Papa Francesco su Benedetto XVI: "Rinuncia lezione per la Chiesa"

Papa Francesco: "Rinunciando all'esercizio attivo del ministero petrino, Benedetto XVI ha ora deciso di dedicarsi totalmente al servizio della preghiera"

Benedetto XVI saluta Francesco durante il concistoro del 22 febbraio

''Ogni volta che leggo le opere di Joseph Ratzinger/Benedetto XVI mi diviene sempre più chiaro che egli ha fatto e fa ''teologia in ginocchio'': in ginocchio perché, prima ancora che essere un grandissimo teologo e maestro della fede, si vede che è un uomo che veramente crede, che veramente prega; si vede che è un uomo che impersona la santità, un uomo di pace, un uomo di Dio''. Lo scrive papa Bergoglio nella prefazione al libro pubblicato in occasione dei 65 anni di sacerdozio di Ratzinger, con testi di Benedetto XVI, e riportata da Repubblica. Nel libro il Santo Padre interviene per la prima volta sulla scelta del suo predecessore che definisce ''maestro di fede''.

"Rinunciando all'esercizio attivo del ministero petrino, Benedetto XVI - prosegue Francesco - ha ora deciso di dedicarsi totalmente al servizio della preghiera". E aggiunge: "Forse è proprio oggi, da Papa emerito, che egli ci impartisce nel modo più evidente una tra le sue più grandi lezioni di ''teologia in ginocchio''. Il vero sacerdote, spiega Bergoglio, è quello che non si limita alla
"gestione degli affari correnti'', ma prega per gli altri, "senza interruzione, anima e corpo, proprio come fa il Papa emerito oggi: costantemente immerso in Dio".