Papa Francesco: "No a ricchezza con beni di tutti"

Papa Francesco vuole che la Chiesa del Messico, i suoi vescovi, preti e fedeli (tra i quali si possono includere i membri della elite politica) si purifichi da quelle che chiama le "tre tentazioni di Gesù"

Papa Francesco vuole che la Chiesa del Messico, i suoi vescovi, preti e fedeli (tra i quali si possono includere i membri della elite politica) si purifichi da quelle che chiama le "tre tentazioni di Gesù". "La prima - elenca - è la ricchezza che spinge a impossessarsi di beni che sono stati dati per tutti, utilizzandoli solo per me o per ’i miei. È procurarsi il pane con il sudore altrui, o persino con la vita altrui. Quella ricchezza che è il pane che sa di dolore, di amarezza, di sofferenza. In una famiglia o in una società corrotta è il pane che si dà da mangiare ai propri figli". "La seconda è la vanità. Quella ricerca di prestigio basata sulla squalifica continua e costante di quelli che ’non sono nessuno. La ricerca esasperata di quei cinque minuti di fama che non perdona la ’fama degli altri. La terza è l’ orgoglio, ossia il porsi su un piano di superiorità di qualunque tipo, sentendo che non si condivide la vita dei ’comuni mortalì e pregando tutti i giorni: ’Grazie Signore perchè non mi hai fatto come loro". Sono queste, sottolinea Bergoglio, le "tre tentazioni di Cristo... Tre tentazioni con cui il cristiano si confronta quotidianamente.

Tre tentazioni che cercano di degradare, di distruggere e di togliere la gioia e la freschezza del Vangelo. Che ci chiudono in un cerchio di distruzione e di peccato". "La Quaresima - auspica - sia il tempo per regolare i sensi, aprire gli occhi di fronte a tante ingiustizie che attentano direttamente al sogno e al progetto di Dio. Tempo per smascherare queste tre grandi forme di tentazione che rompono, dividono l’immagine che Dio ha voluto plasmare. Tre tentazioni di Cristo... Tre tentazioni del cristiano che cercano di rovinare la verità alla quale siamo stati chiamati. Tre tentazioni - conclusde - che cercano di degradare e di degradarci".

Annunci

Commenti

venco

Dom, 14/02/2016 - 20:37

Sempre con queste uscite incomprensibili, ha pur sempre predicato accoglienza per dar benessere (ricchezza) a tutti.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 14/02/2016 - 20:49

Ecco CARO Francesco, faglielo sapere ai nostri POLITICI!!!lol lol Se vedemuu.

Una-mattina-mi-...

Dom, 14/02/2016 - 21:03

PIù lo sento più mi viene in mente la storiella del toro che dava del cornuto al bue

IlCandido

Dom, 14/02/2016 - 21:20

Continua a confondere il successo basato sul merito con i privilegi negoziati con la politica...........ma d'altra parte non sa cosa è' lil lavoro !

Nonmimandanessuno

Dom, 14/02/2016 - 21:30

Senti chi parla!

milope.47

Dom, 14/02/2016 - 23:54

PER FAVORE CORREGGETEMI se mi sbaglio!. Ma la Chiesa cattolica, in questi 2000 anni appena trascorsi, non si è arricchita con i beni altrui?.

vraie55

Dom, 14/02/2016 - 23:56

al Giornale tira una brutta aria per il Papa .. nessuno scappa come con la Mussolini .. ma "siamo-lì". In-giro gli credono ancora in tanti. Siamo "precursori"?!

Duka

Lun, 15/02/2016 - 06:57

Papa Francesco lo vada a dire ai politicanti italiani. NON FANNO ALTRO CHE RUBARE

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Lun, 15/02/2016 - 07:28

una-mattina-mi-... , il toro e il bue sono entrambi cornuti, era l'asino quello della storiella. Ma comunque il concetto è chiaro. Laddove il papa è il bove e tutti gli altri sono dei somari sfruttati.

wally67

Lun, 15/02/2016 - 08:23

... quindi vuole dire che intende chiudere lo ior ? ridare quello che hanno razziato agli indigeni del sudamerica ? ...