Il Papa vuole andare a Erbil. "Islam va aiutato a essere religione di pace"

In una lettera ai cristiani del Medio Oriente, il richiamo al dialogo tra le religioni e il ricordo delle sofferenze che patiscono per mano del terrorismo

Papa Francesco

Una forte denuncia delle azioni del cosiddetto Stato islamico e il desiderio di andare di persona a Erbil, per fare visita ai cristiani che sono scappati nel Kurdistan iracheno. C'è questo in una lettera che papa Francesco ha scritto ai fedeli del Medio Oriente.

"La situazione drammatica che vivono i nostri fratelli cristiani in Iraq - ha scritto il Papa -, ma anche gli yazidi e gli appartenenti ad altre comunità religiose ed etniche, esige una presa di posizione chiara e coraggiosa da parte di tutti i responsabili religiosi, per condannare in modo unanime e senza alcuna ambiguità tali crimini e denunciare la pratica di invocare la religione per giustificarli".

"Alle note dei canti natalizi si mescoleranno le lacrime e i sospiri", si legge nella lettera, scritta da un uomo estremamente preoccupato da "abusi di ogni sorta e pratiche indegne dell'uomo", messe in pratica dal cosiddetto Stato islamico, che ha "cacciato via in maniera brutale dalle proprie terre" i cristiani, costringendoli a una vita da rifugiati.

Francesco ribadisce nella sua lettera l'appello alla comunità internazionale, chiedendo che si muova per rispondere alle necessità dei cristiani e delle minoranze che soffrono in Medio Oriente, pèr raggiungere una pace che "serve come il pane". Un elogio è invece riservato alle organizzazioni caritative, artefici di quella "assistenza umanitaria" che mette "sempre al centro il bene della persona e di ogni Paese".

Il "piccolo gregge" cristiano del Medio Oriente, a cui il Papa si rivolge, è per lui investito di "una grande responsabilità", chiamato a essere "lievito nella massa". Fondamentale è poi il dialogo interreligioso per aiutare i "musulmani a presentare con discernimento una più autentica immagine dell'islam, come vogliono tanti di loro, i quali ripetono che l'islam è una religione di pace".

Commenti
Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 23/12/2014 - 14:51

Islam religione di pace?? Cosa che non è e non sará mai...

Ritratto di cable

cable

Mar, 23/12/2014 - 14:52

Totonno58 fai le valigie e vai ad aiutare Francesco. Ti darà come premio o il divorzio o il permesso di sposare un altro maschio. Proprio come chiedi tu.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 23/12/2014 - 15:04

Fondamentale è poi il dialogo interreligioso per aiutare i "musulmani a presentare con discernimento una più autentica immagine dell'islam, come vogliono tanti di loro, i quali ripetono che l'islam è una religione di pace". Ma quando mai...Qualche setta islamica, forse. Che sia il caso di regalare il corano in corpo 72 a sto papa orbo e in trip lisergico?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 23/12/2014 - 15:22

Beh,di barbarie anche la "santa romana chiesa cattolica",in passato ne ha fatte tante,che non sto ad elencare,se non una."la strage degli Albigesi"!L'ISLAM,arretrato di 500 anni,continua,anche perchè al suo interno non ha,non ha avuto le contestazioni(martiri),che ha sulla coscienza la "santa romana chiesa cattolica"(se le ha...),"contestazioni",che ci hanno in parte liberati,da una concezione della vita,sempre pensando alla morte.....per cui caro papa,lascia perdere,di fare il "pacioso" con l'ISLAM di oggi....

Nonlisopporto

Mar, 23/12/2014 - 15:29

il Papa dovrebbe pensare anche a quanta gente potrebbe rischiare di morire per la sua visita oltre che rischiare per sse stesso

Ritratto di apasque

apasque

Mar, 23/12/2014 - 16:13

Lo dico serenamente, il Papa si muove adesso, dopo un anno di inattività sul fronte delle persecuzione cristiane in medio oriente e, sinceramente, credo ad un suo bluff, ad un atto di superbia (mi si perdoni, non voglio essere cattivo). Temo che il Papa non riesca a capire la natura dell'Islam, che per sua natura è falso e bugiardo ed assassino. "l'islam è una religione di pace": non lo é mai stata e, penso, non lo sarà mai. E' tarata alle origini, nella sua spasmodica, integrale necessità di dominare e sottomettere. Papa, attento a non metterci in ancora più grandi casini.

PEPPA44

Mar, 23/12/2014 - 16:36

Così facendo Papa Bergoglio accetta l'Islam come religione alternativa alla Cristiana; ma non dovrebbe convertire come un missionario? Oppure non ci crede nemmeno lui?

Efesto

Mar, 23/12/2014 - 16:59

La parola islam significa "abbandono - sottomissione" assolutamente diverso dal concetto del cristianesimo che promuove la libertà dell'uomo dandone responsabilità al suo uso. L'islamico obbedisce quindi a precetti, il cristiano (dovrebbe) obbedisce alla charitas, all'azione per il bene altrui. Queste due filosofie religiose sono perciò molto distanti: l'islamico si deve comportare come suddito fedele alle regole, il cristiano (dovrebbe) da uomo libero sceglie di far del bene al prossimo. Concetti di assoluta distanza.

james baker

Mar, 23/12/2014 - 17:01

Bergoglio vuole il premio nobel per la pace : alla fine, i musulmani metteranno la croce nelle moschee e dentro alle chiese ci metteranno la mezzaluna. E dai ..... facciamo i matrimoni tra un musulmano maschio ed un cristiano maschio ... cosi', giusto per dare l'esempio !!! PAPA !!!!!! - cerca di pensare a fare il vescovo di Roma, che ne ha bisogno urgente .... -james baker-.

paco51

Mar, 23/12/2014 - 17:10

Francesco stai bene? Se vai ad Erbil ( non so manco dove è)c'è sempre una speranza.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 23/12/2014 - 17:32

Sbagliare è umano ma ripetere l'errore è diabolico.Caro papa non ci siamo....................

Mario Marcenaro

Mar, 23/12/2014 - 17:41

Con tutto il rispetto dovuto da un Cristiano al suo Papa: carissimo Papa Francesco, come da me fatto per la Bibbia, Vecchio e Nuovo Testamento, personalmente ho letto e meditato, il Corano da cima a fondo. Conclusione: a parte la chiara ispirazione di Maometto dal Vecchio Testamento di buona parte del Corano, non mi sembra che il sacro testo dei musulmani sia pieno di inviti alla pace, alla fratellanza con credi diversi ed al dialogo, quanto piuttosto al predominio con la forza, fino alla pena di morte, per chi non si musulamnizza nonché per chi si "demulsumanizza". Dunque, come la mettiamo? A cosa ti riferisci d'altro? Grazie.

Mobius

Mar, 23/12/2014 - 17:47

Non farebbe prima, Francesco, a convertirsi direttamente all'Islam?

opinione-critica

Mar, 23/12/2014 - 17:48

Questo è il capo supremo dei cristiani cattolici, cristiani del medio-oriente sono cazzi vostri...poi anche degli europei...

manolito

Mar, 23/12/2014 - 18:49

questo bergoglio sta dando i numeri.sta facendo di tutto per allontanare i cristiani dalla chiesa. se lavoro per la fiat non posso vendere le opel--svegliati papa

Massimo Bocci

Mar, 23/12/2014 - 18:54

Può sempre mettere su una COOPERATIVA ASOCIALE, tra pari di INTERESSI PER L'AFFOSSAMENTO DELLA VERITA e la messa al bando del progresso e di.....INTERNET!!!

emmea

Mar, 23/12/2014 - 19:07

Questo Bergoglio non riesco proprio ad accettarlo. Dopo l’ultima sparata sulle presunte 15 malattie della curia vaticana di cui lui ovviamente si ritiene immune (e con che faccia – ricorderete il “chi sono io per giudicare” sull’aereo di ritorno dal Brasile dove la Chiesa, con i prelati e lui stesso presente, diede di sè un penoso spettacolo ), dicevo lui, oggi, presunto vicario di Cristo, Verità assoluta, non si cura di affermarla proclamandola anche al mondo islamico, ma difende la religione islamica come religione di pace. Mi convinco ogni giorno di più che Bergoglio pur con tutto il rispetto per la sua persona e per la funzione di Vescovo della Chiesa Cattolica, manca di Prudenza che in armonia con la Sapienza, dono dello Spirito Santo plasma da sempre i successori di Cristo.

gio 42

Mar, 23/12/2014 - 20:01

Buonasera signor "Zagovian" lei nel suo commento dicendo che "santa romana chiesa cattolica", ha commesso tante barbarie ha perfettamente ragione. Però bisogna riconoscere e dire una cosa molto importante. Le barbarie le hanno commesse solo gli uomini di Chiesa? Le barbarie le ha commesse solo santa romana chiesa? O le barbarie le commette l'uomo quando non ascolta la Parole di Dio? E fino a parola contraria in questi commenti c'è tanta gente che nega l'esistenza di Dio. Non le sembra questa una contraddizione? L'uomo quando perde e si dimentica di Dio combina sempre delle ingiustizie. Come santa romana chiesa quando non ha ascoltato il suo Signore. Perché gli atti che lei gli contesta ala chiesa non sono certo comandati nei Vangeli di Cristo. Saluti

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 24/12/2014 - 10:19

@gio42:quindi lei sostiene,che la "parola di Dio"(o Allah che dir si voglia),in s'è non è ascoltata,compresa,messa in pratica dalla stessa Chiesa(dalle Chiese) che la ha/hanno divulgata/e,come il "comunismo",laddove l'"idea",sarebbe buona,ma sono gli uomini a non applicarla nel modo corretto(i famosi "compagni che sbagliano").Sa cosa le dico,che quando un'"idea",una "religione" ha in troppe,tante occasioni,commesso disastri,nei confronti dell'umanità,meglio liberarsi di questo contorto controsenso,ed affidarsi alle leggi della natura,che per lo meno,non hanno nessun partito o Chiesa,come tramite,come ipocrita guida!

ORCHIDEABLU

Mer, 24/12/2014 - 14:12

Solo il Papa puo' riescirci.Grazie di esistere Papa Francesco,GRAZIE PER TUTTO IL SACRIFICIO DI UNA VITA A TUTELA DEI PIU' BISOGNOSI.PURTROPPO PER UN PERIODO DOVRA' PENSARE A QUESTA OPERAZIONE DI PACE PER IL BENE DEL MONDO.BUON NATALE ADORATISSIMO PAPA FRANCESCO.

gio 42

Mer, 24/12/2014 - 19:12

Parte 1) Buonasera signor ""Zagovian"" non vorrei che queste righe diventassero una cosa tra me e lei, tra l'altro io non ho nulla da insegnarle. Detto questo io non ho mai inteso dire che quando una cosa e buona e giusta, la dice la Chiesa, e quando succede il contrario è l'uomo che sbaglia. Sarebbe troppo comodo ed ipocrita. Per quanto riguarda il comunismo, in 80anni nel paese più ricco del mondo, non è che il comunismo abbia fatto fare grandi progressi al popolo, economicamente, è la storia che lo dice. Non mi risulta che chi lo predicava fosse tollerante verso i suoi fratelli, la Siberia ne è testimone. Non mi risulta che chi lo predicava dava al popolo quello il popolo chiedeva, la storia dice il contrario, (la religione è l'oppio dei popoli e hanno in 80anni distrutto 700mila Chiese). Non mi risulta che chi comandava avesse operato per il benessere e la convivenza pacifica di quelle genti, la storia dice il contrario.

gio 42

Mer, 24/12/2014 - 19:15

Parte2) Ritornando alla parola di Dio invece, tanti sono nei secoli i peccati che l'uomo di Chiesa ha fatto e tanti ne farà ancora purtroppo. Ma se lei va a leggere quello che dicono i Vangeli, quello che dice la Parola di Dio, vedrà che l'uomo in quei casi ha sempre disubbidito, interpretato, ignorato e applicato a suo piacimento con malizia la parola del Signore per fare i suoi interessi ed imbrogliare il suo prossimo. Detto questo lei non può poi dire che è la religione la causa dell'errore ma che l'errore , la malvagità sta nel cuore dell'uomo. Per quanto riguarda i disastri fatti dalle religioni tutte, certamente sono tanti e gravi ma non è che l'uomo senza quelle guide abbia fatto di meglio. I morti e le atrocità del 900 con le due guerre mondiali ne sono la testimonianza. La storia insegna che quando l'uomo si è dimenticato di Dio ha sempre combinato guai, per se per il suo prossimo ed ora con i mezzi che ha, anche alla madre terra.

gio 42

Mer, 24/12/2014 - 19:26

Parte 3) Lei parla di legge della natura, per l'uomo è difficile applicarla, in quanto dotato di intelligenza e discernimento e di conseguenza senza una guida prevale in noi tante volte l'interesse proprio. Lei poi associa i partiti e la Chiesa come guide ipocrite. Dei partiti non parlo. Nella Chiesa ci saranno stati e ci sono persone ipocrite ma ci sono stati e ci saranno anche testimoni che hanno pagato e pagheranno con la loro vita questa testimonianza di fede. Le auguro buon Natale. Saluti

gio 42

Gio, 25/12/2014 - 09:16

Buongiorno e Buone feste a tutti i commentatori che scrivono su IL Giornale. L'anno che sta per venire il 2016 sia per tutti foriero di tanta pace e serenità. Un saluto particolare lo voglio dedicare a tutti quelli che non professandosi religiosi leggono e commentano articoli che riguardano la religione. Questo fa loro onore perché, magari contrariamente a quello che dicono o vogliono far vedere, anche loro sono alla ricerca di qualche cosa che sta sopra di noi e che possa far convivere, pur nella diversità delle idee, l'uomo. E questo non è poca cosa. Auguri quindi a tutti e che la nostra cara Italia trovi una guida onesta e sicura oltre che sul piano della religione, sul piano molto importante della vita sociale. L'Italia e noi italiani ne abbiamo tanto bisogno. Saluti