Papa Francesco rivela: "Non ho paura degli scismi"

Papa Francesco, mentre era di ritorno dalla sua visita apostolica in Africa, ha detto la sua sull'eventualità di uno scisma nella Chiesa

"Io prego che non ci siano gli scismi. Ma non ho paura". Papa Francesco, tornando a Roma dalla sua visita apostolica in Africa, si è espresso così sull'ipotesi che la Chiesa cattolica finisca per dividersi. I viaggi in aereo del pontefice argentino rappresentano occasioni per approfondire il suo pensiero.

Jorge Mario Bergoglio, nel corso del viaggio compiuto ieri, ha voluto affrontare l'eventualità peggiore per un cattolico: la scomposizione in rivoli delle istituzioni ecclesiastiche. Il Santo Padre, come riportato dalla Lapresse, ha pure presentato un excursus storico degli eventi che hanno interessato l'Ecclesia: "Nella chiesa - ha spiegato l'ex arcivescovo di Buenos Aires - ci sono state tanti scismi, dopo il Vaticano I, l'ultima votazione quella dell'infallibilità, un bel gruppo se ne è andato, si è staccato dalla chiesa, ha fondato i vetero-cattolici, per essere proprio onesti alla tradizione della chiesa, poi loro hanno trovato uno sviluppo differente e adesso fanno l'ordinazione delle donne, ma in quel momento erano rigidi, andavano dietro ad un'ortodossia che pensavano che il concilio aveva sbagliato". Non è detto, insomma, che le aspettative tradizionaliste vengano rispettate. Anzi, con questa frase Papa Francesco ha sottolineato proprio come la "rigidità", spesso e volentieri, possa tramutarsi nel suo esatto contrario.

Il vescovo di Roma ha citato pure il caso della Fraternità sacerdotale San Pio X, che è fuoriuscita dalla Chiesa cattolica in contrasto con le disposizioni del Concilio Vaticano II. Anche oggi, in relazione alla opposizione messa in campo dal "fronte tradizionale", l'opposizione sbandierata nei confronti di questo pontificato, si sente parlare di un quadro di questo tipo. Nonostante gli stessi conservatori abbiano spesso ribadito di lavorare per il bene e per l'unità. Ma la rigidità, per il gesuita, è un atteggiamento che non porta a nulla di buono: nel 2016 aveva parlato di "disastro". Ma che cos'è uno scisma? "É una delle azioni che il Signore lascia sempre alla libertà umana", ha argomentato il Santo Padre. Poi la specificazione sulla mancanza di timore e l'ammonimento dottrinale: "Io non ho paura degli scismi, prego perché non ce ne siano, perché c'è la salute spirituale di tanta gente, che ci sia il dialogo, che ci sia la correzione se c'è qualche sbaglio, ma il cammino nello scisma non è cristiano".

La Chiesa cattolica, insomma, non dovrebbe mai essere frazionata. Anche in funzione della "salute spirituale" dei cattolici. Ma il Papa, in caso di mossa estrema da parte di chi lo contrasta, non sarebbe assalito dal panico.

Commenti

cir

Mer, 11/09/2019 - 20:42

viva GUGLILMO TELL !!! Un monumendo ad ALI' ADCA' in grande !!!