Il Papa torna sul genocidio degli armeni: "Sterminati perché cristiani"

Il Santo Padre ricorda lo sterminio degli armeni davanti a Sua Beatitudine Gregorio Pietro XX Ghabroyan

Papa Francesco è tornato a parlare della persecuzione del popolo armeno , tra il 1915 e il 1916, da parte dell’Impero Ottomano. Il Santo Padre ne aveva già parlato a San Pietro il 12 aprile scorso, ricordandone il centenario. Aveva definito, quello degli armeni, "il primo genocidio del XX secolo". Il vostro popolo, ha detto oggi a Sua Beatitudine Gregorio Pietro XX Ghabroyan, neo patriarca di Cilicia degli Armeni, con il quale ha celebrato alla Domus Santa Marta, è stato "cacciato dalla sua patria e annientato perchè era cristiano. Non c’è Chiesa senza persecuzione. Oggi più che nel passato e col silenzio complice di tante potenze. Noi oggi, sui giornali, sentiamo orrore per quello che fanno alcuni gruppi terroristici, che sgozzano la gente solo per essere cristiani... Pensiamo a questi martiri egiziani, ultimamente, sulle coste libiche, che sono stati sgozzati mentre pronunciavano il nome di Gesù".

Commenti
Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Lun, 07/09/2015 - 11:22

la prima volta che France' dice qualcosa di sensato...che gli abbiano cambiato i farmaci?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 07/09/2015 - 11:36

Vuoi vedere che si è risvegliato dal lungo torpore???Oppure le previsioni dell'8 per mille sono negative???

venco

Lun, 07/09/2015 - 11:41

Ogni tanto si ricorda dei cristiani

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 07/09/2015 - 12:02

Ma l'ha detto da chi? Ha precisato dai musulmani?

vittoriomazzucato

Lun, 07/09/2015 - 12:09

Sono Luca. Il Santo Padre dovrebbe ricordare anche i morti e perseguitati in Unione Sovietica dal "caro" Stalin e qualche su predecessore e successore. Si parla di milioni e milioni di persone. GRAZIE.

Un Lettore

Lun, 07/09/2015 - 12:29

Francesco, ancora un piccolo sforzo, dai che se vuoi ce la puoi fare: chi li ha sgozzati?

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Lun, 07/09/2015 - 12:41

Ma va?!!!

Ritratto di fortezza

fortezza

Lun, 07/09/2015 - 12:57

Non sono cattolico, ma chiedo ai tanti critici del papa Francesco, chi è stato il papa prima di lui che ha "tuonato" conro il genocidio armeno e le persequizione contro i cristiani. Asp0etto dettagliate risposte. Grazie.

Ritratto di xulxul

xulxul

Lun, 07/09/2015 - 13:16

È bene ricordare che il mandante del genocidio è da ricercarsi nella massoneria che in odio alla fede ha creato le condizioni per il massacro.

Linucs

Lun, 07/09/2015 - 13:25

Occhio che quei "turchi" sono "turchi" fra virgolette, e prima o poi te la fanno pagare.

Ritratto di fortezza

fortezza

Lun, 07/09/2015 - 13:43

è ora di smetterla di dare tutte le colpe delle cose storte del mondo alla "massoneria"., e non sono massone.

scarface

Lun, 07/09/2015 - 13:50

Io penserei con urgenza a prendere le distanza dall'islam di oggi piuttosto che denunciare fatti accaduti 100 anni or sono. I vescovi ed i sacerdoti in prima linea (es: Mons. Bashar Warda), quelli che le p.alle le hanno davvero, da tempo cercano di mettere in guardia il loro A.D. dai pericoli legati all'islam tutto. Ma ancora una volta la chiesa preferisce non guardare in faccia la realtà...

gabryvi

Lun, 07/09/2015 - 14:08

E il coraggio di dire mussulmani? Giovanni Paolo II era andato al Mausoleo in Armenia, per ricordare il genocidio!

egi

Lun, 07/09/2015 - 14:12

Non si vergogna, ha distrutto la chiesa e adesso vada a cercare fedeli nei centri sociali, di certo non a casa mia.

kayak65

Lun, 07/09/2015 - 14:15

con il suo comportamento rischia di fare genocidio di cristiani europei

leserin

Lun, 07/09/2015 - 14:25

Ancora 100 anni e ci mettiamo in pari.

Anonimo (non verificato)

Lun, 07/09/2015 - 14:27

E noi apriamo a quelli. Porgiamo anche l'altra guancia. Ma non tutti hanno la propensione al martirio !!

Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 07/09/2015 - 14:31

Bastava aggiungere la parolina magica: MUSSULMANI dopo (alcuni) gruppi terroristici. Anche su "alcuni" ci sarebbe da ridire... se cominciamo ad elencarli non si finisce più, vero Bergoglio? Del resto uno se il coraggio non ce l'ha non se lo può dare, o forse non si tratta di mancanza di coraggio bensì di opportunismo. Non è che omettendo la parola MUSSULMANI i cristiani li trattino meglio, li scannano lo stesso.

Luigi Farinelli

Lun, 07/09/2015 - 14:43

E' solo uno, per quanto gravissimo, dei genocidi perpetrati dalla massoneria per distruggere il cristianesimo: occorrerebbe aggiungere il terrificante sterminio della Vandea, ricordare il genocidio italiano durante il "Risorgimento" (basti solo pensare alla fortezza di Fenestrelle); l'epopea dei Cristeros messicani, la furia anticristiana dei "rossi" spagnoli, appoggiati dalle massonerie europea e americana. Il Governo dei Giovani Turchi (I "Tre Pashà", fra cui Kemal Ataturk) composto da un triunvirato costituito da massoni di Salonicco (loggia "Macedonia Resurrecta" molto legata alla massoneria italiana, costola di quella britannica) pianificò il genocidio nel 1915, incolpando gli Armeni, la classe culturalmente ed economicamente più avanzata nell'Impero Ottomano, di collusione con i Russi che avevano attaccato i confini orientali. Furono trucidati un milione e mezzo di Armeni, né fu quella la prima o l'ultima delle persecuzioni di questo popolo.

roseg

Lun, 07/09/2015 - 14:49

Un piccolo barlume di cristianità è emerso.

NickByte

Lun, 07/09/2015 - 15:03

perdonare e porgere l'altra guancia .... invitare nelle parrocchie i mussulmani ..... cosi dopo 2000 anni spariranno i cristiani ... i nostri figli potranno dire "io c'ero " ....

roseg

Lun, 07/09/2015 - 15:05

fortezza...ehi sapientone GIOVANNI PAOLO SECONDO NON TI RICORDA NULLA...ignorante sbadato o cervello scollegato dalla tastiera???cervello???

Libertà75

Lun, 07/09/2015 - 15:28

Un po' come ricordare l'olocausto degli ebrei ma rifiutarsi di nominare il nazismo ed i tedeschi... Va bene, forse è colpa di Berlusconi.

michetta

Lun, 07/09/2015 - 15:31

...tralasciando gli anni pr3ecedenti, arriviamo all' anno 1750, strage degli indigeni Guarani (dal film Mission), voluta dall'eccellentissimo Papa, per opportunistico interesse proprio della Spagna e del Portogallo: li volevano solamente SCHIAVI! Anno 1800, Santa Inquisizione......ecc.,ecc., ecc., ancora GRIDANO VENDETTA per tutti i massacrati da la Chiesa dei Gesuiti, che poi, oggi, ORDINA alle parrocchie, di prendere tra loro DUE (si badi bene, 2 e non 222) famiglie di questi RIFIUTATI dai Paesi vicini, che sono sbarcati in Italia o arrivati via terra nell'Europa cosiddetta Unita..../si noti il Vaticano in tutto cio', che fara' entrare da Porta S.Anna, DUE famiglie di questi rifiutati.....ma per piacere!

antipodo

Lun, 07/09/2015 - 16:08

MA SI , COSTUI HA BISOGNO DI UN PO' DI CLAUSURA.

gian65

Lun, 07/09/2015 - 16:28

sarebbe molto meglio ascoltare il Papa in tutto quello che dice, molta parte del quale, invero, indigesto ai nostri palati ricercati. i pagliacci che hanno dalla loro parte la propaganda raccolgono dai suoi discorsi solo la parte per colpire l'avversario politico (da ultimo, il presidente in persona, non l'ultimo quaquaracquà, ha colto l'afflato degli appelli all'accoglienza per dare delle "bestie" ad una parte degli italiani). è un male che l'Italia abbia il Vaticano, ma è comodo tirare il pontefice per la giacchetta e farne il protagonisto dello starnazzante dibattito politico nostrano

nordest

Lun, 07/09/2015 - 16:30

Perchè non dici chiaramente che sono stati I Turchi mussulmani queste sono bestie

nordest

Lun, 07/09/2015 - 16:33

Ancora qualche anno e saremo noi I prossimi viva padre marco d 'Aviano

Luigi Farinelli

Mar, 08/09/2015 - 12:25

michetta: la sua è la Storia scritta nelle logge massoniche, le stesse che, attraverso la stampa di regime laicista da essi sostenuta, sta facendo strame di fatti e situazioni imponendo il pensiero unico omlogato anche nella lettura degli eventi. Leggere certi autori oggi (a cominciare da Corrado Augias per proseguire con gli altri scagnozzi del regime politicamente corretto) si ha la piena consapevolezza, sapendo mantenersi correttamente imparziali, di come operino le tecniche di rincoglionimento di massa.