggravato e continuato alla sicurezza degli italiani, razzismo verso gli stessi, induzione a delinquere e apologia di fanatismo religioso.

venco

Gio, 13/04/2017 - 19:35

Servire gli altri, chi?. Servire Dio e poi aiutare gli altri, prima moralmente e poi materialmente.

ziobeppe1951

Gio, 13/04/2017 - 19:38

Fai lo schiavo di Soros...seminerai tanta morte e disperazione

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 13/04/2017 - 20:12

Fare il servo degli altri? Ma è andato fuori di senno? Ma bastaaaaaa con queste fregnacce!!!!!!

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Gio, 13/04/2017 - 20:15

X-ziobeppe1951--Si vergogni babbeo perenne. Lasci stare almeno il Santo Padre decerebrato. Lei si risciacqui la bocca e poi non parli di lui

Reip

Gio, 13/04/2017 - 20:51

...Servire gli altri? Giusto! I detenuti piuttosto che vegetare in prigione a non fare nulla, a spese dei cittadini, dovrebbero essere condannati per gradi ai lavori forzati!!! A lavorare! E cosi che si servono gli altri!!!

ziobeppe1951

Gio, 13/04/2017 - 21:09

riflessiva..20.15..... di santo conosco solo il vino ..idiota babbea

piazzapulita52

Gio, 13/04/2017 - 21:22

Sei tu che non servi a niente anzi, fai solo enormi danni!

tosco1

Gio, 13/04/2017 - 21:23

I primi a servire gli atri dovrebbero essere i detenuti. In considerazione che loro sono avvantaggiati rispetto a tante famiglie italiane che fanno la fame, sarebbe opportuno farli lavorare a vantaggio degli affamati. Quelli più pericolosi, poichè hanno bisogno di più misericordia e quindi sono i più amati da Bergoglio, si mandano in Vaticano direttamente.

Mobius

Gio, 13/04/2017 - 21:56

Strano come il Papa non voglia capire che ormai gli "altri" siamo noi... Ma forse voleva dire questo: C'è gente totalmente disinteressata a vivere con dignità e responsabilità, quindi è necessario che voi, gente perbene, vi occupiate di loro. Altrimenti, chi se ne occupa?

Koch

Gio, 13/04/2017 - 22:42

Che relazione ci sia tra "Gesù che ha preso il pane e ci ha dato il corpo, il vino e ci ha dato il suo sangue" ed il lavare i piedi ai carcerati lo sanno solo lui e i cattolici che credono in questi rituali. Con tutto il rispetto per chi sta scontando una pena, ci sono molte altre persone, che non hanno commesso reati ,che meriterebbero a maggior ragione altrettante premurose attenzioni ma che vengono sistematicamente ignorate.

klucoc

Ven, 14/04/2017 - 06:42

si va bene la visita ai carcerati ma il ritusle drl lavaggio dei piedi non lo capisco

il sorpasso

Ven, 14/04/2017 - 07:52

Mi ricordo che altri Papa in questo periodo facevano visita ai bambini malati di tumore o facevano la visita ad anziani....scommetto che a Pasqua mangia anche l'agnello!

donald2017

Ven, 14/04/2017 - 08:30

Papa IMBROGLIO è fuori di testa

antipifferaio

Ven, 14/04/2017 - 09:18

Dei disoccupati italiani lui se ne strafotte... La chiesa per me è morta!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 14/04/2017 - 10:29

Un pensiero per la gente onesta, che non ha più casa e lavoro, NO? Meritano di più l'attenzione i delinquenti? ci sono diverse interpretazioni?

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 14/04/2017 - 10:59

“Servire gli altri”, dice Bergoglio. Mi ricorda tanto “Servire il popolo”, ma anche Potere operaio, Lotta continua, Prima linea, Avanguardia operaia, etc. Si vede che hanno l’ispirazione comune anche nella terminologia. A proposito, visto che va in carcere a lavare i piedi ai detenuti, facciamo un esempio. In carcere ci sono ladri, assassini, pedofili e delinquenti di ogni risma. A parte i possibili casi di errore giudiziario, se non fossero delinquenti, ma brave persone, non sarebbero in carcere. Giusto? Allora Bergoglio lava i piedi anche ai pedofili e gli assassini? Sono nostri fratelli? “Chi sono io per giudicare?”. Vede, essere buoni, umili, modesti va bene. Difendere i deboli e aiutare i bisognosi va anche bene. Ma se si ostenta un buonismo mieloso, sdolcinato, stucchevole, esagerato, si diventa ipocriti; e pure ridicoli. Bergoglio, invece che lavare piedi ai delinquenti, si faccia un bel lavaggio alla testa; mi sa che ne ha bisogno.

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 14/04/2017 - 11:03

Ma se dovessimo mettere in pratica il principio “servire gli altri” di Bergoglio, sarebbe un bel guaio. Nessuno sarebbe disposto a farsi servire, perché tutti vorrebbero servire e non essere serviti. Vedremmo l’intera umanità impegnata nell’ansiosa e frenetica ricerca di qualcuno da servire. Si andrebbe ad esplorare le zone più remote con la speranza di trovare qualche indigeno che non avendo recepito l’invito di Bergoglio, sia disposto a farsi servire. Ma invano, perché il messaggio papale ha raggiunto gli sperduti angoli della Terra e tutti gli uomini vogliono servire gli altri, e non essere serviti. Allora, se nessuno è disposto a farsi servire, l’invito del Papa è semplicemente inapplicabile. Ed un principio che risulta inapplicabile è inutile. E proporre principi inutili e non applicabili è da stupidi. Ergo, sotto l’aspetto culturale, etico, logico, Bergoglio ha detto l’ultima fesseria, quella pasquale.

Papocchia

Ven, 14/04/2017 - 11:09

Quando capirà che è Dio da servire e di riflesso gli altri, sarà sempre troppo tardi.

Mobius

Ven, 14/04/2017 - 11:12

@Leonida55 (10:29), vede, i carcerati e delinquenti in genere, essendo da "redimere", hanno più attinenza con l'operato del Papa di quanta ne abbia la gente perbene. Questione di "job", insomma. Per la Chiesa è motivo di maggiore soddisfazione professionale raddrizzare un malfattore e procurargli una vita dignitosa, piuttosto che risolvere i problemi di chi è povero e sfortunato ma sempre stato onesto.

Una-mattina-mi-...

Ven, 14/04/2017 - 11:30

I MILIONI DI INDIGENTI ITALIANI, QUELLI VITTIME, TORTURATE E DERUBATE, DAI SUOI PROTETTI CHE SI ARRANGINO. LUI STA' DALLA PARTE DI BARABBA

antonmessina

Ven, 14/04/2017 - 13:14

spero trattengano il gesuita e non lo lascino piu uscire

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 14/04/2017 - 13:16

esiliatelo in un'isola sperduta dell'oceano pacifico senza acqua e cibo e circondata da squali! questo è la rovina del mondo