Il Papa: "La pedofilia? Una lebbra nella Chiesa"

Bergoglio promette: "Sarò severo contro chi corrompe i fanciulli e chi sa e tace"

Papa Francesco celebra la messa a Sibara

Papa Francesco promette un pugno di ferro contro la pedofilia all'interno del clero. "La corruzione di un fanciullo è quanto di più terribile e immondo si possa immaginare, la Chiesa lotta perché il vizio sia debellato e l’educazione recuperata. Ma anche noi abbiamo questa lebbra in casa", ha detto il Pontefice in un colloquio con Eugenio Scalfari su Repubblica.

"È una gravissima omissione ma non siamo ancora nel male assoluto", ha detto Bergoglio paragonandola a "corruzione, vizio, pratiche turpi imposte al bambino e poi praticate". "Molti miei collaboratori che lottano con me mi rassicurano con dati attendibili che valutano la pedofilia dentro la Chiesa al livello del due per cento", spiega Francesco, "Il due per cento di pedofili sono sacerdoti e perfino vescovi e cardinali. E altri, ancor più numerosi, sanno ma tacciono, puniscono ma senza dirne il motivo. Uno stato di cose insostenibile ed è mia intenzione affrontarlo con la severità che richiede".

Il Papa è poi tornato sul tema della mafia, "La nostra denuncia della mafia non sarà fatta una volta tanto ma sarà costante", avverte, "Le donne legate alla mafia da vincoli di parentela e che frequentano assiduamente le chiese dei loro paesi, pensano che Dio perdoni le orribili malefatte dei loro congiunti?". Sul pentimento nell’ultimo momento dell’esistenza, dice: "Noi non giudichiamo ma il Signore sa e giudica. La sua misericordia è infinita ma non cadrà mai in trappola. Se il pentimento non è autentico la misericordia non può esercitare il suo ruolo di redenzione".  Infine, il Papa riflette sul celibato per i sacerdoti: "Fu stabilito nel X secolo, cioè 900 anni dopo la morte di nostro Signore. La Chiesa cattolica orientale ha facoltà fin d’ora che i suoi presbiteri si sposino. Il problema certamente esiste ma non è di grande entità. Ci vuole tempo ma le soluzioni ci sono e le troverò".

Commenti
Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 13/07/2014 - 11:39

Sì, e poi se ne uscirà con il "Chi sono io per giudicare!".

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 13/07/2014 - 11:43

Parole, parole,parole. Mentre ai preti che sposano le lesbiche darà senza dubbio un premio. E' la fine.

papik40

Dom, 13/07/2014 - 11:46

L'ignobile ed inqualificabile pratica della pedofilia deve essere affrontata con severita' e fossi in Papa Francesco comincerei a buttar fuori dalla chiesa chi si e' macchiato di questo reato e chi ha protetto e continua a proteggere i colpevoli! La lebbra se non si debella si attacca ed allora altro che 2% del clero! Abbia il coraggio di buttarli fuori dalla chiesa cosi' potra' avere la coscienza a posto ed un clero credibile!

tonipier

Dom, 13/07/2014 - 11:49

" IL PAPA NON DOVREBBE SOFFERMARSI SOLO SULLA PEDOFILIA" Il PAPA dovrebbe intervenire anche per altro nelle varie DIOCESI..... scoperchiando le malefatte di questi.( CHE NON SONO POCHI).

Agev

Dom, 13/07/2014 - 11:53

Sono le chiese .. Tutte le chiese la vera lebbra dell'umanità .. Il loro tempo è finito .. terminato per sempre .. l'uomo diverrà ciò che è e tradurrà in realtà .. Ciò che è . Gaetano

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 13/07/2014 - 11:58

Appunto perche i bambini sono sacri , questo vale per pedofili in chiesa come per homosessuali che vorrebbero adottare .Cominciamo a mettere confini o limiti a certe pratiche.

Marco2012

Dom, 13/07/2014 - 12:13

Bergoglio fa bene a ripetere quello che da anni ha detto e realizzato papa Ratzinger. Ma il papa dovrebbe anche ricordare che la pedofilia è promossa proprio da quell'ONU che accusa la Chiesa.

paolonardi

Dom, 13/07/2014 - 12:43

Tranquillo parroco di campagna travestito da Pontefice, dopo la piccolissima apertura agli omosessuali fra qualche anno, sulla scia della morale decadente della societa', a torto definita civile, saranno accolti dalla Chiesa da lei rappresentata anche tutte le altre perversioni perche', che diamine, sono tutte pecorelle che amano e chi ama e' in grazia di Dio!

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Dom, 13/07/2014 - 13:06

Matrimonio per i sacerdoti e accesso alle donne prete...Regno Unito docet.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Dom, 13/07/2014 - 14:40

Gesù non ha mai detto che i preti non devono sposarsi. Una vita sessuale normale ,magari, non li farebbe diventare pedofili. Eventuali problemi delle suore non si conoscono,chissà se ne avranno? Ma nonostante questo progressismo, perchè i religiosi uomini e donne non possono avere gli stessi ruoli? Una moglie suora magari sarebbe ottima, così come una donna Cardinale o Papa. Si dovrà però chiedere alla Boldrini come denominarla secondo il policamente corretto,ma questo è secondario, l'importante e debellare la lebbra.

Totonno58

Dom, 13/07/2014 - 14:57

Ho letto tutto l'articolo di Scalfari e dello stupendo incontro (il terzo tra i due)...il passaggio in cui Bergoglio parla del celibato dei sacerdoti come "una cosa decisa 900 anni d.p. e su cui sta pensando a 'qualche soluzione' è semplicemente GRANDIOSO!